Scuola e Giovani

Scatti di anzianità: il gioco delle tre carte

Di:

(archivio, fonte: blog.panorama)

Roma – L’INCONTRO del 6 dicembre all’ARAN sul pagamento degli scatti di anzianità ha confermato quanto la FLC CGIL ha sempre dichiarato. Si tratta del gioco delle tre carte dove c’è una sola certezza. Si perde sempre. Perdono i lavoratori che pagano con il loro salario accessorio gli scatti, perde la scuola che avrà meno risorse per il miglioramento dell’offerta formativa, perdono gli studenti che avranno meno qualità.

Il fondo per il miglioramento dell’offerta formativa, che costituisce il salario accessorio del personale della scuola, sarà infatti decurtato a regime del 25% come ci è stato confermato il 6 dicembre. Inoltre, per coloro che scatteranno nei prossimi anni, la strada è già segnata: si attinge di nuovo al salario accessorio, che nell’arco di un triennio sarà completamente azzerato.

Per la FLC CGIL questo passaggio rappresenta un ulteriore taglio di questo Governo ai diritti, ai salari e alla qualità della scuola pubblica.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi