CronacaGarganoManfredonia
"Il comportamento ondivago, fondamentalista, strumentale del WWF è ormai consolidato e finalizzato alla propaganda"

Giuseppe De Bartolomeo “Tra i guai del Paese c’è anche l’integralismo animalista”

"L’ambientalismo del NO fa male agli italiani ed è un problema molto serio per l’agricoltura''


Di:

Roma. ”Con atto del 3 ottobre scorso la Regione Puglia ha autorizzato il prelievo in deroga dello “storno”. Tale provvedimento, più che legittimo, fortemente invocato dalle associazioni
agricole prima che dalle associazioni venatorie, si pone in una posizione che funge da spartiacque tra l’esigenza di arginare i danni (oramai conclamati) per gli agricoltori, provocati
da questa specie che risulta anche “stanziale” in molte parti della regione Puglia, e le istanze venatorie, tutte nei canoni della caccia programmata.

Desta profondo stupore il contenuto dell’incredibile nota dell’Associazione WWF che, rinnovando una sua ideologia pregiudiziale, disconosce gli interessi dell’economia agricola della Regione e bolla tale provvedimento regionale come “un regalo alle doppiette”. In verità, il mondo venatorio, di regali, negli ultimi anni, ne ha visti veramente pochi, anzi, oggigiorno non si perde occasione per rosicchiare sempre qualcosa in più ad un mondo venatorio flagellato dall’integralismo animalista e supportato da studi strumentali che sembrerebbero avere la verità rivelata e non il ruolo consultivo che gli compete.

Spesso i “pareri” non sono proprio confortati dai censimenti e dagli studi, sul campo. Tuttavia, proprio a seguito di una necessità di arginare il fenomeno storno, la Regione ha
reputato opportuno, non necessario, essere coadiuvati e confortati dagli studi dell’Università di Bari. Ebbene, la conclusione di questi studi, intellettualmente onesti, ha dato ragione alle richieste degli agricoltori e dei cacciatori, evidenziando la necessità di abbattere un determinato numero di capi.

Il comportamento ondivago, fondamentalista, strumentale del WWF è ormai consolidato e finalizzato alla propaganda. Gli studi scientifici, vanno bene solo quando a favore del mondo ambientalista “fanatico”, in questa occasione si chiede addirittura un riesame in autotutela alla Regione del “provvedimento”. Abbiamo scoperto la scienza di comodo!!!

L’ambientalismo del NO fa male agli italiani ed è un problema molto serio per l’agricoltura”.

Avv. Giuseppe De Bartolomeo
Vice Presidente Nazionale
(Delega Area Legale – Migratoria – Deroghe)
Presidente Regiona

Giuseppe De Bartolomeo “Tra i guai del Paese c’è anche l’integralismo animalista” ultima modifica: 2017-11-10T09:54:30+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • AntonioPio

    Chi sta nel proprio uliveto e spara solo per allontanarli, e’ un SACROSANTE diritto a difendere il proprio raccolto, mentre chi, dietro alcune sigle di associaxione, discute o parla a vanvere, solo per difendere la poltrona con lo stipendio, e’ un FURT..alle casse dello Stato.


  • Dany

    Ma qui siamo arrivati alla follia! Chi spara per allontanarli? Ma avete mai avuto un terreno? Mica uno può stabilizzarvi sul terreno, e poi questi uccelli del malaugurio sono migliaia, distruggono tutto, mi dite ma che utilità hanno? Siamo governati da gente incapace, ma come si fa, bisogna cambiare sta Politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi