CapitanataStato news

Da Troia a Palermo: riciclo per un nuovo progetto editoriale

Di:

Troia – DA Troia a Palermo, con un’idea nel cassetto: recuperare le carte da imballaggio dell’antico e storico mercato della Vucciria per dar vita ad un progetto editoriale creativo e originale. Nasce così “Edizione Precarie”, una realtà speciale, una piccola casa editrice artigianaleche produce libri ma anche quaderni, segnalibri e buste da lettere che conservano le parole ma anche la memoria di luoghi che stanno scomparendo.

“Edizione Precarie”, infatti, sono le carte della pescheria, della carne, dei salumi, carte alimentari che provengono dai mercati storici di Palermo. Edizioni Precarie è una storia di riutilizzo creativo e artistico dei materiali, un progetto che dà una seconda possibilità a ciò che sta scomparendo, i mercati appunto, con il loro corredo di immagini, sensazioni, immaginario.

La storia di Carmela Dacchille, troiana e palermitana d’adozione,architetto, è una storia affascinante, romantica, d’altri tempi. Una storia che ha qualcosa da raccontare sul passato e sul presente, sulla precarietà, sulla cultura del riuso, su ciò che di va via di questo tempo e ciò che vale la pena conservare. Carmela inventa taccuini, lettere, libri per conservare parole e memoria. “Se in quei fogli che di solito finiscono nella spazzatura scriviamo i nostri pensieri – afferma Carmela – forse inizieremo a guardarli con altri occhi”.

Ospiteremo Carmela Mercoledì 12 Novembre a Skantinato Cinquantotto Bibliocafè alle 18.30 per ascoltare la sua storia, conoscere il suo progetto. E, con orgoglio, da mercoledì saremo felici di poter proporre le sue straordinarie produzioni anche nella sua terra. Qui, a Troia. A Skantinato 58 Bibliocafè.

Redazione Stato

Da Troia a Palermo: riciclo per un nuovo progetto editoriale ultima modifica: 2014-11-10T14:49:44+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi