Cultura

Sere d’Estate, Foggia punta su De Stefano e Cerchio di Gesso

Di:

Sere d'Estate a Foggiua, presentazione del libro “L’eclissi della democrazia” di Vittorio Agnoletto (st - mustract)

Foggia – VALORIZZARE le professionalità artistiche foggiane con un occhio alla qualità dell’offerta culturale. Sono questi i due elementi che caratterizzeranno l’edizione 2012 della programmazione estiva del Comune di Foggia, che per quest’anno prevede una serie di eventi che si svolgeranno prevalentemente nella Villa Comunale. Il sindaco Gianni Mongelli ha illustrato questa mattina alla stampa il calendario della manifestazione “Sere d’Estate – Tra parco e città”, insieme al presidente della Banca del Monte, Francesco Andretta, alla dirigente Gloria Fazia, al consigliere comunale Peppino D’Urso e agli artisti locali Pio e Amedeo, Ottavio De Stefano e Gianni Pellegrini e alla compagnia Cerchio di Gesso.

“Credo che questa manifestazione racchiuda in se un messaggio positivo per la città – ha detto Mongelli -, questi ragazzi, questi artisti che spesso raccolgono consensi in tutta Italia dovevano avere anche un palco nella propria città, perché sono un esempio positivo per tutti noi, in quanto portano la faccia bella di Foggia nelle case di milioni di italiani. Per me questo è il giusto riconoscimento che doveva andare loro. Un altro elemento positivo è l’essere ritornati nella Villa Comunale, animando un luogo caro a tutti i foggiani e che merita la giusta considerazione”.

L’edizione di Sere d’Estate è caratterizzata dall’alto profilo degli artisti che si esibiranno a iniziare dal prossimo 18 luglio, con la presentazione del libro “L’eclissi della democrazia” di Vittorio Agnoletto, sino al 4 settembre, quando la manifestazione terminerà con la terza edizione della Critical Mass e un concerto organizzato in collaborazione con Link Foggia. Nei due mesi si alterneranno concerti di musicisti foggiani come Gianni Pellegrini & Band e Antonio Tosques 4tet e un contest di bande musicali che per l’occasione rispolvereranno la Cassa Armonica della Villa Comunale.

Più noti al grande pubblico per l’affermazione in trasmissioni nazionali di particolare successo, il duo comico Pio e Amedeo e Ottavio De Stefano si esibiranno rispettivamente il 27 luglio in Piazza Cavour e il 3 agosto presso la Città del Cinema. Il 15 agosto l’attenzione si catalizzerà su Antonino che terrà un concerto in Piazza Cavour.

Particolarità di questa edizione sarà una speciale rassegna dedicata al teatro che si svolgerà nel centro storico della città dal 20 al 26 agosto. Le compagnie teatrali Piccola Compagni Impertinente e Teatro dei Limoni porteranno in scena due opere – Casa G. e Il testimone – rispettivamente presso il Chiostro di Santa Chiara e il Museo Civico. Alla compagnia Cerchio di Gesso, invece, è affidata l’organizzazione del Foggia Teatro Festival, manifestazione organizzata in collaborazione con la Fondazione Banca del Monte. Grazie a un accordo con la città di Certaldo – dove si svolge uno dei più importanti festival degli artisti di strada d’Europa – le vie e le piazze del centro storico saranno invase da artisti provenienti da tutto il mondo che animeranno la zona fino a tarda serata. Un progetto questo che l’amministrazione intende consolidare e far diventare un appuntamento fisso dell’estate foggiana.

Una particolare menzione va alla ricorrenza dei bombardamenti del 1943, che anche quest’anno saranno commemorati con il Concerto per la Pace eseguito dall’Orchestra sinfonica giovanile del Conservatorio “Umberto Giordano”. Sere d’Estate si concluderà agli inizi di settembre con alcuni concerti rock organizzati dal Forum dei Giovani e dal Link Foggia.

Per tutta la durata della manifestazione, presso la Villa Comunale, si svolgerà la consueta programmazione cinematografica, che per questa edizione è particolarmente attenta al cinema d’autore. Si parte il 17 luglio con la proiezione del film premio oscar “The Artist” di Hazanavicius, per proseguire con titoli come “Pina” di Wenders, “Cesare deve morire” dei fratelli Taviani, “Cosmopolis” di Cronenberg, per chiudere il 30 agosto con “This must be the place” di Sorrentino.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Mimmo

    Senza cedere il posto in consiglio D’Urso fa lo stesso l’Assessore alla Cultura e spreme i limoni.
    Fesso chi li ha eletti!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi