Foggia
A cura della Polizia di Stato

Foggia, passate ingiurie e lesioni a familiari. Viola obblighi: arrestato

Di:

Foggia. Nella giornata del 07 settembre, personale della Mobile di Foggia, ha dato esecuzione alla ordinanza applicativa di misura aggravata coercitiva degli arresti domiciliari in sostituzione della misura cautelare personale non detentiva del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalle p.o., nei confronti dell’indagato T.C., nato a Ruvo di Puglia il 21.10.1960, emessa in data 23 c.m. dal Gip di Foggia dr. Antonio Buccaro su richiesta del P.M. titolare delle indagini Tantimonaco.

C.T., già indagato per i delitti di stalking, in concorso con la moglie R.S., ingiurie, violazione di domicilio, armi, lesioni e danneggiamento nei confronti del fratello e dei componenti della famiglia di quest’ultimo era stato gia sottoposto in data 24.06.2016 da personale della Questura alla misura cautelare del divieto di avvicinamento nei confronti delle p.o.

L’uomo – pur sottoposto alla misura cautelare personale non detentiva, dal 20.07.16 e sino a circa il 20.08.16 non ottemperava alle prescrizioni imposte nell’ordinanza dall’A.G. violando i divieti di avvicinamento alle p.o. Considerati i reiterati episodi di pedinamento posti in essere dall’indagato, il Gip Buccaro – tenendo conto delle condotte reiterate dell’indagato – che costituivano una gravissima violazione della misura cautelare imposta in precedenza e alla inaffidabilità della propria personalità, considerava l’insufficienza della misura e nel caso disponeva l’aggravamento della stessa accogliendo la richiesta del P.M., applicando in sostituzione la misura cautelare degli arresti domiciliari nella propria abitazione.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati