Cronaca

Cassano incalza Vendola: “Acqua pubblica? In Puglia non è così”


Di:

Il governatore pugliese Nichi Vendola (copyright immagine: ilgiornale.it)

Bari – “I servizi legati alla distribuzione dell’acqua non dovevano essere gratuiti? E invece la Regione Puglia proprio oggi ha approvato un ordine del giorno sulla rimodulazione delle tariffe dell’acqua in base alle fasce di reddito. Un’iniziativa che personalmente condivido e che ripristina un fondamentale percorso di equità, di solidarietà e di giustizia sociale, ma che poco ha a che vedere con quanto predicato da Sel e dal presidente Nichi Vendola al tempo della campagna referendaria sulla liberalizzazione che – stando così le cose -, non ha prodotto alcun vantaggio agli utenti ed ha di fatto bloccato i percorsi di liberalizzazione e privatizzazione che riguardano un po’ tutti i servizi”. Così il consigliere regionale Pdl Massimo Cassano sull’odg inerente alla rimodulazione delle tariffe dell’acqua.

“Non solo – continua – in Puglia al danno si aggiunge la beffa con tariffe dell’acqua che ancora prevedono la quota del 7% relativa alla remunerazione del capitale investito, quota che invece i cittadini pugliesi non dovrebbero pagare e che deve essere sostituita dal costo effettivo per l’approvvigionamento delle risorse finanziarie necessarie agli investimenti, secondo un calcolo che tenga conto dei tassi abitualmente praticati sul mercato”.

“A questo punto – chiosa Cassano – non sorprende che l’AQP ha chiuso il bilancio con un notevole utile, grazie anche a quelle tariffe applicate, tra le più alte in Italia e con ogni probabilità destinate ulteriormente ad aumentare, alla faccia dell’acqua bene comune”.

Redazione Stato

Cassano incalza Vendola: “Acqua pubblica? In Puglia non è così” ultima modifica: 2011-10-10T18:35:41+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This