Stato prima
Riguardato un sodalizio criminale dedito principalmente al traffico di droga

“Paradise”, 23 denunce in Puglia. Maxi sequestro droga

La D.D.A. di Lecce, condividendo la proposta di misura di prevenzione formulata dagli investigatori, ha richiesto ed ottenuto dal Tribunale di Brindisi il sequestro dei rapporti bancari, immobili

Di:

Bari. La complessa attività investigativa – avviata nel novembre 2012 dal Nucleo di Polizia Tributaria di Brindisi con il coordinamento della D.D.A. della Procura della Repubblica di Lecce – ha riguardato un sodalizio criminale dedito principalmente al traffico di droga ma con interesse anche nel settore del contrabbando di sigarette. Le indagini, oltre a ricostruire cessioni per più di 2.000 kg di sostanze stupefacenti, hanno portato al sequestro, nel luglio 2013, di 20 kg di hashish, e all’arresto in flagranza di Walter Ferrero.

Questi, elemento di spicco dell’organizzazione, aveva anche investito una notevole somma di denaro nel tentativo di organizzare un traffico di tt.ll.ee. di contrabbando che si concluse tragicamente quando gli “scafisti” (il brindisino Vittorio Danese e l’albanese Teodoraq Rexhepaj) trovarono la morte a seguito di naufragio nel marzo 2013, mentre si recavano a Valona. Le investigazioni venivano completate da minuziosi accertamenti economico patrimoniali che consentivano di ricostruire il patrimonio – illecitamente accumulato, in trenta anni, dal pluripregiudicato Walter Ferrero – che è risultato sproporzionato rispetto ai redditi dichiarati. La D.D.A. di Lecce, condividendo la proposta di misura di prevenzione formulata dagli investigatori, ha richiesto ed ottenuto dal Tribunale di Brindisi il sequestro dei rapporti bancari, immobili (tra cui una prestigiosa villa con piscina), terreni e cavalli di razza, per un valore complessivo di circa 2,2 milioni di euro.

redazione stato quotidiano.it – riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati