Manfredonia
Sono già sei le associazioni che hanno aderito al protocollo per la prevenzione e la repressione dell’abbandono dei rifiuti

Manfredonia, “L’unione fa la forza, anche per contro l’abbandono dei rifiuti”

Di:

Manfredonia. L’unione fa la forza, recita un noto adagio che calza perfettamente con quello che sta avvenendo a Manfredonia, in tema di protocollo per contrastare l’abbandono dei rifiuti. “Con l’avvio della raccolta differenziata – afferma il sindaco Riccardi – abbiamo non poche difficoltà, nell’abitato e nelle periferie, perché c’è chi ha preso l’abitudine di abbandonare rifiuti solidi urbani. Il caldo e la presenza nutrita di villeggianti rendono questo turpe atteggiamento ancora più diffuso ed evidente a Siponto”.

L’Amministrazione ha pensato di correre ai ripari e frenare le pulsioni incivili dei pochi che danneggiano i tanti e lo ha fatto anche approntando un protocollo d’intesa che “scaturisce dalla necessità di avere supporto, dall’associazionismo in genere e dal volontariato, per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti”, aggiunge il primo cittadino. “Un’iniziativa in linea con le attività di educazione tutela ambientale che stiamo svolgendo in questi mesi. La raccolta differenziata è un atto di civiltà, utile per preservare l’ambiente, e noi continuiamo in questa direzione, senza tentennamenti e con l’auspicio di migliorare i livelli qualitativi della raccolta, al momento intorno al 62%: il dato, in assoluto, migliore di tutta la provincia di Foggia, che assume ancora maggiore valenza perché l’ASE è una delle poche aziende in house ancora partecipate con capitale pubblico”.

“Il territorio comunale è, purtroppo, interessato dal fenomeno dell’abbandono indiscriminato di rifiuti di ogni specie. Tali condotte, inquinando l’ambiente circostante o esponendolo al relativo pericolo, comportano gravi conseguenze per la salute dei cittadini e per il benessere delle generazioni future. L’Amministrazione, al fine di contrastare questo problema, ha scelto di intervenire per sensibilizzare la cittadinanza al rispetto dell’ecosistema, delle sue bellezze e delle inestimabili risorse da esso espresse, ma anche per intensificare la vigilanza e il controllo del territorio e prevenire o, comunque, punire gli illeciti ambientali. Resto dell’avviso che la prevenzione e l’educazione – il punto di vista dell’assessora all’Ambiente della Città di Manfredonia, Innocenza Starace – sortiscano effetti ben più significativi e duraturi rispetto alla repressione, per quanto non abbiamo trascurato quest’ultimo aspetto e stiamo acquisendo i preventivi per posizionare una serie di fototrappole nei luoghi più interessati dagli abbandoni. Ho notato, va detto e sottolineato, una grande disponibilità da parte del ‘mondo del volontariato’ che, alla luce del momento che stiamo vivendo, riveste un ruolo ancora più importante del solito per la nostra città. Il protocollo, perciò, sta unendo le persone attive e sensibili di Manfredonia: le Guardie Zoofile Ambientali di FareAmbiente, le associazioni PASER ‘F. Imhoff’’, ‘Arcobaleno Noi, Voi, Insieme’, ‘Sant’Orsola’, ‘APS Quadrifoglio’ e ‘Arte in Arco’. Alcune associazioni, infatti, lo hanno firmato in questi ultimi giorni e altre si stanno aggiungendo: nuove realtà che potranno portare giovamento alla città ed a tutti coloro che vi dimorano”.

“Ci auguriamo e ci aspettiamo che si raggiunga una maggiore attività sinergica sul territorio, al fine di evitare gli abbandoni incontrollati di rifiuti”, conclude il sindaco Angelo Riccardi.

fonte ufficio stampa Comune Manfredonia



Vota questo articolo:
19

Commenti


  • Conte senza corte

    Mi consentino l’ironia..l’armata antimonnezza! Ah ah ah


  • Monnezdonia

    Non solo migliaia di buste di spazzatura abbandonate ovunque ma migliaia di feci canine e anche imbustate lasciate per terra. Siete stucchevoli tra poco chiamerete anche l’ O.N.U per l’emergenza rifiuti di Manfredonia!!


  • Gregorio

    Per frenare le pulsioni degli incivili ci vogliono controlli seri e credibile e gogna pubblica per i trasgressori. Comunque la vera emergenza di questa cittadina sono i debiti altissimi del comune, l’anarchia totale e le tasse da scannaggio per chi le paga.


  • ciro

    l’organico deve essere ritirato ogni giorno .io non ho la macchina la pittura avanzata dove la devo buttare dovete mettere dei bidoni bianchi per il punto ecologico in almeno cinque zone.gli alberi chi li deve tagliare possibile che non c’e’ un impiegato con la macchina che va in giro a controllare dove c’e’ da pulire?

  • Complimenti ragazzi, l’importante che non fate entrare anche quel co–


  • Marco

    Per chi ha fatto la battuta…. vorrei solo far notare che è di cattivo gusto.
    Complimenti e bravi per l’iniziativa.


  • Il

    MAMMA MIA CHE TRIPPE! UN PO DI OLIO DI GOMITO POSSIBILMENTE CON LA SCOPA VI RENDEREBBE PIU’SENSUALI E SCATTANTI!!!!!!!!


  • Sipontino

    E il Generale Marasco?


  • Dany

    Caro Sindaco e new assessore all’ ambiente, non si può tenere l’ organico da venerdì a lunedì mattina in casa con 35 gradi almeno d’ estate, è uno schifo, una puzza e spettacolo indegno anche per i turisti che arrivano…
    Ogni palazzo, figuratevi i pianoterra sembra un’ immondezzaro o l’ Ase, si dovrebbe fare il ritiro dell’ organico anche di sabato mattina, con tutto quello che paghiamo, non poco e prima di una denuncia, e di non pagarla più!


  • Protocolli di che??

    La stradina che si trova dietro il mercato settimanale fino all’imbocco con la strada che si congiunge con quella che porta alle diramazioni Foggia o Centro Commerciale, sembra una discarica a cielo aperto con una puzza nauseante (ci trovi di tutto di piu’,materassi,wc,frigoriferi e un’infinita’ di buste.
    Questi protocolli servono solo a mettersi in mostra,visto che io da normale cittadino vedo ste cose e voi associazioni??
    dobbiamo dire solo grazie a Giuseppe Marasco per la risoluzione di tanti problemi!


  • OCCHIO

    FRA POCO VERRA’ FATTO ANCHE DI DOMENICA…E SIAMO ‘ RESPONSABILI NEL RISPETTARE CHI LAVORA PER IL NOSTRO VIVERE BENE…


  • plastica e metallo

    Fatevi un giro davanti ai grandi condomini il mercoledì sera verso le ore 23… Che schifo…


  • Dino

    Affidate a privati il servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani delle attività, la raccolta dei rifiuti abbandonati e lo svuotamento dei cestini (due volte al giorno in alcuni punti di Siponto).
    Il maggior costo lo recuperete con un semplice controllo a qualsiasi attività commerciale ( non hanno tempo e non sensibilizzano i loro clienti a differenziare).

  • Il generale de———————–

  • È inutile che ci volete incantare con queste stupidaggini risolvibili in un giorno piuttosto che ci dite dell’ambiente e degli scempi che si fanno e di ENERGAS non se ne parla più qualcosa cova sotto per sotto chi vuole intendere intenda.


  • Indignato

    Raccapricciante lo stato in cui versa la nostra Manfredonia!


  • Severino

    Oltre alla spazzatura e ogni tipo di schifezza, erbacce stanno invadenza il centro della città, nessuno più pulisce e taglia le erbacce sopra e sotto i marciapiedi! Vergogna!


  • Giovanni

    Che fine ha fatto Energas? Che ci dicono il Sindaco e Assessora? Come mai non si parla più? Ci vorrebbe una bella intervista ad entrambi.


  • Lucio Pio Santoro

    La discarica della Scaloria non ancora viene eliminata? Molto grave.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi