GarganoManfredonia
"Il coinvolgimento nella mattanza di due inermi contadini che avevano il solo torto di aver visto in faccia gli assassini, conferma la spietatezza del potere mafioso "

Articolo Uno “Faida del Gargano: è l’ora della mobilitazione”

"Anche le istituzioni locali, le forze politiche e sociali, il mondo della cultura e la società civile devono dire basta, con forza e con responsabilità"


Di:

Foggia. ”Orrore. Esecrazione. Sdegno. Ma anche invito alla presa di coscienza ed alla mobilitazione.Sono questi i sentimenti che il coordinamento provinciale di Articolo Uno – Movimento Democratico e Progressista di Capitanata esprime davanti all’ennesimo episodio di mafia che sconvolge la vita civile e democratica della provincia di Foggia. Il gravissimo episodio di San Marco in Lamis segna un’ulteriore recrudescenza della spirale malavitosa che da anni infesta la Capitanata, da Foggia al Gargano, da San Severo a Cerignola.

Il coinvolgimento nella mattanza di due inermi contadini che avevano il solo torto di aver visto in faccia gli assassini, conferma la spietatezza del potere mafioso e rende urgente e necessaria una maggiore presenza dello Stato nel presidio del territorio, a tutti i livelli.

La consistenza e la pericolosità della mafia in provincia di Foggia sono state lungamente sottovalutate, ed è giunto il momento di invertire la rotta. Devono essere potenziati gli organici delle forze dell’ordine e della magistratura, per garantire un maggior controllo ed una più efficace intelligence.

Me nel contempo devono essere avviate iniziative positive rivolte a sostenere la cultura della legalità e a contrastare i fenomeni di degrado economico e sociale – la disoccupazione, la disgregazione, l’abbrutimento delle periferie – che costituiscono il terreno di cultura per il radicamento dei comportamenti criminali e mafiosi.

Anche le istituzioni locali, le forze politiche e sociali, il mondo della cultura e la società civile devono dire basta, con forza e con responsabilità. Articolo Uno – Movimento Democratico e Progressista di Capitanata si mobiliterà in questa direzione, subito e in vista del 21 marzo 2018 – Giornata nazionale per la memoria e l’impegno delle vittime di mafia che l’associazione Libera ha indetto a Foggia.

Lavoreremo affinché la Giornata rappresenti il traguardo comune di un percorso di mobilitazione, di sensibilizzazione e di coinvolgimento che impegni tutte le forze democratiche.
con preghiera di cortese diffusione o pubblicazione. Grazie”.

(Nota stampa, Articolo Uno)

Articolo Uno “Faida del Gargano: è l’ora della mobilitazione” ultima modifica: 2017-08-10T15:52:46+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

  • Bisognerebbe fare come hanno fatto a Monte Sant’Angelo, cioè sciogliere tutti i Consigli comunali condizionati e nominare dei Commissari che finalmente hanno a cuore l’interesse pubblico e non quello dei politicanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi