Manfredonia

Manfredonia, “Li tre nepote de Seppelle”

Di:

Un momento della commedia (st)

Manfredonia – NELLE variegate e intense proposte teatrali offerte da Manfredonia, si segnala anche il debutto come autrice di una piecé dialettale, di Assunta Radogna, fino ad ora conosciuta e apprezzata attrice e regista cui va aggiunto anche il ruolo di manager, dal momento che ha creato una compagnia di teatro stabile cui ha dato il programmatico nome di “Si riprende a volare”. Compagnia che si ripresenta al pubblico con la commedia “Li tre nepote de Seppelle”, scritta e sceneggiata appunto da Assunta Radogna.

E’ sviluppata in tre atti durante i quali si dipanano le vicende di tre sorelle alle prese ognuna con una propria storia d’amore, ma che si intrecciano tra loro dando luogo ad un susseguirsi di situazioni intricate e intriganti infarcite da stuzzicanti colpi di scena. Stellina, Italia e Addolorata, le tre sorelle cui hanno dato volto e vita rispettivamente: Anna Vairo al suo debutto sulla scena, Carmen Sovereto veterana del palco scenico e la stessa Assunta Radogna.

Le loro pene d’amore saranno alla fine risolte grazie alla complicità di zia Seppelle interpretata da Gianni Fatone che offre in questo insolito ruolo un esempio della sua maestria, coadiuvato dall’amica del cuore Raffaelina interpretata da Giustina Ronchi.

A tanto cast femminile fa riscontro un altrettanto vivace cast maschile capitanato da Ciro Salvemini, una delle pietre miliari della Compagnia, supportato dal brillante e versatile Lino Conoscitore. Completano i numerosi personaggi che si muovono sulla scena del Teatro Regiohotel Manfredi, gli esordienti Elio Di Pinto, Rita Guerra e la piccola Amalia La Marca.

Il debutto è per martedì 11 dicembre alle ore 20,30 con repliche fino a sabato 15. Prenotazioni e info telefonando allo 0884.581587 oppure al 335.8088625.

Ufficio Stampa e Comunicazione – Comune di Manfredonia



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi