Manfredonia
A cura di Italo Magno

“Carissimo Antonello, noi non sappiamo né rubare né asservire altri uomini”

Di:

Manfredonia. ”Carissimo Antonello, ti rispondo pubblicamente perché hai posto, in un forum di questo giornale, questioni che sono ricorrenti anche in coloro che mal sopportano l’opposizione e tentano di demotivarci, dicendo che siamo degli illusi, che non possiamo risolvere niente, che siamo solo buoni a dire di no. Chi fa queste affermazioni, con tutta evidenza, ha taciuto nei vent’anni precedenti quando, con sperpero del denaro pubblico e danni per la città, sono stati praticamente silenziati tutti i consiglieri comunali e gli esponenti dell’opposizione.

Tu dici che noi “pensiamo ad Energas (partita ormai persa)”. Non mi meraviglio. Cercavano di sfiduciarci anche quando lottavamo nel Comitato Cittadino contro l’EniChem, ma abbiamo resistito alle minacce, agli insulti ed al pessimismo, liberando la città da un’industria i cui morti si contano ancora oggi.

Dici che mentre pensiamo agli scuolabus, l’ospedale sta morendo. Mi meraviglio che non consideri un importante problema cittadino la possibilità che tutti, anche i più poveri, possano frequentare la scuola dell’obbligo. Per l’ospedale c’è stato un documento unitario del consiglio comunale da presentare a Bari, per dare più forza alle richieste della città. È strano perciò che attacchi l’opposizione e non la maggioranza. Se poi mi vuoi accusare di responsabilità non mie, da persona riflessiva quale sei, dovresti sapere che l’attuale opposizione non aveva nel passato e non ha tutt’oggi alcun potere d’intervento per l’ospedale, perché la gente, col proprio voto, non ci ha dato la possibilità di governare. Il compito dell’opposizione è solo quello di controllare l’Amministrazione, dal punto di vista gestionale e morale, nonché suggerire interventi per rispondere ai bisogni sociali. Chi segue l’attività politica locale sa che, in tal senso, Manfredonia Nuova ha fatto fin troppo, considerando i pochi mezzi finanziari e politici a disposizione. Inoltre, se il tuo gravoso lavoro non ti avesse distratto dalla vita cittadina, avresti visto che tutti i contributi che abbiamo cercato di dare sono stati dall’Amministrazione sistematicamente rigettati, perché accettarli avrebbe imposto, a chi governa la città, trasparenza e la congruità degli interventi.

Oltre a questo, abbiamo fatto qualcosa di più. Ci siamo posti il compito primario, con dispendio di risorse ed energie personali, di risvegliare la città, assopita e scoraggiata da vent’anni di gestione consociata, clientelare e padronale. Perciò, ti dico che, al contrario di quello che affermi, la gente ci guarda con fiducia, partecipa di più ed è questa l’unica garanzia affinché le problematiche più importanti per Manfredonia vengano adeguatamente affrontate. Non sentiamo, perciò, nessun isolamento, ma un interesse ed un rispetto, che diventano giorno dopo giorno più calorosi e tangibili, rendendoci meno gravoso l’impegno volontario e disinteressato per la città.

Vorresti da noi dei progetti. Mi meraviglia questa richiesta. Tu ti occupi, per lavoro, di “Consulenza strategica comprensiva dello sviluppo di piani aziendali e strategie di vendita” e mi fai questa richiesta? Impianteresti un progetto d’impresa se il committente dicesse candidamente di non avere un soldo. Noi siamo come quel committente, senza mezzi e risorse. Se toccasse a noi di amministrare la città, invece, metteremmo su tanti di quei progetti da far vergognare chi ci amministra ed anche chi li ha votato. Soprattutto faremmo solo cose a beneficio della città, senza assecondare gli interessi dei soliti noti. E pur tuttavia, abbiamo messo a disposizione dell’Amministrazione comunale un’idea di non difficile realizzazione, per un nuovo stadio in luogo adeguato; in corrispondenza è stato redatto da uno studio di giovani architetti, pagato con i nostri soldi, un progetto per la trasformazione dello stadio Miramare in “Acquario del Golfo”, a costo zero e con un potenziale di 300 posti di lavoro stabile; abbiamo chiesto il completamento della bonifica dell’Area Ex EniChem, con finanziamenti europei, che darebbe posti di lavoro per diversi anni; abbiamo sollecitato la pulizia del mare dalle reste e da tutta la plastica che rende asfittici i fondali, che da sola darebbe lavoro per almeno quattro anni ed incrementerebbe fortemente la capacità di pesca della nostra marineria; abbiamo suggerito due progetti d’impresa, con l’utilizzo dei fichidindia, per la produzione di mangime animale e conserve, e delle sue pale per ricavare unguenti e creme di bellezza; abbiamo suggerito la trasformazione degli scarti di mitili e conchiglie, per utilizzarli come alleggeritori del calcestruzzo, per la produzione di calcio purissimo a scopo farmaceutico, oltre che per la produzione di pavimenti ed oggetti ornamentali; abbiamo avviato un bellissimo corso sartoriale gratuito, quale stimolo per uno sviluppo artigianale autoctono, che ha suscitato grande entusiasmo, tanto che a settembre prossimo ne avvieremo un altro o anche due, viste le numerose richieste già pervenute.

Ed infine, mi fa piacere dirtelo, abbiamo posto all’attenzione della popolazione la questione Energas, che non solo toglierebbe sicurezza alla città, ma danneggerebbe gravemente la pesca e cancellerebbe ogni possibilità di avere industrie nel futuro, compresa quella turistica. Con la nostra raccolta di firme, abbiamo costretto il sindaco ed i partiti, prima molti recalcitranti, a dare il loro diniego, almeno sulla carta, all’insediamento di questo deposito, così devastante e pericoloso, non solo per Manfredonia.

Se questo ti sembra poco, fatto in meno di un anno, a me sembra incredibile. E sicuramente non ci sentiamo, come tu dici, di essere rimasti soli. Se riprenderai la frequenza dell’Associazione, come facevi una volta, sgombrando il campo dal tuo pessimismo, ti accorgerai che non solo non ci sentiamo soli ma siamo molti di più e soprattutto siamo tutti fieri che la nostra associazione, più che un partito, sia una comunità, con persone che vivono, gioiscono e soffrono insieme.

Come vedi, i nostri “NO” sono solo il rifiuto di un modo deleterio di usare la politica per i propri fini. Per noi la politica è bellezza, è volontariato, è servizio alla collettività, è libertà, è partecipazione. Prendi tutti questi valori, non monetari, e considerali dei grandi “SÌ”. Sembrano vecchi, ma un giorno torneranno. Per questi fini noi ci saremo sempre. Ci scuseranno certuni ed i loro servitorelli, ma noi non sappiamo né rubare né asservire altri uomini.

Ti saluto, con la convinzione che ti farebbe bene tornare con noi. Ti abbiamo visto pieno di vigore ed ottimismo quando ci frequentavi, adesso ci dispiace sentirti solo ed abbastanza demoralizzato.

Vieni a prender un gelato da noi, se ti va. Affettuosamente.”

(A cura di Italo Magno, Manfredonia Nuova – 10.07.2016)



Vota questo articolo:
57

Commenti


  • La figlia del fotografo

    IO NON MAGNO!!!!!!


  • la valigia sul letto

    E brav a u professor.


  • Davide

    Vai a prendere il gelato, Antonello! ci sarà anche Antonella e Iolanda e tanta altra bella gente.


  • poli

    Che dire è tutto un dire in positivo. Bravo e grazie prof. Magno che Dio ti renda merito del tuo impegno per questa città ed i suoi cittadini. Grazie da un tuo estimatore anonimo.


  • Sorridi sei a Manfredonia: la città dei balocchi

    Meno male che c’è il Prof. Magno con il suo movimento cittadino, altrimenti che noia e che torpore e che controllo delle masse balocche. Indomito, intrepido davvero una luce illuminante in questo mare nero di ipocrisia che i maestri burattinai tentano quotidianamente di edulcolarlo tentando di mascherare degli spaventosi disastri e scempi.


  • Le piramidi di San Spiriticchio con 12 terribili sarcofagi pieni di 60.000 di lt di gpl

    E che dire delle migliaia di turisti che verranno a visitare il grandissimo dono dei faraoni sipontini?


  • Mario

    Professore le do solo ragione sulla questione ENERGAS,solo che lei questo fattore lo ha usato solo per farsi pubblicità mentre altri politici si sono dati da fare per fare fatti!
    Lei non misura le parole quando parla,lei accusa,lei punta il dito,lei distoglie le attenzioni del popolo dalla realtà,lei usa metodi di disinformazione impressionanti,se qualcuno non la pensa come lei per voi è marcio,lei dalle votazioni ad oggi ha solo sciacallato in tutto e per tutto,lei dice che nei consigli comunali ha portato suggerimenti,QUANDO??lei nei consigli comunali ha pensato solo di portare la sua misera comitiva a fare altro,lei nei consigli comunali ha fatto solo accuse,lei nei consigli comunali ha detto solo stupidaggini,lei nei consigli comunali ha sempre pensato bene di farsi preparare il discorsetto da non so chi!Lei nei consigli comunali è stato sempre contro ribattuto a suon di sberle senza dare nessuna contro risposta e sa perché professore,perché lei non sa quel che dice!lei ha giocato su fatti personali dell attuale sindaco che erano solo prettamente personali per farsi la sua campagna elettorale e lo ha fatto e lo continua a fare dalle primarie!!
    Ora le riporto una discorso che ha fatto in questo comunicato:
    CHI FA QUESTE AFFERMAZIONI,CON ASSOLUTA EVIDENZA, HA TACIUTO NEI 20 ANNI PRECEDENTI,QUANDO CON SPERPERO DI DENARO PUBBLICO E DANNI ALLA CITTÀ,SONO STATI SILENZIATI TUTTI I CONSIGLIERI E L OPPOSIZIONE…
    Guardi cosa sa fare lei professore lei sa accusare lei sa puntare il dito,lei FA AFFERMAZIONI gravi che potrebbero comportare querele importanti.
    Infine le dico caro professore non se la prenda con Antonello quando le dice che lei e il suo gruppo siete privi di argomenti perché è solo REALTÀ…
    IL SUA ACQUARIO AL MIRAMARE CHE DAREBBE 300 POSTI DI LAVORO A COSTO ZERO COME DICE LEI CHI GLIELO FA??SE LO FA LEI PROFESSORE CON LA SUA PENSIONE??
    Ecco la differenza tra REALTÀ e FANTASIA..
    La saluto professore


  • Te lo ricordi Italo Magno?

    Intestarsi battaglie portate avanti da ben altre associazioni, anzi collettivi, è un po’ marcio. E che dire delle vicende del comitato di salute che si sta sgretolando per questioni di astio tra le persone che lo compongono?

    Il nuovo stadio con quali soldi si dovrebbe fare? E da quando un museo del golfo o come lo chiama lei, potrebbe impiegare 10 volte il numero di impiegati di un ufficio postale?

    Caro Magno torni a fare pubblicità ai suoi libri e a dare del “bambino viziato” a tutti coloro che non la pensano come lei, che di carriera politica ne farà…

    Riccardi a Manfredonia vince perchè le alternative sono davvero davvero imbarazzanti. Il che è tutto dire…


  • Francesco

    X Mario: Riporto tra parentesi una parte del suo intervento: (Ora le riporto una discorso che ha fatto in questo comunicato:
    CHI FA QUESTE AFFERMAZIONI,CON ASSOLUTA EVIDENZA, HA TACIUTO NEI 20 ANNI PRECEDENTI,QUANDO CON SPERPERO DI DENARO PUBBLICO E DANNI ALLA CITTÀ,SONO STATI SILENZIATI TUTTI I CONSIGLIERI E L OPPOSIZIONE…
    Guardi cosa sa fare lei professore lei sa accusare lei sa puntare il dito,lei FA AFFERMAZIONI gravi che potrebbero comportare querele importanti.)
    Le querele non sono arrivate in quanto sono verità. I 18.000.000 di euro che sono diventati un mutuo trentennale (rata annua circa 700.000 euro) sono veri purtroppo. I numerosi palazzi costruiti come alberghi vicino l’Acqua di Cristo e diventati abitazioni abusive cosa sono? Nessun consigliere che vuole fare l’assessore perchè può essere trombato dal sindaco? L’urbanistica, con distruzione inutile di territorio, pensata per 80.000 abitanti è stato un errore riconosciuto in consiglio comunale non è stato fatto per favorire qualcuno?
    La posizione dell’attuale mercato settimanale non rispettando le distanze dalla grotta Scaloria chi hanno favorito? Se non lo sai fattelo dire dai tuoi amici.
    Gli insulti e le aggressioni verbali sui forum ed in consiglio comunale dimostrano che Magno dice la verità, purtroppo.


  • le cene con energas a base di panettoni e cesti natalizi

    Vogliamo parlare della vicenda pirp, altro capitolo interessante di cui parlare, fondi vincolati presi per motivazioni precise e invece impiegate in modo diverso? Della piscina comunale costata il doppio ai contribuenti e gestita da privati? Vogliamo parlare dei suoli di santo spiriticchio venduti, un vero affare? Vogliamo parlare di pista ciclabile, l’unica in italia costata cosi tanto a metro quadro e poi cancellata come se i soldi impiegati non fossero pubblici, senza dare nessuna spiegazione?vogliamo parlare della zona ASI? Potrei citarne tante di altre opacita amministrative. Magno ricordati sei attaccato perché l’unico a mettere su carta le verità nascoste, quelle di una politica con due facce.


  • pino

    Mamma mia e costoro vogliono guidare la città? Solo teoria e lo dimostro: per fare l’acquario del golfo dive oggi è ubicato lo stadio significa la realizzazione di un nuovo stadio da qualche altra parte…con costi attualmente impossibili per il nostro Comune…..i fichi d’india come risorsa industriale….a Manfedonia sono rimaste poche macchie totalmente insuffucienti per uno sfruttamento industriale….le conchiglie…beh lasciamo perdere…progetti bambineschi…inoltre a chi amministra la città si chiede di creare le condizioni acchè si sviluppi lavoro non crearlo altrimenti si confonde la politica con l’imprenditoria con i consequenziali problemi di conflitto d’interesse…non scherziamo su queste cose perchè il popolo meno acculturat0.potrebbe veramente credere a queste diciamo progettini insignificanti per la nostra città!


  • Gino5st

    Purtroppo come spesso accade ci sono troppi interessi di imprenditori politici o politici imprenditori
    Se qualcuno denunciasse alla magistratura come spesso facciamo noi ci sarebbe molta più trasparenza e i soliti furbetti che cercano di arricchirsi con la politica sarebbero molto ma molto più attenti
    Se si verificassero il patrimonio di ogni singolo consigliere ma soprattutto assessore prima e dopo il mandato si potrebbe facilmente vetificare chi si è arricchito e chi invece no
    Oggi persino per un dipendente pubblico è difficile avere il mutuo e comprare casa, volete vedere quanti politici ne hanno acquistata una, e non solo, durante il loro mandato?
    La guardia di finanza perché non verifica ?


  • l'anticristo si è fermato a Manfredonia

    Le forze del bene alla fine vinceranno e smaschereranno i diavoli camuffati da angeli.


  • poli

    Dobbiamo aspettare la costituzione della Polizia Federale Europea….


  • poli

    Alcuni interventi contro l’operato del cond. Magno di vede ad un miglio che sono scritto da altri cons.ri.
    Se ho individuato bene dico a costoro che per loro il confronto è nella sala consiliare, li si vede chi è asservito a determinati ordini siano essi politici o di altro genere….
    Costoro se si mascherano dietro un nomignolo non sono altro che omini chi e sicuramente non sono consiglieri comunali che solo in quel contesto devono contrapposte le rispettive vedute ed analisi…. Così si è solo un yes man.


  • VERITA'

    RAGAZZI E PURE LA CAMPAGNA ELETTORALE HA VISTO VINCITORE IL SIGNOR SINDACO RICCARDI GIA’ DA TUTTI SCONFITTO..MA VI RIPETO I MANFREDONIANI MICA SONO SCEMI…FARE ACQUARIO AL MIRAMARE MA SE I PESCI IN MARE NON CI SONO PIU’..E POI NON TOCCATE IL MIRAMARE SARA’ SEMPRE IL CAMPO DI CALCIO DI ORA DI DOMAMI E DI SEMPRE…QUANTE ILLUSIONI E POCA REALTA’ EGREGGIO SIGNOR PROF.ITALO MAGNO..VORREI RICORDARE MANFREDONIA ANNI 1965…E NON DICO ALTRO…E TOTO’ ION UN FRASE DISSE HO DETTO TUTTO……VAI SINDACO RICCARDI….


  • Nico

    Caro professore dei miei stivali, continui imperterrito con articoli squallidi, falsi e tendenziosi . (non pubblicabile,ndr), però a sciacallare . Parli ancora di Acquario, corsi di cucito ecc, ma non ti vergogni, hai tentato sin dalle primarie con mezzi loschi di infangare il tuo avversario. Credimi hai tanto da imparare da Riccardi, invece di dire -*-, perché non gli chiedi come fa a governare in un momento così difficile. Hai lavorato tanti anni prima come professore e poi come preside, a carico di mamma stato. Oggi giustamente dopo tanto lavoro sotto il sole e sotto la pioggia e freddo vorresti dare il tuo contributo di come si prendono soldi senza —–. Caro professore per governare un paese ci vogliono idee, progetti, programmi e soprattutto -O I MARONI, CHE LEI MI —–. LEI HA INVITATO ANTONELLO A PRENDERE UN GELATO, MI RACCOMANDO NON FACCIA BRUTTE FIGURE, (non pubblicabile,ndr)= P.S. Caro Antonello prima di (non pubblicabile,ndr)


  • leona

    Caro professore Magno deve capire che certe verità sono indigeste e pesanti per chi sa dire solo” io, io, io, ” come gli asini che tagliano, che la verità fa male, per le puledre stare, che la verità politica è veleno per demagogi che usano la politica per arricchirsi, insomma, capisca professore Magno che lei subirà attacchi gratuiti pieni di livore e astio da parte di quanti senza la sussistenza politica sarebbero solo pidocchi da schiacciare.
    Ricordi più la insultano, più la deridono , più la sua verità è forte. I serpenti si agitano solo quando si sentono in pericolo.


  • loredana

    Cara Leona dei parco giochi, perché non ti senti quanti io,io,io,io il tuo caro professore invoca nei suoi interventi. Guardi la pagliuzza nell’occhio di Riccardi e non vedo la TRAVE del tuo professore.Mi raccomando il GELATO !

  • Hanno devastato una citta’ hanno gestito i patti d’area hanno creato un debito pubblico di tipo sudamericano non hanno creato un posto di lavoro stanno dissangundo i cittadini di tasse incuria degrado anareia cemento inutili paludi il loro piano industriale in cosa consiste? Al depisito di GPL? Ma ietvinn a fe’ ghl


  • pino

    Per elettore deluso

    CHI DEVE CREARE I POSTI DI LAVORO IL SINDACO? Mi sa che la tua cultura è pari a zero se asserisci questo…il sindaco non da posti di lavoro ma crea le condizioni..poi se gli imprenditori non colgono la palla al balzo prendetevela con loro ma anche con noi stessi incapaci di fare impresa!


  • Paolo

    Salve! Volevo ringraziare il Professor Magno per il suo impegno se non fosse per lui Manfredonia sarebbe come Pyongyang! Infatti dopo tantissimi anni senza alcun oppositore finalmente un voce fuori del coro e gli uomini di corte a denigrarlo miseramente. Addirittura si accusa un uomo di cultura perchè ha servito lo Stato, a carico di mamma stato, sarebbe bello conoscere a quale mamma sono a carico certi scribi che iniettono veleno nei forum e che senso dello hanno dello Stato? In un momento cosi difficile per chi è abituato a spendere decine di milioni di euro per ” la fabbrica del consenso” è dura? Vedrete quando sarà dura trovare una nuova mamma che vi nutri! Perchè sarebbe spazzati via per sempre! La vostra politica è più assai vicina di quanto immaginate


  • Paolo

    Salve! Volevo ringraziare il Professor Magno per il suo impegno se non fosse per lui Manfredonia sarebbe come Pyongyang! Infatti dopo tantissimi anni senza alcun oppositore finalmente un voce fuori del coro e gli uomini di corte a denigrarlo miseramente. Addirittura si accusa un uomo di cultura perchè ha servito lo Stato, a carico di mamma stato, sarebbe bello conoscere a quale mamma sono a carico certi scribi che iniettono veleno nei forum e che senso dello hanno dello Stato? In un momento cosi difficile per chi è abituato a spendere decine di milioni di euro per ” la fabbrica del consenso” è dura? Vedrete quando sarà dura trovare una nuova mamma che vi nutri! Perchè sarebbe spazzati via per sempre! La vostra fine politica è più assai vicina di quanto immaginate


  • Cena con il botto finale

    Per fare politica seria a Manfredonia bisogna essere degli eroi.


  • elettore deluso

    a pino

    Il sindaco non può creare posti di lavoro ma creare presupposti affinchè si realizzino. Investimenti sulle infrastrutture, recupero della grandissima sacca di evasione fiscale. calo drastico delle imposte, avere una idea chiara su dei settori dove puntare! Ma che idee ha lui? Bohhhhhh in campagna elettorale parlava di pannoloni degli anziani e degli altri che non avevano un piano industriale!! Il suo piano dove sta?


  • alfieri

    Il sindaco non da posti di lavoro? E il nipote del sindaco chi lo ha fatto assumere, il fantasma di Palazzo?
    Crea le condizioni? Bella questa barzelletta: fallimento contratto d’area, fallimento mercato ittico, fallimento gema, fallimento treno tram, fallimento porto turistico, se questo è l’indirizzo, si capisce il perché di tanti disoccupati, si faccia benedire che non porta bene!!!
    Nel frattempo facciamo gli scongiuri.


  • VERITA'

    PER ELETTORE DELUSO NON LA CONOSCO E NON SAPREI SE LA SUA PERSONA E’ NATA A MANFREDONIA..PARLARE E ADDOSSARE COLPE O PROBLEMI A PERSONE CHE NON VI ENTRANO ..E LE SPIEGO I CONTRATTI D’AREA HANNO DATO TANTO LAVORO E TUTTI HANNO BENEFICIATO..NON VI E ‘STATO L’IMPEGNO DA PARTE DELLE AZIENDE E NESSUN CONTROLLO DA PARTE DELLO STATO PER LA CONTINUAZIONE DI ALCUNE AZIENDE CHE HANNO AGITO IN PERFETTA RUBERIA A DANNO DEGLI OPERAI …NON SCAGLIATEVI O ADDOSSARE COLPE A TIZIO O CAIO..MA SAREBBE IL CASO DI DIRE NOSTRE COLPE DI NON AVER DENUNCIATO GLI IMPRENDITORE…MEDITA


  • Antonello Scarlatella

    Caro Italo ti scrivo.
    Apri questa tua nota scrivendo: “non sappiamo ne rubare ne asservire altri uomini”
    Scusa ma io per caso vi ho mai detto che rubate? Vi ho mai detto che siete degli asserviti?
    Il sottoscritto vi ha detto altre cose, ma sempre in chiave di critica costruttiva. Vedo però che ogni qualvolta in questa città qualcuno avanza una critica verso l’altro o verso un gruppo la si prende come offesa personale oppure che si è venduto al potere.
    Ti ho detto che essere opposizione dal mio punto di vista significa dialogare con chi gestisce la cosa pubblica, cosa che ormai non potrete mai fare e ti spiegherò di seguito il perchè.
    Ti ho detto che l’opposizione si fa generando progettualità e non futilità,
    Ti ho detto che essere opposizione non significa star li ogni giorno a sputtanare chi comanda, anche magari a giusta ragione, ma nel momento in cui sputtani ti autoescludi di default da qualsiasi interlocutorio possibile con chi gestisce la cosa pubblica.
    Se uno ama realmente la propria città deve a volte saper ingoiare rospi amari. Diversamente sei fuori da qualsiasi tipo di proposta, di trattativa di progetto.
    Nel profondo del tuo cuore sai benissimo che io ne mi vendo a nessuno e ne sono diventato pro amministrazione.
    Essere di un parere diverso dagli amministratori non significa non rispettarli. In molti magari non se lo meritano il rispetto ciò non significa che se li incontri non ci puoi prendere il caffè insieme, oppure devi gioire delle proprie disgrazie.
    Qui siamo arrivati al punto che se qualcuno fa un incidente stradale, come è accaduto, si arriva ad insinuare schifezze, porcherie, da far rabbrividire i porci e non le persone. (certamente non parlo di te).
    Quante gliene ho cantate in campagna elettorale tramite questo forum o tramite articoli. Ma sempre cose inerenti alle loro strategie politiche (fallimentari) mai sul piano personale.
    Qualcuno mi trovasse un’offesa sul piano personale che ho fatto ad un politico. Mi auto querelo e la pubblico su questa testata.
    Ricordi caro Italo quando in campagna elettorale andammo sul porto e mi volevi convincere che un Sindaco indagato e non condannato non era candidabile?
    Ti risposi, che gli argomenti non erano quelli. TI risposi che la Costituzione quella che tu rispetti tanto sancisce che un uomo è colpevole quando viene condannato e non quando è indagato.
    La Costituzione caro Italo è come il Vangelo. Non si può osservare a nostro piacimento o a convenienza.
    Ti dissi e ti pregai in quel contesto di smetterla diversamente ti saresti isolato. Tu imperterrito hai continuato e continui ancora.
    Mi spieghi quale credito un Sindaco che viene attaccato duramente e personalmente potrà mai ascoltare le tue proposte?
    Non parliamo poi di come Manfredonia Nuova ha gestito le incomprensioni interne con Castrignano e Cavicchia. Incomprensioni che sono diventate diatribe impressionanti tali da dimezzare l’associazione.
    Io sono un emerito ignorante della politica. So di non sapere come sosteneva Socrate, Una cosa ho imparato però, visto che la mia prima giunta comunale l’ho vista ed ascoltata a cinque anni per il lavoro che faceva mio padre.
    Fare politica non significa fare la guerra. A volte per il bene comune significa scendere a patti e condizioni. Si, ci sarà poi chi recepirà la cosa in maniera diversa. In molti, in tanti non riescono a capire che in politica un compromesso non equivale ad un tradimento.
    La Città ha scelto il suo Sindaco un anno fa. L’elettorato ha sbagliato? Forse si, forse no. Oggi la città ha il suo Sindaco. Malgrado in molti lo odiano rimarrà sulla sua poltrona per i prossimi cinque anni e con lui tutta l’amministrazione comunale.
    L’abilità di una opposizione sta nell’avere quella forza propulsiva che spinge una maggioranza a fare meglio. Questa forza propulsiva non può essere sicuramente l’accusa costante e continua.
    Ipotizziamo che riesci a farlo dimettere. Quale vittoria raggiungerai se non quella di Pirro?
    Arriverà un’altro Riccardi. A sua immagine e somiglianza. E tu dovrai ricominciare la tua guerra, perdendo tempo prezioso senza risolvere le esigenze del tuo popolo.
    Ricordi cosa dissi l’ultima volta che sei venuto nel mio ufficio? Ti dissi. “ormai tutto è fatto, deposita l’ascia da guerra, la campagna elettorale è finita”
    Ora bisogna costruire, riuscirai a costruire solo ed esclusivamente con il dialogo. In campagna elettorale si dice di tutto e di più. Finita la campagna elettorale si cambia strategia ed atteggiamento. Questo se ami la città, se ami il tuo popolo.
    Da quel giorno non ti ho visto e sentito più.
    Tu vuoi risvegliare la città in questo modo? Scusami ma sorrido. Ma non ti rendi conto che i commentatori non si firmano neanche con nome e cognome perchè hanno paura poi di aver bisogno di loro.
    Ed hanno anche ragione. Non giudico mai chi è spinto dal bisogno.
    Userei un’altra strategia. Cercherei di creare un magnetismo in modo tale che chi è contro ad una linea politica non sia più “dipendente” dal bisogno.
    Chi spara oggi a raffica tramite i commenti contro l’amministrazione, si votasse domani sarebbe li a rivotarli oltre a fare la foto in cabina elettorale per dimostrare il voto.
    Non hanno alternativa e sanno benissimo che l’alternativa non è la guerra, ma il compromesso.
    Gli odi, i livori, le guerre hanno in tutti i contesti portato ad una solo risultato.
    Ne vincitori, ne perdenti.
    Io il gelato con te lo mangio volentieri. Non ho nemici. Chi mi ritiene tale è un problema suo. Il gelato, la pizza, una cena, con chiunque. Rispetto l’uomo caro Italo anche non condividendo a volte le sue azioni e le sue strategie. Fosse il peggiore dei miei nemici.
    Per me resta il fatto che voi non state facendo opposizione. L’opposizione ripeto è quella forza che spinge la maggioranza a fare bene, per la popolazione, per la città per la comunità. Questa opposizione così come la vuoi fare tu produrrà solo lo scioglimento del movimento Manfredonia Nuova.
    Sono demoralizzato vero. Sai il perchè? Perchè mi rendo conto che nella nostra città non cambierà mai nulla. Non è questo il modo di porsi, di operare di pianificare tutti hanno sete di una giustizia che non avverrà mai.
    Io non rovino caro Italo il mio presente per un passato che non ha futuro per lavoro debbo combattere ogni giorno per assicurare lo stipendio ai miei dipendenti. Il politico deve combattere ogni giorno per il benessere dei suoi cittadini, diversamente non è un politico.
    Chi vivrà vedrà.


  • LA ZONA DELLA FONTANA CHIESA SANT'ANDREA E' SOMMERSA DAI RIFIUTI

    VERGOGNA! VERGOGNA! UNA MAREA DI RIFIUTI MA SCHIFO E MAI QUESTO?????VERGOGNA!!!


  • ex fan Riccardi - Campo - Bordo letteralmente schifato e indignato

    La mattina che mi faccio la barba quasi mi vergogno di guardarmi allo specchio per il gravissimo errore che ho commesso tante volte. Errore che non commetterò mai più.


  • cittadino ignorante

    Sig. Scarlatella, la gente non si firma non perchè tema che non possa ottenere favori, teme il potere e tutte le protezioni di cui gode e i tanti serpenti che in incognita sputano veleno, in fondo un povero cittadino indifeso teme di essere bersagliato e schernito. Lei per caso non fu bersagliato sui facebook durante il periodo elettorale perchè ci mise la faccia? E chi erano coloro i quali la prendevano di mira vigliaccamente? O sbaglio? Chi erano se le mai chiesto? Onore a lei ma si è posto il problema dello spessore morale di chi lo attaccava?

  • Perche’ non indire un referendum Doniagasexit? Non se ne puo’ piu’ di essere presi quotidinamente x i fondelli!


  • pino

    Bravo Scarlatella..condivido….Manfredonia non ha bisogno di uno come Magno che ha esasperato gli animi ma di uno che conciliante ma.nello stesso tempo che sia sia pungolo…..ma siete sicuri che a Manfredonia ci sia uno più capace, pragmatico, competente, carismatico di Riccardi? IO DICO DI NON C’È!


  • antonella

    Caro Antonello, fino a oggi mi sono messa a leggere senza intervenire, ora credo sia giusto dare pane al pane, dopo il caffè te lo offro volentieri senza rancore, come affermi tu, anche io rispetto tutti, mentre la mia stima la riservo a pochi che davvero ne sono degni, vogliamo parlare di amministrazione, ebbene, lo scorso anno, subito prima delle elezioni ho avuto modo di scambiare qualche battuta con il sindaco, in forma privata, gli ho ribadito che molte delle mie contestazioni verso l’operato dell’amministrazione erano rivolte appunto all’amministratore, precisando bene la questione, in modo inequivocabile, ho precisato che nulla nelle contestazioni fatte fino allora toccava la sfera privata, la cosa non è cambiata sai, nulla nelle attuali contestazioni tocca il privato, noi abbiamo contestato e continueremo a contestare ogni decisione, ogni atto amministrativo o politico che lede, vessa, sottrae diritti, che viola le leggi, che estorce verità o che la deforma in favore di qualcuno per arrecare vantaggio a scapito della comunità, denunceremo ogni soppruso, opacità, ogni abuso di potere, ogni costrizione, ogni pervicace intento ai danni della cosa pubblica, ogni sottrazione, ogni corruzione, scaveremo il marcio, il maltoto, i silenzi, gli opportunismi, le appropriazioni indebite, le minacce, la violenza, l’ignoranza, la maleducazione, denunceremo sempre e comunque senza compromessi di sorta senza attenuanti di genere, punteremo il dito verso chi si è macchiato di misfatti ai danni della comunità senza remore, essere all’opposizione vuol dire FARE OPPOSIZIONE, SENZA COMPROMESSI, i compromessi sono per quelli che non hanno ne onore ne coraggio, ne capacità di vera opposizione, quelli limitati intellettualmente e moralmente, quelli che vivono una vita prona, un esistenza inutile e vuota e per sentirsi forti hanno bisogno di essere leggittimati, di essere accettati, di essere accontentati, perché è questo il motivo che si cela dietro la logica del compromesso, il CONTENTINO FACILE E RENUMERATIVO, perchè caro Antonello , per certi è più facile cedere che lottare, un uomo si misura a centimetri e sulla base della parola data, oggi i valori non esistono più perché si è legittimato la logica del compromesso per giustificare ogni vigliaccheria politica e amministrativa, ecco perchè il popolo ha perso fiducia, ha perso fiducia perché coscente del tipo di opposizione che ha calpestato il pavimento delle assisse.
    La tua visione politica del fare opposizione è assai relativa e limitata, senza offese, una giustificazione arrangiata alla bene e meglio che non rende onore ne ragione di sorta, voglio farti riflettere su un punto importante, affermando che il compromesso è l’unica soluzione per dialogare con certe amministrazioni, si afferma tacitamente, allo stesso tempo che tali amministrazioni non hanno in se “principio democratico”, ne tantomeno predisposizione al dialogo per il bene comune, affermando tale concetto, cioé il ricorso al compromesso, si palesa il concetto che tale maggioranza è autoritaria e autocratica, che non si amministra con equità ne per tutelare il principio di essere eletti per rendere un servizio alla comunità, la logica del compromesso fa passare per acquisito il concetto dell’asservimento al potere politico. Noi rifiutiiamo con tutte le forze concetti così deleteri, tanto gravi e ignominiosi, la cui diffusione serve solo per tenere a bada le masse, utile solo per privare di ideali sacri e onesti il popolo, lavargli il cervello e disaffezionarli dalla vita politica e sociale. Il sindaco è la figura istituzionale che cura gli interessi collettivi, non quelli di pochi, che difende la legge non che la vessa e piega a suo piacimento, che da linee guida e indirizzo politico amministrativo mirato alla realizzazione del bene collettivo per la collettivita, che si attiva in favore dei suoi cittadini, sempre al loro fianco, che va nelle strade per capire eventuali problemi, che ascolta i cittadini con attenzione e rispetto, è dove non può porre soluzioni offre la solidarietà e conforto, che stringe la mano al prossimo, e se c’è da intraprendere azioni severe per punire chi sbaglia, sia esso amico o meno, non resiste a farlo, il sindaco che viene eletto, ha un mandato di assoluta fiducia con i cittadini, è come un patto scritto con il sangue, dove l’onore, l’onesta, sono punti cardine, imprescindibili e inalienabili come i diritti sanciti dalla nostra diletta Costituzione che ricordo è la piu bella e democratica al mondo, questo è ciò che dovrebbe essere un sindaco e a tal sindaco nessuno dovrebbe mai pensare di sottoporre un compromesso, qualunque esso sia, senza arrecargli grave offesa alla dignità della figura istituzionale e all’onore dell’uomo. Tanto vale anche per una degna opposizione. Ora detto ciò se vuoi, visto che tu non hai nemici io uguale possiamo andare a prendere il caffè e puoi invitare anche il sindaco, non credo accetterà ma l’invito resta uguale, perché da questa parte esiste la convinzione di aver sempre contestato e a ragion veduta, anche se con fare duro, l’amministratore non la persona.


  • Gino5st

    X Antonello
    Come tu dici ci deve essere dialogo
    Ma loro o meglio Lui cerca o chiede dialogo ?????
    Tu lo conosci, e parlo del sindaco , che non si interfaccia con nessuno, si muove da solo per le questioni più importanti, per le cazzatelle delega ad altri.
    Puoi avere dialogo con una amministrazione che rinnova appalti e sempre ai soliti soggetti?
    Puoi avere dialogo con chi, e per fortuna non tutti, cerca con la politica di fare l’imprenditore ????
    Non hanno dialogo nemmeno tra loro in maggioranza seguendo il motto latino del dividi et impera
    Qui ci sono interessi che non ti immagini
    Dall’epoca d’oro del fotovoltaico ed eolico della nostra capitanata terra di conquiste, e tu pensi che nessuno ci ha marciato sopra?? Perché qui nessuno denuncia e nessuno indaga
    Oppure altro esempio quello di
    Una società biomassa costruita notte tempo nella zona industriale dove si dice che 2 ingegneri facevano i direttori uno dei quali attuale direttore del ASE e un altro ha fatto il dirigente al comune e tra queste due società da quello che si dice si è creato combinazione un intreccio?
    Per non parlare poi di alcuni politici assessori alcuni attuali che in 10 anni si sono acquistati casa magari con un mutuo ?? E da quali imprenditori del mattone??
    Io penso come te che chi fa politica lo deve fare per la città e i suoi cittadini e mai per se stesso, neanche inserendo familiari ed amici in aziende solo perché tu sei politico e potresti accelerare qualche pratica
    Questo è sbagliato
    Poi caro Antonello, l’opposizione deve fare l’opposizione e non una grande accozzaglia maggioritaria del “volemosi bene”, altrove i consiglieri di opposizione contestano alla propria maggioranza qualsiasi atto, qualsiasi appalti, qualsiasi decisione che non ha logica se non quelle dette in precedenza
    Io sono sempre per la legalità e la correttezza e spero che la magistratura intervenga e se nessuno a niente da nascondere non deve avere paura di nulla
    Alcune denunce ci sono vedremo come andrà a finire


  • Orgoglioso di non aver votato Riccardi

    Finalmente un po’ di vera opposizione , bravo consigliere Magno! “I politici devono combattere ogni giorno per il benessere dei propri cittadini, diversamente non sono politici…..”(Cito il commento di A.Scarlatella)Il problema è che noi siamo governati da persone indegne, guidate solo dai propri interessi individuali, privi di qualsiasi seria progettualità, pronti a svendere il nostro territorio “per una fetta di panettone….” .C’è già chi ha citato ilfallimento del contratto d’aria, il porto turistico senza barche ecc. Io aggiungo che è vergognoso e scandaloso non aver saputo utilizzare i 462.907,11messi a disposizione dalla regione Puglia per finanziare i “Buoni servizio” a favore dei disabili e degli anziani non autosufficienti.Quante persone si sarebbero potute aiutare e quanti avrebbero potuto lavorare con quei FONDI che invece sono stati REVOCATI PERCHÈ NON UTILIZZATI! Così i nostri politici “combattono per il nostro benessere”


  • Mario

    QUESTO È LEI PROFESSORE!
    Devo dire COMLIMENTI ANTONELLO!!
    E lei caro professore avrebbe il desiderio di amministrare una città con tutti i problemi che ci sono???
    Lo sa come diceva il grande TOTÒ “MA MI FACCIA IL PIACERE!!!!”
    La risaluto professore


  • Forza Italo

    Antonello le tue dichiarazioni confermano che la tua visione politica è quella di sempre. Alla Razzi.


  • IL MIRAMARE PER PIGLIARE PER I FONDELL

    Scusate ma devo dire che di cazzate se ne dicono nei forum, tutto dedito alla denigrazione del vero e giusto.Quali condizioni per fare impresa se la mafia e’ alle vette dell’Himalaya?si pensa alle cazzate quando, se si vuole, si puo’ sfruttare cio’ che la natura e la posizione geografica ci consente di avere .Non dobbiamo importare Energas perche’ fa comodo a qualcuno, semplicemente fare cio’ che e’ piu’ consono alla citta’ .Dite che sono utopia? Allora lasciate che chi ha piu’ palle di voi, governi il paese.Ma no, la poltrona frizza , capisco.Meglio denigrare, vi riesce meglio.Immondizia ovunque, tasse, merda di cane, cani senza museruola in luoghi dove ci sono bimbi, non c’ e’ un bagno biologico nei punti strategici della citta’, giovani che migrano a iosa il lavoro, parco giochi distrutti, E meglio che non elenco altro che l’insipienza dei potenti accieca le esigenze della citta’.Mi vergogno di far parte di questa citta’ ora.Piuttosto meglio essere detto che sono di Zapponeta.Ma guardatw e fate qualcosa piu ‘ che difendervi a suon di figuracce e denigrazioni.Pensate davvero che la gente e’ scema e non vede quello che fate o non fate?


  • Maria Guerra

    Grande Antonello, neppure Benito aveva tanto successo a furor di popolo. Stai con tutti con il dialogo, ma non ti sposi con nessuno, ovvero non riesci a trattenerti con nessuno. Quale sarà la tua vera identità?


  • Forza Italo

    Antonello, il tuo modo di concepire la politica è quello di sempre… alla Razzi.


  • Franco

    Davigo: “Politici perbene non siedano vicino ai corrotti”

    Il presidente dell’Anm propone incentivi per chi denuncia la corruzione e invita la politica a fare valutazioni autonome rispetto ai procedimenti giudiziari: “Vorrei vivere in un Paese dove ci vuole coraggio a fare il delinquente, non a essere onesto”
    Il ruolo della politica. Il presidente ritiene che “il potere politico compie un errore gravissimo quando, di fronte a episodi di corruzione che riguardano esponenti politici, si limita a dire che occorre attendere che la giustizia faccia il suo corso”. Per Davigo questo tipo di atteggiamento “è una sorta di delega della politica alla magistratura a compiere una selezione della classe dirigente. Ma la politica dovrebbe invece – secondo il presidente dell’Anm – dimostrare una propria, autonoma capacità di valutazione rispetto ai procedimenti giudiziari. Se la politica si avvalesse su questo tema di una sua autonomia di giudizio questo basterebbe a far allentare la tensione, spesso al calor bianco, tra la politica stessa e la magistratura”, ha ribadito Davigo, che ha concluso dicendo che vorrebbe “vivere in un Paese dove ci vuole coraggio a fare il delinquente, non a essere onesto”.


  • GIORGIO

    Carissimo Antonello, ricordati, NON C’È PEGGIOR SORDO DI CHI NON VUOL SENTIRE. Puoi discutere con un personaggio pieno di odio, acredine, invidioso e falso, che dall’inizio delle primarie ad oggi non ha fatto altro che sciacallare sulla persona con articoli e comunicati. Articoli non propositivi, ma falsi e tendenziosi. Si carissimo Antonello, perché al professorino non gli sono andate giù tutte le sconfitte subite. Sai perché ha perso? Perché non ha proposto nulla, se non dei miseri e vigliacchi attacchi personali alla persona. Aveva programmato tutto, quattro candidati sindaci,più quattro o cinque traditori e il gioco è fatto, purtroppo per lui, c’è sempre da LASSÙ QUALCUNO che vede e provvede. Attorniato da cinque o sei cortigiane continua imperterrito come se nulla fosse accaduto e fossimo ancora in campagna elettorale ad accusare . Loro la parte buona, la parte onesta, la parte che cammina con la testa alta e tutti quelli che hanno votato il sindaco, gente collusa, gente lecchina…ecc. Mai una proposta, no, anzi , qualche proposta dopo un’ anno l’hanno fatta: le


  • GIORGIO

    …..Le famose piazze d’acqua, l’ acquario con trecento posti di lavoro e il famoso corso di cucito. Carissimo Antonello lui ” o professor” è fatto così : o con me o contro di me. Vorrebbe emulare qualche altro, ma non ha la stoffa, per non dire qualche altra parola. Lui ” o professor ” non accetta consigli , vedi Cavicchia e Castrignano, tanto per citarni alcuni, perché lui è ” o professor dei miei stivali “.


  • laura A.

    Povera manfredonia in che mani siamo finiti, non cè onore, ne dignità ne onestà,professore Magno lei è tanto onesto quanto corretto e leale, mi dispiace che manfredonia abbiamo visto tanta miseria umana che invece dovrebbe onorare ben altri valori.lei Magno è sicuramente l’unico esempio di correttezza che questa città vedrà in questo tempo.


  • RE MANFREDI

    Se non fosse per questo coraggioso, incorruttibile, imparziale, democratico giornale on line, ormai di statura informativa, oserei dire “internazionale” i miei poveri sudditi comuni mortali Manfredoniani non avrebbero che un piccolo spazio dove sfogarsii! Se non fosse per l’altissimo merito di questa testata e anche altre, saremmo davvero nel medio evo più cupo! Per il resto stendo un velo pietosissimo per chi gestisce le redini del del destino della città. Figli scellerati e indegni trattano i miei sudditi come “carne da macello”.


  • RE MANFREDI

    Italo Magno e giovani sipontini puri di cuore, avete la mia benedizione!


  • Redazione

    E’ gentilissimo ed eccessivamente buono, un grande e sincero abbraccio. Buona giornata; Stato Quotidiano.it – segreteria@statoquotidiano.it


  • Antonello Scarlatella

    Rispondo a Franco. Ha ragione Davigo. Ma Davigo parla di politici che hanno avuto condanne per corruzione.
    Parla di chi è stato preso in flagranza di reato. A Manfredonia non mi risultano politici che abbiano avuto condanne per corruzione o concussione. Sicuramente ci sono corrotti ma ad oggi per reati contro la pubblica amministrazione non mi risultano neanche indagati.
    Tutti sanno, tutti ipotizzano, forse qualcuno ha anche le prove ma nessuno le mette fuori solo chiacchiere.
    Quindi il tuo accostamento a Pierluigi Davigo è fuori luogo.

    Solo una piccola nota poi.
    Che desolazione prendere coscienza del perché questa città ha collezionato solo fallimenti e non avrà mai un futuro….visto i presupposti.


  • antonella

    È triste vedere come vengono sviliti, piegati e assogettati valori morali e intellettuali che invece dovrebbero essere un baluardo di integerrimità per chi riceve un mandato istituzionale, per chi è investito di potere politico, realizzando il fine istituzionale nel suo significato più alto, servire il popolo. I politici di oggi servono solo se stessi. Questa è la più grande sconfitta della politica, l’alto tradimento consumato verso questo popolo. Vergogna


  • Ma vattin

    Antonello,
    Adesso perdi di credibilità.
    Antonello, adesso perdi di ogni credibilità, perché il sindaco Riccardi è stato rinviato a giudizio proprio per CORRUZIONE e PECULATO, per i gravi indizi e per le intercettazioni che sono state riportate su tutti i giornali.

    E vattele a leggere queste intercettazioni e motivazioni per favore. non tirare fuori nessuno è colpevole finchè non è alla cassazione perchè non regge.


  • Maria Guerra

    Antonellu è buono e vede tutti buoni perchè Antonellu è vero, Antonellu capisce quando il gioco finisce. Il prossimo assessore ai lavori si chiamerà Antonellu, perchè nessun assessore farebbe meglio di Antonellu

  • Caro Antonello concordo con te in pieno.
    Ma…

    Ormai sono diversi mesi che ho abbandonato o meglio rinunciato ad occuparmi di politica e attività sociale in genere in questa città. Ho cominciato qualche anno fa (2009 circa) dopo essere stato costretto a ritornare a casa, per motivi personali, per dare il mio piccolo contributo alla comunità come ogni singolo cittadino dovrebve fare. Quindi senza conoscere persone e personaggi attraverso amici ho iniziato a frequentare associazioni e partiti. Dal 2009 ad oggi quel poco che ho visto e vissuto personalmente nei due partiti che ho frequentato è stato solo disgusto e schifo. Ho assistito prevalentemente a strategie di conquista di poltrone sfruttando la povera gente (ignorante e/o senza lavoro) e quindi persone e famiglie disperate (ed in questa città c’è un grosso/enorme bacino in questo senso purtroppo). Compravendita di voti in cambio spesso anche di sole promesse di qualche favore o posto di lavoro (di qualche mese o giorni!).
    Ma…

    O provato, come sai, anche in Manfredonia Nuova. Sono stato in prima fila per questo progetto fin dai primi istanti con altri pochi per creare qualcosa di Nuovo di diverso dal solito magna magna politico che si respira in giro. Ho fatto e dato tutto quel che potevo offrire senza chiedere mai niente per me ma solo per dare (tempo, energie e salute). E poi sai come è finita.
    Ma…

    Ho partecipato a battaglie come quella delle pale eoliche…
    Ma…

    Ho frequentato/lavoricchiato anche con i disabili mentali dando sempre quel che potevo senza chiedere niente in cambio ma anche qui purtroppo la politica, quella con la p minuscola, la fa da padrona a scapito per l’ennesima volta dei deboli.
    Ma…

    Ovunque mi sono impegnato ho visto e vissuto in prima persona marcio, personalismo e coltivazione del proprio orticello e dei pochi conoscenti a scapito di altri. Per carità ci sono anche situazioni o associazioni che funzionano ma sono poche molto poche…
    Ma…

    Arrivo al Ma…
    È facile dare la colpa/responsabilità ha quei pochi/pochissimi che hanno il potere e lo gestiscono male o meglio per i propri fini. La vera colpa è dei singoli manfredoniani (che sono la maggioranza), si di ogni singolo cittadino che si lamenta in pubblico o in privato e che aspetta che siano sempre gli “altri” che risolvano i problemi di tutti. La maggior parte dei cittadini pensa di vivere in una giungla e non in una Repubblica Democratica che richiede per funzionare la partecipazione attiva di tutti altrimenti gestiscono quei pochi che hanno in mano il potere. Purtroppo finché si continuerà a pensare che basta occuparsi di Politica il giorno prima delle elezioni con lo scambio di favori non c’è futuro. Finché non si imparerà che bisogna occuparsi della comunità e degli altri senza aspettarsi qualcosa in cambio nello stesso modo in cui ci si dedica alla propria vita ogni giorno non ci sarà nessun futuro (non è un discorso religioso, in quanto ateo, ma la realtà. la normale e pacifica convivenza).
    Purtroppo si è pensato a fare l’Italia e non gli italiani. Sono 70 anni che non si è capito ancora niente. Ahimè continuerà ancora così e per chissà quanto ancora vista la mentalità dilagante e chi ci rimetterà sono quelli che stupidamente, come me, credono ancora in queste stronzate. Ed oggi nel frattempo se sei un “dritto” vai avanti e se sei un “onesto” o scappi verso altre città (estere forse) o resti e muori.

    Mi scuso per lo sfogo ma qui si pensa solo a sé stessi, la verità e che tutti questi batti becchi pubblici, fra persone che tra l’altro conosco, se pur giusti in parte, sono solo una perdita di tempo… servono solo a far ridere i polli che hanno capito dove va la Nave…

    Ciao, un abbraccio a tutti.
    Giuseppe Quitadamo.


  • ex elettore Magno pentito

    Come notiamo caro Antonello ogni occasione è buona per attaccare il sindaco. Antonellona che sostiene di non aver mai insultato e offeso il sindaco, quando ci sono centinaia e centinaia di commenti sul forum, per non parlare su Facebook dove scatena tutta la sua …. Oramai il professore il movimento l’ha ridotto ad una setta. .. la gente non li ha premiati alle elezioni e cercano di seminare odio. Bisogna stare attenti …. Agiscono in gruppo, denigrato,offendono, chi la pensa in maniera diversa da loro. A loro non interessa il bene della collettività, a loro interessa , disinformare, creare confusione per distruggere la persona che invidiano e odiano. Ma come sempre il bene prevarrà ….


  • antonella

    Caro Giuseppe Quitadamo hai citato la tua esperienza nell’associazione Manfredonia Nuova, ma ometti di dire quale partito hai frequentato prima dove hai visto giochi politici, scambio di voti e opportunismi consumati sulla pelle dei poveri fessi, come scrivi tu, perché lo hai omesso? a Manfredonia Nuova non si fanno accordi sotto banco ne si fa proselitismo per vincere battaglie personali per cui poi ricattare la controparte politica, a Manfredonia Nuova non si usano fessi per contrattare poltrone o scambiare voti e poltrone, a Manfredonia Nuova non ci si inchina alle blandizie della politica per ottenere favori personali, Manfredonia Nuova non ha paura di alzare i toni, non ha paura di raccontare la verità sulla politica, perché non elemosina favori, posti di lavoro, ne soldi, ne i carichi fasulli, Manfredonia Nuova è un associazione fatta da volontari che si occupano di politica e del sociale, per restituire dignità, verità , Giustizia x quanto possibile, equità sociale, senza chiedere nulla a nessuno se non il mero in pegno sociale nell’aiutare il prossimo, Manfredonia Nuova è opposizione la dove esiste il deserto dei valori come dignita, onestà, rettitudine politica, onestà intellettuale e morale, a Manfredonia Nuova Uno vale Uno nella forma democratica più stretta, a Manfredonia Nuova non ci sono compromessi perché nessuno di noi è corrotto ne corruttore. Mi dispiace che tu non abbia potuto essere parte di questa realtà, una realtà fatta di gente semplice, senza pretese, molto generose nel proprio piccolo, tese solo verso il prossimo, nel piccolo ovviamente, nessuno di noi è ricco o occupa poltrone, quindi non disponiamo di molto se non tanta volontà nel metterci a disposizione del prossimo, della verità, si, so che starai pensando quanto “fessi” siamo noi altri, anche io penso che Italo sia anche troppo teso verso il prossimo, che si spende per il bene comune anziché essere egoista e pensare ai suoi innumerevoli successi, riconoscimenti, invece perde tempo per restituire alla città uno stato di diritto vero, è cercare nel suo piccolo di cambiare questa politica che fino a oggi ha preso tutto renza mai restituire nulla a nessuno, ma non è affatto una perdita di tempo, ne lo sara mai. Capisco la tua amarezza, perché è uguale alla mia, io come te ho confidato molto nei valori della politica, poi ho inteso cosa è la politica, e ti garantisco che tra i mali io ho scelto di sicuro il minore. È una scatola fessa penserai, può essere ma è una scelta che la mia coscienza, la mia onestà intellettuale mi impone, come donna attiva nel sociale, la scelta è obligata. Ovvio non mi aspetto che tu condivida determinati valori, ne determinate visioni, anche perché costano in tutti i sensi.
    Ti auguro buona fortuna nella speranza che un giorno la tua visione politica, come la mia, siano soddisfatte come
    meritano.

  • In quasi venti anni di potere assoluto, di spartizione del potere, di silenzi dell’ oppsizione politica una persona che racconta la verita’ viene visto come un pericolo pubblico da oscurare e ridimensionarlo, Magno e
    ‘pericoloso perche’ potrebbe destare la massa balocca che vive in uno stato di torpore totale.


  • Per la salvaguardia del paese .

    Italo Magno è una persona con dei principi di vita onesti e leali , nonostante i suoi anni non verdi è rimasto sempre puro di cuore . Solo una persona che ha in sè il senso di appartenenza al proprio paese , lotta fino alla fine ,anche se è solo nella battaglia, perchè sa di essere nel giusto ,senza aspettarsi plausi e ricompense .Merita tutta la solidarietà del paese e l’appoggio nelle sue battaglie.Lui non cerca poltrone ma solo l’integrità del paese e dei suoi abitanti. E ben vengano i suoi progetti che rispettano l’ambiente e la persona. Dobbiamo conservare il pianeta alle generazioni future come hanno fatto i nostri avi. NO ENERGAS.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati