Stato prima
Per molti italiani, anche quest'anno, le vacanze estive rimarranno un desiderio non esaudito

Estate, una settimana di vacanza al mare costerà l’1,5% in più

Il costo di una vacanza al mare per una famiglia tipo cresce dell'1,5% rispetto allo scorso anno

Di:

Per molti italiani, anche quest’anno, le vacanze estive rimarranno un desiderio non esaudito. Il principale motivo di rinuncia è di ragione economica, seguito da motivazioni personali e dalla decisione di partire in altri periodi dell’anno. Dal monitoraggio effettuato dall’O.N.F. – Osservatorio Nazionale Federconsumatori emerge che solo 1/3 degli italiani partirà per una vacanza tradizionale di almeno una settimana nel periodo estivo. Molti sceglieranno modalità più economiche: in testa su tutte i soggiorni brevi, e l’ospitalità presso amici e parenti. Un andamento, seppure leggermente meno negativo degli scorsi anni, da cui emerge, però, ancora una situazione di difficoltà in cui vivono molte famiglie. Nonostante tale scenario, il costo di una vacanza al mare per una famiglia tipo cresce dell’1,5% rispetto allo scorso anno.

Quest’anno, infatti, la tradizionale vacanza in una località balneare italiana di una settimana, per una famiglia composta da due adulti e due ragazzi (tra i 10 ed i 16 anni) che viaggia in auto costerà 3.732,14 €.

Fonte http://www.federconsumatori.it/ShowDoc.asp?nid=2016070810820

————————————————————————————————————
VACANZE: CRESCE LA SPESA DEGLI ITALIANI PER LA VILLEGGIATURA . Si avvicinano le vacanze estive e le famiglie stanno pianificando viaggi e partenze, scegliendo la destinazione della villeggiatura e stabilendo budget di spesa. Quest’anno il numero di italiani che si concederà una vacanza nel periodo luglio-settembre sarà sostanzialmente stabile rispetto al 2015 – spiega il Codacons, che ha realizzato una prima indagine sulla propensione delle famiglie ai viaggi per la prossima estate – Partiranno infatti circa 32 milioni di cittadini, al pari dello scorso anno. A cambiare, seppur lievemente, sarà il budget di spesa relativo alla villeggiatura. Le famiglie spenderanno complessivamente circa 16,4 miliardi di euro durante le vacanze estive tra alloggi, servizi, svago, cibo, ecc., con una previsione di crescita del +2,5% rispetto al 2015. La meta preferita dei vacanzieri resterà comunque l’Italia – spiega il Codacons – il 75% delle famiglie prevede infatti di rimanere entro i confini del nostro paese, contro un 25% che è intenzionato a trascorrere le vacanze all’estero. Su tale scelta pesa quest’anno più che mai l’effetto terrorismo, ossia la paura di attentati in paesi stranieri. Non a caso tra le destinazioni estere che subiranno un ulteriore tracollo nelle prenotazioni ci sono proprio Egitto e Tunisia, paesi che fino a pochi anni fa erano gettonatissimi dagli italiani in vacanza.

Anche quest’anno la Puglia si conferma la destinazione prediletta degli italiani, e sarà scelta dal 18% delle famiglie, seguita da Sicilia (15%), Toscana (12%) e Liguria (10%). Tra le mete estere Grecia in pole position (27%), seguita da Croazia (23%) e Spagna (20%). Infine anche nel 2016 il mare farà la parte del leone, e sarà scelto da 2 italiani su 3 (66% dei cittadini).



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati