Foggia

Foggia, protesta Lotta Studentesca: la disoccupazione giovanile non importa a nessuno

Di:

Un momento della protesta (st)

Foggia – IERI pomeriggio – 10 gennaio 2014 , i militanti di Lotta Studentesca, gruppo giovanile del movimento politico Forza Nuova, hanno effettuato delle azioni in molte città d’Italia per esprimere il proprio dissenso e il proprio disgusto verso l’attuale classe politica, totalmente inadeguata e incapace. A Foggia, l’azione si è svolta in zona macchia gialla, nei pressi del Liceo Marconi.

“Anche i servi della gleba hanno il posto fisso” è la frase riportata sugli striscioni esposti dai ragazzi. “Con questa azione” dichiara Andrea Di Cosimo, responsabile nazionale del movimento “abbiamo voluto riportare alla luce il problema della disoccupazione giovanile, un argomento troppo spesso ignorato dai nostri politici che ad oggi sembrano più impegnati a risolvere le questioni legate all’immigrazione, alle unioni civili o addirittura alla legalizzazione delle droghe leggere, piuttosto che prendere in esame i veri problemi degli italiani e soprattutto dei giovani che rappresentano il futuro di questa nazione. La frase, fortemente provocatoria, vuole anche porre l’accento su una recente ricerca dell’Istat secondo la quale la disoccupazione giovanile ha raggiunto livelli record, attestandosi sul 41,6%, costringendo, tra l’altro, molti giovani a trasferirsi in altri paesi. Non siamo più disposti, dunque, ad accettare tutto questo, è ora che la nostra classe politica, chiusa nei palazzi del potere ed attenta a ad obbedire minuziosamente agli ordini che gli arrivano dall’Europa, inizi a pensare a delle soluzioni concrete a quelli che sono i problemi reali della nostra Italia. I giovani non accettano più questa situazione.”

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi