Manfredonia

Furti, C.Titta interroga: “zona industriale EX D46 senza linea telefonica”

Di:

Zona Industriale ExDI46 (ST)

Manfredonia – “INTERRUZIONE linea telefonica zona industriale di Manfredonia, ex D46”: interrogazione a risposta scritta, con data odierna, del Consigliere comunale – Capogruppo IDV Avv. Titta Cosimo, inoltrata – per il tramite del Presidente del Consiglio comunale – al Sindaco del Comune di Manfredonia, all’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Manfredonia, e p.c. all’Illustrissimo Prefetto di Foggia presso Prefettura – U.T.G. di Foggia.

IL TESTO. “Premesso che nei giorni scorsi si sono verificati furti di rame nell’area situata lungo la Strada Statale 89 Manfredonia-Foggia, nella zona industriale ex D46 del Comune di Manfredonia; Che i ladri hanno dapprima divelto due pali della linea telefonica e poi hanno tagliato i relativi cavi rubando un grosso quantitativo di rame; che a causa di questo furto sono rimaste isolate moltissime utenze presenti nella zona industriale di Manfredonia, ex D46; che questo ennesimo disagio, unitamente a tanti altri che attualmente continuano a patire gli utenti della zona ex D46 (per via di opere di urbanizzazione non completate, dell’illuminazione pubblica carente, dello stato del manto stradale, della mancanza di adeguata segnaletica, dei ritardi nella realizzazione dell’impianto di depurazione, ecc.), è anche causa di danni economici per le diverse imprese costrette ad interrompere i servizi funzionanti mediante linea telefonica (utilizzo rete fissa, servizio internet, pagamenti mediante POS, ecc.);

– che, a tutt’oggi, la società Telecom e quant’altri di competenza non hanno ancora provveduto alla riparazione dei danni cagionati all’impianto ad opera dei ladri nonché al ripristino del collegamento della linea telefonica;

L'Avvocato Cosimo Titta, capogruppo IdV in Consiglio Comunale (statoquotidiano - Ph: CMMF@)

– che sono già tanti i titolari degli insediamenti industriali, commerciali e ricettivi, insediati nell’area industriale interessata dalla brusca interruzione della linea telefonica, che hanno, anche a mezzo della stampa locale, manifestato il loro disappunto per quanto accaduto e per i gravi ritardi che si stanno verificando nel porre rimedio al disservizio e ai disagi che stanno subendo, ormai da troppi giorni, per la mancanza della linea telefonica.

Tutto ciò premesso, il sottoscritto Consigliere comunale, manifestando rammarico e preoccupazione per questa situazione e per il suo dannoso protrarsi, intende sapere:

a) quali sono le condizioni attuali in cui versa l’impianto di collegamento della linea telefonica oggetto di danneggiamento;

b) che cosa finora si è fatto e/o quanto si intende fare per porre rimedio a questa annosa situazione;

c) in particolare, quali iniziative urgenti sono state avviate o si intendano intraprendere sulla Telecom o su altri, per quanto di loro competenza, al fine di assicurare l’immediato ripristino di condizioni di normalità sulla rete telefonica della zona industriale D46, per garantire al sistema produttivo dell’area in questione di poter fare affidamento sul corretto funzionamento di un servizio che, unitamente alla fornitura di altri, è indispensabile per la crescita del livello di competitività di un’area già di per sé gravata da numerose debolezze infrastrutturali che pesano sull’intero processo di sviluppo locale.

Ai sensi del vigente regolamento comunale si chiede risposta scritta e si ricorda che la presente interrogazione riveste i caratteri dell’urgenza.

L’occasione è gradita per porgere alle SS. VV. cordiali saluti”.

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
15

Commenti


  • LiberoCittadino

    Ma è proprio necessario dare notizia di interrogazioni consiliari? Se i consiglieri comunali non facessero manco quelle siamo proprio messi male!
    O cos’è? Siamo già in campagna elettorale?
    In questo caso allora bisogna pubblicare tutte le interrogazioni dei consiglieri…


  • Redazione

    Attendiamo le interrogazioni dei consiglieri; segreteria@statoquotidiano.it – Red.Stato


  • Cosimo, non è speciale quello che fai, ma il fatto che tu lo faccia...

    Caro Cosimo,

    alcuni in giro (soprattutto qualche tuo amico) ritiene che la tua azione politica abbia qualcosa di speciale.
    Io no. Mi spiego meglio.
    Quello che tu stai facendo (ma che so hai sempre fatto anche in passato, quando non eri neppure consigliere) non dovrebbe avere nulla di speciale se si partisse dal fatto che è proprio attraverso la presentazione di mozioni, interpellanze e interrogazioni che il Consigliere comunale esercita le proprie funzioni di controllo politico-amministrativo sulle attività della Giunta, nonchè il potere ispettivo che ha sull’attività della Giunta, degli Uffici e dei Servizi dell’Ente.
    Di conseguenza dov’è la “specialità” visto che stai facendo solo il tuo dovere?!?!
    Ma al contempo non posso non considerare che probabilmente qualcosa di “speciale” c’è in ciò che stai facendo e sta nel fatto che ALMENO TU (e pochissimi altri, ma di tanto in tanto) ADEMPI CORRETTAMENTE A QUESTO DOVERE CONTRARIAMENTE A QUEI TANTI CHE NON LO FANNO.
    Di questo te ne devo dare atto…
    VAI AVANTI COSI’!

  • ADESSO SI FANNO INTERROGAZIONI … SI FA LA LOTTA PER NON FAR DERUBARE LE AZIENDE..
    E QUANDO LE AZIENDE LASCIAVANO A CASA GLI OPERAI ..QUESTI AMMINASTRATORI DEL … DOVE ERAVATE? AL BAR …
    A DIC CHIACCRR.. PER QUELLE ‘AZIENDE’ CHE SONO RIMASTE SOP A COOP U VINT .. TANTO NON FARANNO NIENTE ..COME SEMPRE


  • E bravo a Cosimino

    BRAVO COSIMO,

    i Consigliere comunali

    hanno tra i propri compiti quello principale di farsi interprete delle esigenze e delle istanze dei cittadini, anche quando il suo corretto adempimento dovesse richiedere l’assunzione di posizioni critiche (ma costruttive) che possano mettere in cattiva luce la propria Amministrazione o far emergere sue zone d’ombra.

    Bravo, bravo, bravo.
    TI RIVOTO ALLA GRANDE!!!

    Lello


  • Per ex Operaio di una azienda del contratto d'aria...

    C’E’ UN UNICO RESPONSABILE PER TUTTO

    CIO’ CHE HAI DETTO ED E’ IL SINDACO ANGELO RICCARDI (e chi l’ha preceduto), INFATTI NON A CASO E’ lui l’attuale “RESPONSABILE UNICO DEL CONTRATTO D’AREA”, per cui sei pregato di rivolgere le tue invettive direttamente contro di lui.

    Ma poi può un sindaco durante un suo intervento dire “per me il contratto d’area è finito, ma ancora a parlare di Contratto d’area state, non lo avete capito che il Contratto d’area non esiste più!!!”
    Parole sue.
    Beh, ecco, questo è Angelo Riccardi.

    E meno male che diceva che la sua principale ossessione sarebbe stata la creazione di posti di lavoro. Neppure quelli che avevamo è riuscito a difendere!!!

    Caro ex operaio, mo mi raccomando, la prossima volta fatti prendere di nuovo in giro e rivota per Angelo Riccardi! Mi raccomando…

  • AL MOMENTO CHE SI RIVESTE UN RUOLO POLITICO … LE QUESTIONI DELLA CITTà RIGUARDANO TUTTI .. QUESTA è POLITICA..
    SI SA CHE IL RESPONSABILE E IL SINDACO…MA NON DICIAMO NIENTE DI NUOVO..
    IO NON HO MAI VOTATO ALLE VOTAZIONI COMUNALI..
    QUINDI CASCHI MALE…
    IN QUESTA CITTà NON SI SALVA NEMMENO IL SALVABILE..


  • vut a me vut a me

    Si nessuno l’ha votato, é uscito con voti fantasma, dai lo danno anche le pietre che per lavorare nelle fabbriche bisognava sostenere i soliti politici, oppure avete gia dimenticato gli spot pre elettorali di Campo e company?
    Dimenticavo i manfredoniani hanno memoria corta


  • el cid.

    Cosimo ti stai affannando nell’apparire non ti preoccupare tanto tra un anno e mezzo sparirai come il tuo partito e poi senza chi è stato il vostro traino dove andate (scusa vai).


  • semprevigile

    Su questo ha fallito, su quell’altro fronte non ha fatto niente, sulle intenzioni meglio non parlare in quanto già appurato che tra il dire ed il fare, niente di più azzeccato, c’è il mare… anzi anche questo non ci toglieranno a causa delle pale…. a questo punto togliersi dalle pale è d’obbligo.

  • odore di campagna elettorale


  • f

    Cosimo titta vuole fare anche lui l’assessore


  • SANDRO

    Cosimo TITTA ha una storia personale e

    familiare e una dignità tale che NON FAREBBE L’ASSESSORE CON IL SINDACO ANGELO RICCARDI NEANCHE PER TUTTO L’ORO DEL MONDO.
    Chi lo conosce bene sa che uno dei suoi pregi più grandi (per qualcuno un difetto, sic!) è quello di NON ESSERSI ASSERVITO MAI A NESSUNO e che soprattutto non firmerebbe mai un atto o un provvedimento ritenendolo errato o anche solo non opportuno, figuriamoci poi se fosse anche …….. Non so se altri hanno fatto o farebbero la stessa cosa, PUR DI DIVENTARE O CONTINUARE AD ESSERE ASSESSORE.

    Dubito anche che voglia ricandidarsi al Consiglio comunale.

    PER LUI LA POLITICA NON E’ UN MESTIERE…MA UNA PASSIONE, UNA FORTE E SANA PASSIONE (lo conosco da tanti anni, posso affermarlo senza timore di smentite).

    Cosimo, amico mio, ti stimo e ti rispetto…E MI DISPIACE TANTO CHE HA TRADIRTI POLITICAMENTE SIA STATA UNA PERSONA A CUI TU HAI DATO MASSIMA FIDUCIA, MA LA STORIA E’ CARATTERIZZATA DI TRADIMENTI E DI PERSONE IRRICONOSCENTI…che poi si sa che fine hanno fatto!

    Sandro


  • Franco

    lo facciamo santo?


  • Corto Maltese

    già vedo le stimmate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi