Cronaca
Il parlamentare dei Cor: "E' a mia firma l'odg approvato dal Governo in Commissione Agricoltura Senato"

Poligrafico Foggia, Tarquinio “Rilancio è nostra battaglia”

Interrogherò Ministro competente per capire perché maggioranza PD preferisce investire su Verres

Di:

Foggia. “Il fatto che il rilancio del Poligrafico di Foggia sia un merito di Emiliano è una affermazione non corretta, soprattutto non dà atto di tutte le battaglie parlamentari che in questi anni con il mio gruppo stiamo facendo per la salvaguardia e lo sviluppo industriale e produttivo del Poligrafico di Foggia”. E’ quanto dichiara in una nota stampa il senatore Lucio Tarquinio, parlamentare foggiano dei Conservatori e Riformisti. “Solo ieri in Commissione Agricoltura al Senato il Governo ha accettato un Ordine del giorno presentato a mia prima firma al DDL produzione vitivinicola – spiega Tarquinio – con cui si prevede che in caso di eccedenze nella produzione dello speciale contrassegno di cui devono essere muniti i vini a DOCG e a DOC, qualora non soddisfacibili dall’istituto, debba esservi autorizzazione preventiva del Mef previo parere del Poligrafico, e quindi della Cartiera di Foggia, a cui si garantisce perciò un ruolo attivo nell’eventuale assegnazione delle commesse a esterni”.

“Non mi pare che ieri il Presidente Emiliano fosse in Commissione né tanto meno ha fatto pervenire memorie o emendamenti. Di contro, il Suo partito non ha sottoscritto, ma si è limitato a votare favorevolmente, il mio Ordine del giorno e per altro in sede di esame del provvedimento alla Camera è stato responsabile dello scempio che rischiava di sottrarre al Poligrafico, e quindi a Foggia, buona parte della produzione dei contrassegni”, prosegue ancora il parlamentare Cor, che aggiunge: “Per quanto riguarda poi la produzione Targhe, vorrei ricordare che già lo scorso agosto ho segnalato la situazione. Non mi convince la divisione per commesse estere e francamente continuo a non capire che necessità vi sia di investire a Verres, parallelamente alla linea di produzione per il mercato nazionale, dal momento che si potrebbe concentrare l’intera filiera produttiva a Foggia. Intendo andare in fondo a questa questione e a tal proposito interrogherò il Ministro competente”.

“Sarebbe ora – conclude Tarquinio – che il PD abbandoni la sua logica di dividersi in due anime contrapposte, a seconda delle circostanze: una finalizzata a non assumersi mai la responsabilità per le proprie mancanze, mentre farebbe bene a intervenire e magari rimediare ai propri errori; l’altra, egregiamente rappresentata dalla giunta Emiliano, impegnata ad apparire puntualmente come deus ex machina a salvezza di ogni cosa, accollandosi evidentemente senza remore, anche dei meriti non propri”.

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati