Capitanata

Sindacati: anche l’INPS di Lucera deve morire?

Di:

Una sede dell'INPS (online-news.it)

Lucera – DOPO la chiusura del Tribunale, dell’Agenzia delle Entrate, di Equitalia e il ridimensionamento dei posti letto all’Ospedale, rimbalzano voci insistenti provenienti dalla sede provinciale dell’ente previdenziale circa la chiusura dell’Agenzia INPS di Lucera.

Appresa la notizia, le Camere sindacali di CISL e UIL annunciano e denunciano l’ennesimo possibile scippo ai danni della città.

Infatti pare che l’istituto, al fine di contenere i costi di gestione, abbia intenzione di chiudere alcune sedi periferiche tra cui Lucera, a grave danno dei cittadini.

Senza entrare nel merito del perché tale scelta ricada proprio sull’Agenzia INPS di Lucera piuttosto che su altre, in una situazione di disagio sociale sempre più drammatica, a parere delle due sigle sindacali «è di importanza fondamentale che lavoratori, pensionati, disoccupati o chi si trova in una situazione precaria riceva prontamente adeguate risposte e tutela sul territorio in cui vive».

La chiusura dell’Agenzia INPS di Lucera non potrà che rappresentare un gravoso ed inaccettabile arretramento rispetto agli standard di accesso ai servizi e di soddisfazione fin qui e da lungo tempo assicurati, né la telematizzazione dei servizi può in alcun modo essere adottata per giustificare la riduzione delle esigenze di accesso agli uffici da parte non solo dei più anziani, ma di tutte le persone che vivono condizioni di difficoltà e disagio economico e non solo. Tutto ciò senza considerare ciò che in termini economici rappresenta una sede INPS in termini di indotto per il territorio.

Pertanto i rappresentanti di UIL e Cisl nella giornata di mercoledì 9 ottobre scorso hanno chiesto ed ottenuto un incontro con il Sindaco della città a cui hanno rappresentato il timore e il danno provocato dalla eventuale chiusura dell’INPS in una città ormai saccheggiata di tutti gli uffici pubblici; durante tale incontro hanno ottenuto un deciso impegno da parte del Sindaco ad offrire all’INPS locali in comodato d’uso gratuito. Questo nell’interesse della collettività, considerando che l’INPS risparmiando sulle spese di affitto non avrebbe più motivi per chiudere l’Agenzia in quanto gli altri costi sono di natura fissa e non riducibili.

Alla luce di tale impegno formale del Sindaco di Lucera i sindacati UIL e CISL di Lucera esortano i vertici dell’INPS, i comitati regionale e provinciale INPS ed il Sindaco di Lucera «ad attivare un tavolo di confronto per mettere in atto tutte le azioni atte a mantenere vicino ai bisogni delle persone il presidio essenziale per il territorio di Lucera e del subappennino».

Dopo tale impegno del Sindaco di Lucera a fornire gratuitamente i locali, l’INPS non ha più motivi per chiudere l’Agenzia di Lucera; alla luce di tutto ciò i sindacati UIL e CISL di Lucera vigileranno «per evitare l’ennesimo, inspiegabile scippo alla città».

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi