Manfredonia

Donne di Manfredonia Nuova “NO Energas, venerdì mattina tutti in piazza”

Di:

Manfredonia. ”NOI donne di Manfredonia Nuova accogliamo con soddisfazione l’invito dei/delle giovani del movimento cittadino # NO Energas a scendere in piazza venerdì 11 novembre ’16 per una grande manifestazione cittadina che ribadisca un forte e deciso NO ad Energas.

La nostra partecipazione ha il senso di ricostruire una nuova e sensata alleanza con le nuove generazioni attraverso l’ascolto reciproco non solo per dire no allo sciagurato progetto Energas, ma anche e soprattutto per continuare un cammino comune verso uno sviluppo diverso della nostra terra. Sviluppo inteso come salvaguardia della bellezza del nostro territorio, del senso di appartenenza ad una comunità fraterna ed inclusiva e della responsabilità di custodire i beni comuni e non gli interessi di parte.

Tale prospettiva non è in contrasto con le opportunità di lavoro, anzi le favorisce se sono in armonia con la tutela della vita, della salute e dell’ambiente. Pertanto insieme ai/alle nostri/e giovani rivolgiamo un appello accorato alla cittadinanza tutta affinché ci si ritrovi a lottare insieme a difesa della nostra martoriata città per far emergere finalmente l’anima e l’identità della nostra comunità.

Domenica 13 novembre ’16 votiamo e facciamo votare NO al referendum ENERGAS”.

Manfredonia 9 novembre ’16

LE DONNE DI MANFREDONIA NUOVA



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • Lorenzo

    Fiero di essere concittadino di queste donne meno fiero dei politici che ci rappresentano a tutti i livelli.


  • Fernando

    Caro Lorenzo te la puoi tenere stretta la tua fierezza. Non ce ne può cercare de meno. Noi abbiamo altre idee sulle donne.


  • Manfredonia e il suo declino dovuto ai falsi politici

    C’e’ poco rispeto per donne e per chi si fa in 4 come Magno.Parlate se necessario.grazie


  • "2NO"

    Siete tutti uguali, non si cambia mai.
    Cosa centrano i ragazzi delle scuole con il corteo No Energas?

    Dall’inizio dell’anno scolastico, per ben tre volte, i professori hanno ammonito i nostri ragazzi di non fare lo sciopero dei “GRANDI” . GIUSTO!

    Per i ragazzi, questi inviti sono manna dal cielo, per giustificarsi da un’interrogazione o apprendere da uno studio importante, e che, se non lo fai alla vista dei compagni di scuola sei una secchiona, cacac…o, stupida, asociale, ecc.

    Volete lasciare i nostri figli ai loro giochi e ai loro studi? Lasciateli crescere in santa pace, comunisti come: Collettivo in Apnea,Manfredonia Nuova, donne nuove e vecchie,Caons, ecc. FUORI LA POLITICA DALLA SCUOLA!

    Siamo noi “grandi” che dobbiamo lottare per il futuro dei nostri figli e se proprio i nostri ragazzi devono essere coinvolti,sarà cura di noi genitori educarli, anche partecipando ai cortei di protesta, ma non VOI, che andate nelle scuole a convincere i capi classe di scioperare in massa.

    Questa è una lotta di noi “GRANDI”, poco Giuda!


  • Sciambrgnol

    Due no hai rotto la testa. I grandi non sono capaci di organizza cortei i giovani si e anche molto bene! E smettila di inveire contro chi ci ha informato e lottato! Ti rode il fegato un corteo…i giovani poi figurati. Non li metterete mai a tacere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati