Manfredonia
"Siamo in una fase transitoria, di riorganizzazione, e con gestione dei periodi di ferie di alcuni specialisti medici"

Piazzolla: “cittadini di Manfredonia evitino allarmismi, ospedale non sarà depotenziato. Anzi”

Il dato importante - aggiunge Piazzolla - è l'incontro svoltosi il 5.08.2015 con il presidente Emiliano ed i 5 direttori generali delle ASL per una riorganizzazione di tutti i reparti"

Di:

Foggia/Manfredonia – “TUTTI i sospetti relativi a un possibile depotenziamento dei servizi e dell’assistenza del San Camillo devono essere fugati. Siamo in una fase transitoria, di riorganizzazione, con gestione delle ferie di alcuni medici”. Così a Statoquotidiano il dr. Vito Piazzolla, Commissario straordinario dell’Asl Foggia. La replica segue alcune segnalazioni dei cittadini relative al reparto di chirurgia.

Nuova lettera dei cittadini.Buon pomeriggio Redazione di Statoquotidiano. Le scriviamo in merito a quanto letto sulla presunta chiusura del reparto di chirurgia del PO San Camillo. Francamente se questa notizia fosse vera ci preoccuperebbe dato che in passato la stessa cosa accadde per ostetricia dopo il pensionamento del dr. Piattelli. C’è il rischio di vedere una replica post pensionamento del dr. Ciavarella? In questi anni la chirurgia, sotto la gestione del citato specialista medico, da quello che abbiamo letto, ha operato molto e bene e tutta la gente ne parla bene rimpiangendo il dr. suddetto. Un dottore sempre presente, anche nei giorni festivi dalla mattina al pomeriggio, sempre pronto ad assistere chiunque lo richiedesse. Adesso ci giunge improvvisamente questa notizia, se è vera chi ha deciso questa sospensione degli interventi e perché la direzione sanitaria non prende provvedimenti e chiarisce questa storia? Non si tratta di interruzione di un servizio pubblico? Per quale motivo? Carenza di personale? Il Commissario straordinario dr. Piazzolla è anche lui a conoscenza di questa storia? Il sindaco di Manfredonia dovrebbe essere il primo ad informarsi visto che ha anche la delega alla sanità. In campagna elettorale ha ripetuto spesso che avrebbe fatto di tutto per riportare il nostro ospedale ad un livello intermedio. Il nuovo Presidente regionale Emiliano che intenzioni ha? Quella di proseguire l’opera del suo predecessore cancellando del tutto il diritto alla salute?! Possibile che tutti tacciono; ci sarà il declassamento con altre chiusure di reparti? Togliendo di fatto la sanità pubblica e favorendo quella privata? Cara redazione di Statoquotidiano le chiediamo, se è possibile, che gli interessati ci diano chiarimenti se ne hanno in merito grazie “.

2 nuovi primari per il Tatarella di Cerignola, c’è anche il dr. Matteo Vitulano. Come già pubblicato in un testo del 5.08.2015 , 2 nuovi primari (‘direttori di struttura completta’) sono stati destinati dall’Asl Foggia all’ospedale di Cerignola. Come confermato dal Commissario straordinario dr. V.Piazzolla, si tratta del dr. Alessandro Vitella – proveniente dall’ospedale “Lastaria” di Lucera, che assumerà la responsabilità del reparto di cardiologia Utic di Cerignola, dopo il passaggio dell’ex primario Michele Cannone ad Andria – e del dr. Matteo Vitulano per il reparto di anestesia e rianimazione, “in seguito ad una riduzione delle attività operatorie” nell’ospedale di Manfredonia. “Si tratta di incarichi ad interim – aveva spiegato il Commissario dell’Asl/Foggia – resta la problematica relativa alla presenza di anestetisti che potremmo assumere direttamente, con contratti di 3 mesi, ma sono praticamente introvabili”.

Chirurgia Manfredonia, in pensione il dr. Ciavarella, sostituito dal dr. Roggia. Come già ricordato – causa ‘superati limiti d’età‘, l’Asl Foggia ha risolto di recente il rapporto di lavoro del dipendente Giacomo Ciavarella, con decorrenza dal primo luglio 2015, sostituendolo per la direzione del reparto di Chirurgia Generale dell’ospedale San Camillo De Lellis con il dottor Gerardo Roggia – originario di Orta Nova, classe 1946 – Dirigente medico, dipendente Asl Foggia, Direttore U. O. C. Chirurgia Generale P.O. “F. Lastaria” di Lucera. “Per il mese di agosto – scrivono a Statoquotidiano alcuni lettori non sarà possibile effettuare interventi su prenotazioni tranne in caso di urgenza. E’ possibile bloccare gli interventi per un intero mese senza la necessità o una motivazione?”.

“Ripeto – aggiunge questo pomeriggio a Statoquotidiano il dr. Vito Piazzolla – ci sono soltanto dei normali rallentamenti derivanti dal periodo di ferie estive. Presto cercheremo di assumere degli anestetisti attraverso le deroghe. Il dato importante – aggiunge Piazzolla – è l’incontro svoltosi il 5.08.2015 con il presidente Emiliano ed i 5 direttori delle aziende sanitarie (presso l’ufficio di presidenza a Bari,ndr) per una riorganizzazione di tutti i reparti, i servizi, le assistenze all’esito delle risorse che saranno destinate con atti regionali. Un aggiornamento tra le parti è previsto a settembre. Ripeto: fondamentale è la costituzione di una rete a sostegno delle necessità dei cittadini”.

In base alla d.g.r. 427/2015 P.O. San Camillo di Manfredonia classificato quale ‘ospedale di base’. Importante ricordare come nel marzo 2015, Statoquotidiano aveva analizzato i contenuti della delibera di Giunta regionale pugliese (n.427/11.03.2015) con oggetto ‘Regolamento per la definizione dei criteri per il riordino della rete ospedaliera della Regione Puglia e dei modelli di riconversione dell’assistenza ospedaliera in applicazione dell’Intesa Stato-Regioni 10 luglio2014 – Patto per la Salute 2014-2016’. Tra l’altro nello stesso atto l’ospedale di Manfredonia è classificato quale ‘ospedale di base’.

“E’ una delibera che si occupa essenzialmente dei presidi territoriali. Nello stesso atto c’è una premessa ma alcuna declinazione in termini decisionali. Facciamo dunque riferimento ad una regolamento utile alle Asl per quanto concerne i piani, gli atti aziendali già inviati alla Regione ma sospesi in attesa delle linee guida prossime al completamento. Certo non nego che i contenuti riferiti nella delibera probabilmente saranno confermati. Una risposta definitiva potrebbe essere data dopo le prossime elezioni regionali”. Lo aveva detto nel marzo 2015 l’ex direttore generale dell’Asl Foggia Ing. A.Manfrini in seguito alla pubblicazione della citata Delibera di giunta.

Deliberazione n. 427 del 11-03-2015 – Criteri di riordino della rete ospedaliera 2015-2016 e definizione di modelli di riconversione dell’assistenza ospedaliera in applicazione dell’Intesa Stato-Regioni 10 luglio 2014 – Patto per la Salute 2014-2016

Prossimo cambio per la direzione sanitaria dell’ospedale di Manfredonia? Con un nuovo incontro previsto a settembre, attesa un’analisi relativa all’incarico della direzione sanitaria del P.O. San Camillo di Manfredonia attualmente affidata al dottor Franco Mezzadri, attuale direttore sanitario del presidio ospedaliero Teresa Masselli di San Severo, subentrante al dimissionario dr. Giuseppe Totaro, primario di medicina dell’ospedale San Camillo. “Se lo riterrà necessario – aveva spiegato a Statoquotidiano il dg asl/Fg Manfrini – il dottor Franco Mezzadri dovrà trovarsi un collaboratore a Manfredonia o a San Severo per le incombenze professionali fra coloro in possesso dei titoli richiesti e direttori di struttura semplice. Il dr. Mezzadri è direttore di struttura complessa, direttore di presidio, da qui l’affidamento dell’incarico e la mancata indizione del bando. Confidiamo, qualora si concretizzare la deroga per le assunzioni, di indire un concorso pubblico”.

Deliberazione n. 427 del 11-03-2015 – Criteri di riordino della rete ospedaliera 2015-2016 e definizione di modelli di riconversione dell’assistenza ospedaliera in applicazione dell’Intesa Stato-Regioni 10 luglio 2014 – Patto per la Salute 2014-2016

ALLEGATI D.G.R. N.427/11.03.2015

g.defilippo@statoquotidiano.it



Vota questo articolo:
10

Commenti

  • Allora se lo dice il commissario che l’ospedale di Manfredonia non chiuderà possiamo stare tranquilli .


  • anna

    Tranquilli !!!!!!!!!!mi dispiace ma non mi fido

  • Mi preoccupa un po quell ANZI


  • verita

    SIGNOR SINDACO INTERVENIRE ..PRIMA CHE DIVENTI CANCRO……


  • GPieLo

    …il gippiello viene ora!!!

    ———


  • sipontino

    Riunione di Emiliano con 5 direttori ? Ma come aveva appena detto che Mezzadri copriva tutte e cinque !. Se questo è il buon giorno stiamo tranquillissimo. Anzi !
    Il c.s. che l’ospedale di Manfredonia non sarà ulteriormente declassato , quando Emiliano ha detto che sostenere la spesa sanitaria bisogna chiudere altri ospedali . Anzi !
    Il c.s. sostiene che il blocco degli interventi è dovuto al consumo delle ferie In esubero , di chi ? Anzi !
    Per lo meno il c.s. a risposto e gli altri ? Tacciono ? Anzi !


  • vincenzo

    ci disse anche il SIG.MANFRINI CHE NN CI DEPOTENZIAVA è ci ha chiuso PEDIATRIA E OSTETRICIA,
    CARO COMMISSARIO STRAORDINARIO ..PIAZZOLA SE LEI HA LETTO HO LI E STATO RIFERITO IL DOTT.ROGGIA HA SOSPESO GLI INTERVENTI NN PERCHE I DOTT.DI REPARTO SONO IN FERIE MA CON UNA SUA NN SO COSA DECISIONE.VENGA QUI HA MANFREDONIA E COSTATI PERSONALMENTE….IN QUANTO LA DIREZIONE NN COMMENT


  • libero

    I disastri della sinistra sono evidenti e gravi ,ma la destra dov’è ? Non abbiamo sentito mai nessuno esprimersi contro al declassamento . Forse alla destra non interessa la salute della gente conta solo energas ? Oppure non sanno cosa dire perché non conscono la sanità ? In questa città vincerà sempre la sinistra fino a quando non ci sarà una alternativa valida che riesca ad affrontare e dare risposte certe a tutti i problemi


  • Dalila

    Ma questo signore si e affacciato nel reparto di chirurgia? Perche i medici da quanto ho visto sono tutti in servizio non penso che siano impazziti e siano andati tutti insieme in ferie!!!!! Il problema forse e del primario che ha bloccato gli interventi —— mettete i giovani


  • Ridicoli

    Non parlate dei giovani per favore perche preferisco i settantenni. Sono capitata per caso nelle mani di quello penso il piu giovane dott. T e per una piccola ciste ho passato l’inferno e sono dovuta ritornare a rifarla da un altro dello stesso reparto. E meno male che l’infermiera al telefpno aveva detto che erano tutti bravi. Largo agli anziani sentite a me!!!!!!ed e

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi