Manfredonia
Domande entro il 31 dicembre. Chi può farne richiesta e come

AIP ed ANCI presentano il Bonus idrico Puglia

Le modalità di accesso al bonus per l’annualità 2016 sui consumi 2015 coinvolgono le categorie con ISEE uguale o inferiore a 7.500 euro

Di:

Roma. ​​Fino al 31 dicembre 2016 i residenti della Regione Puglia e utenti intestatari di una fornitura idrica individuale o condominiale possono presentare la domanda per accedere ai contributi in merito al “Bonus Idrico Puglia 2016” relativamente ai consumi dell’anno 2015. Una misura – la cui operatività è assicurata dall’Autorità Idrica Pugliese, Anci e Regione Puglia oltre che da AQP – destinata alle fasce meno abbienti ed in disagio economico e/o fisico che consiste in un rimborso dei consumi precedenti.

“Il Bonus Idrico – commenta il presidente dell’Autorità Idrica Pugliese Nicola Giorgino – si rivolge alle fasce deboli della popolazione che, stante la difficile situazione economica, necessitano di maggiori tutele. L’operatività dell’azione messa in campo nei confronti degli utenti è data dalla fattiva collaborazione tra gli Enti interessati consentendo, così come accaduto nei precedenti anni, risultati adeguati ed incisivi”

Per il presidente Anci Puglia sen. Luigi Perrone: “Si tratta di un riconoscimento per le tante famiglie disagiate, specialmente in questo periodo di rallentamento economico, uno strumento di protezione sociale frutto della proficua collaborazione interistituzionale di Comuni, Regione e AQP e del loro impegno congiunto rivolto verso iniziative a favore dei territori, delle comunità e delle fasce di utenza più deboli e bisognose.”

Per la presentazione della domanda sono disponibili i seguenti canali: via internet dal sito http://www.bonusidrico.puglia.it/application/; via telefono fisso dal numero verde automatico 800.660.860. Non saranno accolte modalità differenti di presentazione delle domande. Il servizio è sempre disponibile 7 giorni su 7 e 24 ore al giorno.

Possono presentare la domanda di bonus idrico tutti i cittadini residenti in Puglia che hanno usufruito di un bonus elettrico, per una fornitura localizzata nella Regione Puglia, nel 2015. Per poter usufruire dell’agevolazione non devono sussistere situazioni di morosità nel pagamento delle fatture.

Per presentare la domanda di bonus idrico occorre avere a disposizione: il codice POD della fornitura elettrica, per la quale è stata ottenuta una agevolazione di tariffa elettrica nel 2015; la data di nascita dell’intestatario della fornitura elettrica o, in alternativa, il codice fiscale; il codice cliente ed il numero contratto dell’attuale fornitura idrica AQP.

Le modalità di accesso al bonus per l’annualità 2016 sui consumi 2015 coinvolgono le categorie con ISEE uguale o inferiore a 7.500 euro, con ISEE uguale o inferiore a 20.000 euro per famiglie con più di 4 figli a carico e/o con disagio fisico.

I soggetti beneficiari del Bonus Idrico riceveranno, tramite missiva, il codice dell’agevolazione, informazione circa l’avvenuta attribuzione del bonus e il relativo ammontare che verrà accreditato direttamente nella prima fattura di consumo idrico utile emessa da AQP SpA successivamente alla data del 15/03/2017. Su portale del Bonus Idrico Puglia i cittadini potranno consultare lo stato della domanda inoltrata per verificare l’evoluzione della stessa.

Il bando che regolamenta il Bonus Idrico Puglia, oltre che sul portale www.bonusidrico.puglia.it, è disponibile ai seguenti indirizzi: www.aip.gov.it, www.aqp.it.

Cliccare qui per leggere e/o scaricare l’avviso pubblico integrale



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati