Manfredonia
Gli operatori della Guardia Costiera – Capitaneria di Porto di Manfredonia e i referenti del Comune sono a conoscenza delle problematiche relative agli scarichi di acque reflue in mare

Manfredonia, “puzze dal bocchettone sottostante il faro, intervenire”(FOTO-VIDEO)

L'acqua ristagna con un fetore che non vi lascio neanche immaginare

Di:

Manfredonia – “BUONGIORNO Statoquotidiano, vi chiedo gentilmente di pubblicare questa nota: gli operatori della Guardia Costiera – Capitaneria di Porto di Manfredonia e i referenti del Comune sono a conoscenza delle problematiche relative agli scarichi di acque reflue in mare, dal bocchettone sottostante il faro di Manfredonia, ingresso dal Molo di Levante, ai vari tombini presenti su viale Miramare? Nel primo caso l’acqua ristagna con un fetore che non vi lascio neanche immaginare, causa dell’avvicinamento di tanti insetti. Chiedo da qui di controllare e monitorare in merito a quanto riportato considerando l’importanza dei fatti anche sotto l’aspetto igienico-sanitario”. (Cittadino, Manfredonia 3 luglio 2015 – ‘La posta dei lettori’. Nuove segnalazioni in data odierna, 10 agosto 2015)

Manfredonia, “puzze dal bocchettone sottostante il faro, intervenire”(FOTO-VIDEO) ultima modifica: 2015-08-10T11:23:10+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
6

Commenti


  • Poltronificio sipontino

    Ma come fate ad andare a mare a Manfredonia e a farvi spennare in quel miserabile e osceno carnaio di spiaggia castello piustosto che la cloaca di orto delle Brecce.. e pensare che i pezzi grossi di Manfredonia e i politici loro e famiglia vanno altrove mica sono fessi come noi umili mortali!


  • svolta

    Un pomeriggio mi sono recato in quel dell’Acqua di Cristo, poco dopo l’Hotel Gargano, per prendere un po di sole e fare un bagno.
    Ogni tanto arrivava uno spiffero di area fetida… di cacca… e mi sono rivolto a qualche altro signore lì presente, ed egli alla domanda se sentiva un particolare odore ebbe a dire che molto probabilmente c’era uno scarico nei pressi….
    In effetti c’è un grande scarico a mare…. ma nion voglio assolutamente pensare che qualcuno in quello scarico abbia imboccato la fogna …. si prega chi di competenza di verificare….. la presenza di acqua putride… grazie in nome anche del meraviglioso luogo: “ACQUA DI CRISTO” da preservare per sempre…….


  • Carmen

    A titolo informativo non si potrebbe sapere che tipo di acque reflue (acque bianche,nere…)escono dal bocchettone sotto il faro,come anche da quelle vicino la sirenetta,ed altri che sono vicini ai luoghi di balneazione?


  • SPIAGGISTA SPIAGGIATO !!!

    SONO ANNI E ANNI CHE I CITTADINI FANNO SOLLECITAZIONI DI OGNI TIPO A TUTTE LE AUTORITA’ E PERSONALITA’ POLITICHE E PORTUALI E NON ANCORA SI ARRIVA AL DUNQUE E ALLA RISOLUZIONE DEL PROBLEMA CHE E’ UNA VERA VERGOGNA PER UN PAESE CHE SI VUOLE DEFINIRE A VOCAZIONE TURISTICA…..NON HO PAROLE ,MI AVETE DELUSO CON LE STESSE RISPOSTE DI SEMPRE…..POVERI CITTADINI E CITTADINE CHE NON POSSONO PERMETTERSI IL LUSSO DI ANDARE ALTROVE PER FARE IL BAGNO……..NON RIESCONO NEMMENO A MANGIARE……VERGOGNIAMOCI !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


  • W la disoccupazione

    E poi abbiamo paura del deposito GPL perché dobbiamo tutelare il turismo…. Hahahahaha.


  • matteo

    tengo solo a dire che sarebbe molto semplice risolvere il problema,bisognerebbe andare molto più lontano per arrivare alla radice del problema ,mercatino rionale monticchio,e verificare tutti gli imbocchi nella fogna bianca,su via barletta dall’ospedale fino a via pulsano, cosi si potranno notare tutti gli scarichi di fogna nera non a norma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi