Foggia

Università di Foggia, 17 nuovi posti finanziati da Regione

Di:

Università Foggia, esterno (st)

Foggia – UN importante risultato di fine mandato per il Rettore Giuliano Volpe che questa mattina ha comunicato, con una mail inviata ai componenti della comunità universitaria, la notizia dell’istituzione da parte della Regione Puglia di 17 nuovi posti da ricercatore a tempo determinato per l’Università degli Studi di Foggia.

“È con grande piacere e soddisfazione personale che vi informo che, dopo due anni di lavoro e trattative in relazione all’impiego dei fondi FAS per la ricerca, la Regione Puglia – Assessorato Diritto allo studio e formazione e Assessorato allo sviluppo economico – ha deciso di istituire nuovi posti di ricercatore a tempo determinato da assegnare alle Università pugliesi sulla base del peso di ciascun Ateneo. Per l’Università di Foggia sono stati previsti 17 posti. – Ha dichiarato il Rettore Giuliano Volpe – In un momento di particolare difficoltà per le prospettive da offrire ai giovani ricercatori, l’istituzione di nuovi 17 posti da ricercatore a tempo determinato rappresenta un segnale molto incoraggiante e, senza dubbio, un risultato importante per la nostra Università, che in tal modo potrà avvalersi dell’apporto di giovani intelligenze e competenze in settori strategici per la ricerca e la formazione e proseguire, quindi, il suo percorso di crescita.”
Le procedure da seguire sono ancora oggetto di confronto e definizione tra la Regione e gli Atenei tuttavia si prospetta in prima battuta la pubblicazione di un bando per raccogliere le idee progettuali dei giovani ricercatori precari che saranno valutate dall’ARTI con riferimento ai cinque ambiti scientifici definiti dalla Regione (1. Sicurezza alimentare e agricoltura sostenibile, 2. Industria creativa, 3. Energia sostenibile, 4. Salute, benessere e dinamiche socioculturali, 5. Città e territori sostenibili) e con l’indicazione dei Dipartimenti e dei settori concorsuali interessati. Successivamente le Università procederanno a elaborare i bandi di concorso secondo le procedure fissate dalla normativa e dai regolamenti interni di Ateneo. I tempi dovrebbero essere abbastanza rapidi.

“Voglio esprimere a nome mio personale e dell’intera comunità universitaria foggiana i miei più sentiti ringraziamenti alla Regione Puglia per questa ennesima attestazione concreta di sostegno al sistema universitario pugliese. – Ha aggiunto il prof. Volpe – Desidero ringraziare in particolare, il Presidente Nichi Vendola e gli Assessori regionali Alba Sasso (Assessorato diritto allo studio e Formazione) e Loredana Capone (Assessorato allo sviluppo economico) per l’impegno e l’attenzione dedicata alle tematiche della Ricerca e dell’Alta formazione.”

Redazione Stato



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • università ---

    e pagare quelli che fanno lezione gratis agli studenti con tanto di contratto no eh caro Magnifico Rettore?


  • splendido mastro lindo

    a –, amici, iscritti ai partiti, ai figli di papà e solite cose all’italiana (diritto di critica, dati non comprovabili, destinatari non individuabili, ndr)

  • Per una volta sono in sintonia con il rettore della improduttiva università foggiana:
    l’università di Foggia è stata premiata in base al suo peso ….
    Smettetela di essere autoreferenziali perché ormai le università non hanno più nulla da spartire con il Paese Reale, con il mondo della economia, della imprenditoria, della produttività in Italia.
    Una università per ogni regione in Italia è un “peso” anche troppo importante.
    Visto che costa tanto e non produce nulla.
    Anzi, produce “il” nulla.
    Gustavo Gesualdo


  • maruiu

    se fanno un concorso per netturbino o vigile urbano o rettore, vince sempre lui
    sign. Somaro Raccomandato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi