Sport
Una prova di forza impressionante

Juve, doppietta Higuain e Pjanic: Sassuolo ko

Ai bianconeri basta mezz'ora per mettere in mostra la doppietta di Higuain e il primo gol di Pjanic e superare il Sassuolo

Di:

Bari. Una prova di forza impressionante, per di più arrivata contro in avversario tutt’altro che sprovveduto o rinunciatario: alla sua terza uscita stagionale la Juve, già ottima contro Fiorentina e Lazio, strapazza il Sassuolo in mezz’ora, godendosi la prima doppietta di Higuain e la prima rete di Pjanic, e un gioco spettacolare, rapido, letale. Il bosniaco e alla prima uscita ufficiale, e l’argentino alla prima da titolare in coppia con Dybala: basterebbe questo a dare sale alla sfida. Se poi si aggiunge il fatto che dopo appena cinque minuti passa proprio dai loro piedi, oltre che da quelli di Khedira, l’azione che porta al vantaggio, c’è ancora più gusto. La manovra è splendida: la Juve riparte dalla propria area dopo un angolo degli avversari, nato da un intervento non semplice di Buffon che mette a lato il rasoterra di Politano. Pjanic salta l’uomo e serve Khedira, che va in subito in verticale cercando Dybala. Un tocco e altro pallone in profondità, sulla destra, per Higuain. Un tocco e sventola in diagonale a firmare il primo gol della gara.

Per il secondo basta aspettare cinque minuti ed è ancora il Pipita a spedire in rete, con una spettacolare girata al volo la sponda aerea di Khedira. Da rimanere a bocca aperta. Se dopo altri cinque minuti non arriva anche il terzo, è per una questione di pochi centimetri: quelli che mancano all’assist di Dybala per raggiungere ancora Higuain a centro area, e quelli che passano tra il palo e il pallone schiacciato di testa da Bonucci che manda a lato di un soffio il corner di Dybala.

Il Sassuolo, che pure aveva iniziato la gara con personalità, sembra frastornato, ma non perché manchi di idee o qualità: semplicemente perché la Juve è incontenibile. I bianconeri sono ovunque, sviluppano il gioco a una velocità doppia rispetto a quella degli avversari, aggrediscono gli spazi, raddoppiano il pressing… Il terzo gol è l’emblema dell’aggressività con cui gli uomini di Allegri arrivano su ogni pallone: Dybala scatta sul filo del fuorigioco, entra in area e viene atterrato, in maniera regolare a giudizio del signor Di Bello, ma l’azione non si interrompe, anzi continua con il cross di Lichtsteiner per Pjanic che di testa centra la traversa, e con il tap in vincente dello stesso bosniaco che ribadisce nella porta ormai sguarnita.

A ridare un po’ di morale al Sassuolo prima dell’intervallo, ci pensa Antei, che mette in rete il 3-1, deviando quasi involontariamente il traversone dalla bandierina di Politano, dopo un’uscita a vuoto di Buffon.

Il doppio vantaggio non basta ai bianconeri che iniziano la ripresa come se si fosse ancora sullo 0-0 e portano subito Khedira al tiro, fermato non senza affanni da Consigli. Il portiere degli emiliani ha il suo bel da fare anche per respingere il tocco ravvicinato di Matri, servito in area da Dybala. Sugli sviluppi dell’azione arriva al tiro anche Alex Sandro, la cui sventola viene deviata in angolo.

Insomma, l’assedio continua e lo spettacolo pure. Dybala, fondamentale nel costruire il gioco e nel dettare i tempi dell’azione, cerca giustamente anche la gloria personale e dopo essersi liberato in area con una magia, prova quasi dalla linea di fondo a sorprendere Consigli, che riesce a chiudere lo specchio della porta sul primo palo.

Dire che si gioca in una sola metà campo è fin quasi riduttivo, perché difficilmente la Juve si allontana dalla tre quarti avversaria, continuando ad esercitare il proprio strapotere e arrivando a sfiorare il poker con Lichtsteiner, fermato da Acerbi prima di riuscire a concludere da ottima posizione.

Poco prima della mezz’ora Allegri concede ad Higuain e Khedira l’ovazione dello Stadium e manda in campo Mandzukic ed Hernanes. I ritmi ora sono logicamente più bassi e i bianconeri possono controllare agevolmente gara e punteggio, pur provando a rimpinguare il punteggio con il destro di Mandukic, respinto da Consigli, e la combinazione tra Bonucci e Pjanic, che non arriva a mettere Dybala davanti alla porta per pochissimo.

A cinque dal termine la Joya lascia il posto a Pjaca e proprio mentre sembra che si debba solo aspettare il fischio finale, ecco che il Sassuolo rischia seriamente di riaprire i giochi con Politano che, lanciato in velocità, supera Buffon e calcia verso la porta sguarnita, trovando però, invece del gol, il prodigioso recupero di Lichsteiner, che salva sulla linea permette ai compagni e ad Allegri di vivere gli ultimi minuti in tranquillità.

Arriva così la terza, magnifica vittoria in altrettante gare di campionato. E non solo per il risultato, ma anche per come è maturato, non poteva davvero esserci modo migliore di avvicinarsi al gran gala della Champions.

JUVENTUS-SASSUOLO 3-1
RETI: Higuain 5′ pt, Higuain 10′ pt, Pjanic 27′ pt, Antei 33′ pt

JUVENTUS
Buffon; Benatia, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Khedira (27′ st Hernanes), Lemina, Pjanic, Alex Sandro; Dybala (42′ st Pjaca), Higuain (24′ st Mandzukic)

A disposizione: Neto, Audero, Rugani, Barzagli, Dani Alves, Evra, Asamoah, Cuadrado
Allenatore: Allegri

SASSUOLO
Consigli; Gazzola, Antei, Acerbi, Peluso; Pellegrini (12′ st Iemmello), Magnanelli, Duncan; Politano, Matri (12′ st Missiroli), Ragusa (35′ st Ricci)

A disposizione: Pomini, Pegolo, Cannavaro, Lirola, Terranova, Letschert, Mazzitelli, Biondini, Adjapong
Allenatore: Di Francesco

ARBITRO: Di Bello
ASSISTENTI: Manganelli, Ranghetti
QUARTO UFFICIALE: Di Fiore
ARBITRI D’AREA: Russo, Fabbri

AMMONITI: 37′ st Gazzola, 40′ st Benatia, 52′ st Ricci

(FONTE: JUVENTUS.COM)



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati