Manfredonia

Residenti Comparti, per mancate urbanizzazioni sfiorate tragedie (VD)

Di:

Istantanea incontro 02.09.2012 (associazione di volontariato Noi Manfredonia - stato@)

Manfredonia – “CHE gli acquirenti dei nuovi comparti edilizi di Manfredonia (Ca1, Ca2, Ca4, Ca5, Ca9) stiano pagando a caro prezzo lo scotto delle inadempienze relative all’ultimazione delle opere di urbanizzazione è cosa già palesata in numerose occasioni. Quello che non era stato ancora messo in evidenza è che ci sono numerose situazioni da cui derivano rilevanti rischi per la salute e la sicurezza dei cittadini residenti in tali comparti”. Lo dicono in una nota i referenti dell’Associazione di Volontariato “Noi Manfredonia”.

“Non c’è giorno che passa senza ricevere segnalazioni dai residenti”.
“Finora solo la buona sorte ha evitato conseguenze peggiori per gli incidenti già occorsi o per quelli scampati dalle situazioni di pericolo evidenziate. Si pensi allo sfiatatoio di viale Mediterraneo (che separa i comparti Ca5 e CA9) segnalato con un metro di retina color arancio che appare assolutamente inadeguata soprattutto di sera, con i pali della pubblica illuminazione non ancora entrati in funzionamento”.

“Numerose sono le testimonianze raccolte da persone che solo per poco non ci sono finite contro. Oppure ai danni già causati ed a quelli potenziali derivanti dai tombini sporgenti non segnalati. Ed ancora, si pensi all’incrocio tra Viale Mediterraneo e via L. da Vinci in cui vi è totale assenza di marciapiedi. Favorito anche dall’assenza del servizio di trasporto pubblico (di cui l’associazione si è fatta promotrice per l’istituzione con richiesta protocollata lo scorso 8 novembre al n. 39542 e di cui non ha ancora ricevuto risposta), vi è un afflusso numeroso di pedoni che percorrono tale incrocio”.

“Anche qui numerose segnalazioni che riportano di aver sfiorato la tragedia per un nonnulla. E che dire della cabina di trasformazione dell’Enel con tanto di cavi scoperti, posata e non ancora rimossa dal giardino di una palazzina. Poi ci sono le segnalazioni di terrore in cui vive chi teme i cani randagi. Finora non vi sono state aggressioni a persone, tuttavia in molti temono sia solo questione di tempo”.

“Poi c’è la polvere proveniente dalle attività della Cava Foglia, che ha continuato ad estrarre materiale fino a pochi mesi fa. Tuttavia la polvere viene sollevata in ingenti quantità anche dall’attività di bonifica. La polvere viene trasportata dal vento e buona parte raggiunge le abitazioni di tutti i comparti, anche se i più esposti sono i comparti Ca2 e Ca4. Tale polvere viene continuamente inalata dai residenti e si deposita in casa causando disagi perché si rende continuamente necessario asportarla. Inoltre, ci sono persone infuriate perché sopportano i lezzi provenienti dal depuratore della Silac. Esse riportano che, al momento dell’acquisto dell’immobile, veniva loro detto che l’impianto Silac sarebbe stato spostato in altra sede. Parliamo di atti di compravendita che risalgono a cinque-sei anni addietro.”

“Infine, ma non per ultimo, vi sono segnalazioni di possibili coperture in eternit. Preoccupati che possano verificarsi incidenti rilevanti e per evitare di sentirci delle Cassandre, abbiamo realizzato una clip che mostra le situazioni sopra riportate con lo scopo di renderle inoppugnabili ed indurre i responsabili a metterle in sicurezza in tempi ragionevoli”.

VIDEO


Photogallery



VIDEO INCONTRO 02.09.2012



Vota questo articolo:
20

Commenti


  • biscione

    denunciate alla procura…..cosa aspettate? è inutile fare le lettere, cosa vi devono rispondere?


  • Salvatore CLEMENTE

    Noi preferiamo andare per gradi.
    Ove si dovessero verificare incidenti, non saremo noi a denunciare, ma i malcapitati.
    Solo che i responsabili che non hanno provveduto a mettere in sicurezza le situazioni mostrate avrebbero colpe più palesi!!!


  • cittadino fiero

    Bravissimi ragazzi sono dalla vostra parte ma concordo anche con biscione.
    inoltre vi consiglierei di contatare Sriscia la notizia e vedrete quali risultati porterà la vostra denuncia.
    Spero che questa situazione venga risolta al più presto per la vostra bella città che mi accoglie come un figlio al mio ritorno estivo.


  • manfredoniano

    Premessa: non lavoro nè nella cava foglia e nè alla silac ma sono un padre di famiglia e so che vuol dire tenersi un posto di lavoro e mi chiedo da quanti anni stanno sia la cava che la silac??? non mi sembra giusto che qualcuno ha deciso di poter costruire lì senza pensare a nessuno se non ai propri interessi e voi che gente siete se volete il male degli altri?

  • UNA CURIOSITà MA CHI — VE LA FATTO FARE DI COMPRARVI LE CASE IN QUEI POSTI DI — CON I SOLDI DI MAMMA VI STA BENE


  • Salvatore CLEMENTE

    Per Michele e Manfredoniano:
    come vedete non abbiamo depositato in procura gli elementi che abbiamo raccolto (quelli che vedete sono solo una parte e le facce che vedete sono le più tranquille) perché l’obiettivo non è nuocere a qualcuno ma tutelare noi residenti.
    Non abbiamo riportato racconti di amici di amici, ma quello che ci succede tutti i giorni.
    A me è capitato che per mezzo metro non fossi io e mio figlio investito mentre lo portavo in giro in triciclo: ma si può morire così?
    Oppure di fermarmi appena in tempo di sera in curva non avendo scorto un gruppo di ragazzini che andavano in centro.
    Mio figlio con la vespa ha toccato la protezione intorno allo sfiatatoio per scansare dei laterizi lasciati sulla corsia.
    Gente mi racconta ogni giorno di vivere nel terrore dei cani randagi.
    La cava Foglia doveva essere bonificata nei 3 anni che costruivano, cioè avrebbero dovuto terminare 3 anni e mezzo fa.
    La Silac nessuno la vuole altrove dato che sono i prodotti che più amo.
    Ma abbiamo riportato la rabbia di persone a cui è stato assicurato che il depuratore Silac sarebbe stato spostato insieme a tutto l’impianto.

    Ora, nessuno ha comprato con l’intenzione di far chiudere la Cava Foglia e la Silac.
    Noi abbiamo comprato (o come cooperative aderito ad un consorzio) 5, 6 o addirittura 10 anni fa sulle indicazioni basate anche su documenti scritti che attestavano che la cava avrebbe terminato la sua attività e la silac si sarebbe trasferita prima di 3 anni dal permesso a costruire, cioè 3 anni e mezzo fa, dato che sono passati sei anni e mezzo dal rilascio del primo permesso a costruire.

    Domanda rivolta a voi, Michele e Manfredoniano:
    ma avete mai sentito di storie, magari capitate a voi in prima persona, di gente che vi fa firmare contratti di fornitura che poi si rivelano delle truffe? Allora voi vorreste che chiudesse la rete locale di fornitura del gas? O la Telecom?
    Sono solo esempi banali, ma vi invito a riflettere che noi siamo doppiamente fregati e che vogliamo solo che salvaguardino la nostra sicurezza, salute che, al momento, sono seriamente a rischio.


  • La Pimpa

    Ragazzi perdonatemi ma io credo che si stia un attimino esagerando! Abito anche io in quella zona ma tutti questi disagi credo vengano un pò esaltati!Innanzitutto i cani randagi si trovano ovunque! Per quanto riguarda le polveri, io credo che non provengano unicamente dalla cava ma che siano anche il frutto dei lavori di costruzione ancora in corso in quelle zone! Se si decide di andare ad abitare in cantieri ancora aperti bisogna prendersi le proprie responsabilità! I tombini sopra elevati sono dovuti al fatto che quella zona deve ancora essere asfaltata; ciò significa che devono essere ancora terminati i lavori di acqua e fogna prima dei quali non possibile asfaltare! Per quanto riguarda lo sfiatatoio, devo dire che se si mantiene la destra e la macchina in nostro possesso è dotata di una decente illuminazione non si dovrebbe far fatica a vederlo! Per il discorso SILAC… se qualcuno ha creduto a qualcosa che poteva essere vero quanto non esserlo, ora non credo sia il caso di lamentarsi a vita! Avete deciso di acquistare una casa in una zona completamente nuova? bene, queste sono le conseguenze! Buona vita a tutti!


  • muammar

    scommetto che tutti voi dei comparti rivoterete alle amministrative le solite persone che oggi sono al palazzo


  • Michela

    Per il ca2 si parlava di una soluzione temporanea per risolvere il problema contatori enel, adiacenti alla cabina, che intralciano il fine lavori della palazzina del mio costruttore ma questo risale a ormai due mesi fa e si parlava di al max 10 gg. Che fine ha fatto questo buon proposito???Ricordo che quella cabina alimenta tutto il comparto ma intralcia tutti i lavori e collaudi di acqua e fogna perchè da quello che sò una parte delle tubazioni passerebbe proprio sotto la cabina. A pensare che si sono offerti tutti i volontari ad accollarsi questo lavoro di spostamento con opere e spese, a momenti litigavano e poi????? EH com’è bello riempirsi la bocca sulle disgrazie altrui.Grazie per l’attenzione


  • topgun

    PER LA PIMPA non so in che zona abiti e posso dirti che nel comparto CA1 i avori di fogna ed acqua sono stati terminati da oggi 3 o 4 mesi fa; ci dice di andare ad abitare nelle NOSTRE CASE il solo ed unico stipendio che nn ci consente di pagare affitto (pagato x 24 anni) ti inviterei a vivere un solo giorno a casa mia poi potrai renderti conto!!! L’asfalto purtroppo non è un problema comunale ma dei costruttori che hanno incassato e non versato al comune per le opere di urbanizzazione!!!! SIGNORI DIAMOCI DENTROOOOO


  • Salvatore CLEMENTE

    Per la Pimpa:
    penso di aver capito chi sei e, se ci ho visto bene, so che non abiti nei nuovi comparti, quindi puoi evitare di sminuire tutti i pericoli.
    Io stavo per essere investito l’hai capito?
    Tutte le cose che hai sapientemente raggirato sono basate sulla fiducia carpita agli acquirenti.
    Se abbiamo comprato in zona nuova non vuol dire che eravamo preparati a vivere nel disagio.
    I timori che avevamo (e che purtroppo si sono materializzati) sono stati spenti dalle rassicurazioni di tanti soggetti, tutti stra-accreditati.
    Di che ci dovremmo preoccupare secondo te?
    Di chi vota alle primarie?
    Molti di non non hanno votato perché si sentono delusi dai continui impegni con tanto di parola data che puntualmente vengono disattesi.
    Quindi caro muammar, forse ho chiarito anche il tuo dubbio…


  • muammar

    ho i miei dubbi, a manfredonia sapete solo lamentarvi. se volete ottenere qualcosa incominciate ad usare l’arma del voto, insomma bisogna cambiare facce al comune


  • Mauro

    @Pimpa: ma hai visto il video??? Con quale coraggio dici che la cava non fa polvere….poi la solita storia che abbiamo comprato nella zona nuova e dobbiamo accontentarci…tipico ragionamento manfredoniano doc


  • biscione

    Caro Salvatore,
    purtroppo come puoi ben notare non tutti quelli che leggono comprendono, anche in virtù della tua onestà nel proporre, insieme a tutti gli amici dei comparti, pubblicando le vs “disgrazie”. Ancor di più se si pensa che ciò continua a ripetersi nel tempo e laddove non prendiate una oramai drastica decisione. Credo che, come hai ben sottolineato, state sopportando sin da troppo tempo disagi enormi che potrebbero sfociare anche in un maleaugurato incidente.
    Con serenità


  • Salvatore CLEMENTE

    Grazie a biscione per la solidarietà.


  • La Pimpa

    Credo innanzitutto che il MANFREDONIANO DOC sia piuttosto colui che passa il tempo a lamentarsi e non quello che guarda obiettivamente le cose! SIg. Salvatore posso assicurarLe che non ci conosciamo come Le assicuro che abito nei nuovi comparti! Anch’io stavo per essere investita…. in pieno centro! Non è difficile per nessuno evitare questo tipo di esperienze considerando il modo in cui si guida nel nostro paese!!! ma questa è un’altra storia! Io non ho detto che le polveri non vengono dalla cava, ho ribadito che non vengono SOLO dalla cava! Ragazzi, i proble ci sono ed è chiaro, ma a volte vengono enfatizzati! Ribadisco che è una zona che sta nascendo e determinati tipi di problemi era chiaro che si sarebbero presentati! Saluti


  • Salvatore CLEMENTE

    Per “La Pimpa”:
    il dubbio sull’identità mi resta, ricordiamoci che non è impossibile risalire alle identità celate.
    Diamoci pure del lei, ma almeno non continui a dire che è donna e che vive nei comparti…
    Poi non mi venga a dire che siamo noi i manfredoniani dok che sanno solo lagnarsi.
    Noi esponiamo problemi seri e drammatici cercando una soluzione.
    In questo caso abbiamo chiesto di mettere in sicurezza i pericoli segnalati.
    Ad esempio, per lo sfiatatoio bastano dei catarifrangenti.
    All’incrocio di via L. da Vinci bastano delle transenne con catarifrangenti e segnaletica orizzontale.
    Stesso discorso per i tombini scoperti.
    Per la cabina enel almeno coprire i cavi scoperti.
    Per la cava utilizzare gli abbattitori di polveri di cui avevano assicurato l’utilizzo.
    Per i cani, almeno che li censiscano, li monitorino e sterilizzino le femmine.
    Per i cantieri non recintati che li recintino.

    Ora, chi è manfredoniano dok, noi che ci mettiamo la faccia segnalando in maniera costruttiva i problemi oppure chi si cela dietro uno pseudonimo e accetta in maniera rassegnata tutto senza neanche provare a far valere i propri diritti e le proprie aspettative?


  • La Pimpa

    Ascolti Sig. Salvatore, io ho semplicemente espresso un mio pensiero che sicuramente non rispecchia il Suo! Questo però non significa che io mi stia nascondendo dietro uno pseudonimo!!! Siamo in un forum e ognuno può dire ciò che pensa nel rispetto dell’altro! Io credo di non aver mancato di rispetto a nessuno e per questo motivo non capisco il Suo risentimento nei miei confronti! E’ chiaro che non è impossibile risalire alla mia identità e se vuole può togliersi ogni dubbio, ma io ripeto “IO NON LA CONOSCO”!!! Sono semplicemente una persona che ha un pensiero diverso dal Suo! Se decide di postare articoli che possono essere commentati, deve anche accettare che ci sia gente che la pensa diversamente da Lei! Credo di aver perso anche troppo tempo dietro a questo argomento! Saluti


  • Uno del ca9

    La pimpa e’ per caso un geometra che gioca a fare l’imprenditore???


  • manfredoniano

    per Salvatore e tutti gli altri dico che avete ragione ma mi dispiace solo per chi lavora e possa perdere il lavoro facendo chiudere per il resto lottate anzi lottiamo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi