Manfredonia

Demolizioni abusivismi edili, Barbanente: inoltrare richieste per fondo

Di:

L'assessore Angela Barbanente (fonte image: lobiettivonline.it)

Bari – CON l’approvazione della l. n. 15/2012 “Norme in materia di funzioni regionali di prevenzione e repressione dell’abusivismo edilizio”, la Regione si è dotata di nuovi e più efficaci strumenti per contrastare l’abusivismo edilizio, superando le gravi criticità dell’azione amministrativa degli enti preposti alla vigilanza urbanistico-edilizia. Tra queste, spicca la difficoltà incontrata dai Comuni nell’esecuzione in danno delle ordinanze di demolizione, anche per problemi di carattere finanziario.

L’Assessore Barbanente ha inoltrato una nota a tutti i Comuni per informarli che l’art. 6 della nuova legge prevede un Fondo regionale di rotazione per le spese di demolizione delle opere abusive, che si aggiunge al Fondo già esistente presso la Cassa Depositi e Prestiti ex L. n. 326/2003, e per invitarli a formulare le richieste di anticipazione di tali spese entro il termine del 31 agosto 2012.

Nella nota si comunica anche che, come previsto dalla L.R. n. 15/2012, è stato avviato il progetto di informatizzazione degli immobili e delle opere realizzati abusivamente. Questo, in linea con l’attività di ‘de-materializzazione’ dei documenti promossa con crescente vigore dall’Assessorato alla Qualità del Territorio, con evidenti vantaggi in termini sia di efficienza e trasparenza amministrativa sia di risparmio sulla carta e tutela dell’ambiente.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • gino

    il comune di manfredonia entrato in possesso dei terreni di siponto dove insistono dei fabbricati abusivi, perchè non fa la richiesta al fondo per le somme dovute per l’abbattimento?
    oppure intende mettere le case all’asta?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi