Scade ad aprile il mandato di Stefano Pecorella

Rinnovo presidenza parco del Gargano, Pd diviso

M. E. Ritrovato: “Ma in queste riunioni a che titolo parlano?”

Di:

Monte Sant’Angelo. “Chiediamo al nostro partito che si cominci a parlare a tutti i livelli della prossima presidenza del Parco del Gargano, marzo è vicino, che non arrivi una nomina dall’alto per decreto, che si ascoltino i territori e non le logiche spartitorie”. Generoso Rignanese, coordinatore del circolo Pd di Monte Sant’Angelo, aggiunge che il comunicato firmato da “Città Gargano” (i circoli indicati sono: Cagnano, Monte, San Nicandro, Peschici, San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, Carpino, Ischitella, Mattinata e Vico del Gargano) è stato inviato per conoscenza al governatore Emiliano, a ministero dell’Ambiente, alle segreterie nazionali e regionali del partito e in quella provinciale si “dovrebbe avviare la discussione”.

Le riunioni di ‘Città Gargano’ in campagna elettorale


Ad aprile scade il mandato di Stefano Pecorella, il presidente vicino all’area di Alfano nominato 5 anni fa. La scelta del successore- e non è detto che l’attuale non possa essere riconfermato- passa dalle segreterie politiche via Regione, una terna di nomi su cui l’ultima parola spetta al ministro dell’ambiente e per cui il parere del governatore regionale non è vincolante. Nel frattempo si vota per le provinciali ed in alcuni comuni del Gargano (gli 8 componenti del consiglio del Parco sono 4 di nomina dei ministeri e 4 stabiliti dai Comuni) Monte compresa, dunque la discussione si inserisce a pieno titolo in campagna elettorale con una serie di polemiche da parte di componenti dei circoli “non invitati” alle discussioni di ‘Città Gargano’ oltre alle critiche sul presidente uscente: “Troppo attenzionata Manfredonia rispetto al resto del Gargano- aggiunge Rignanese-, c’è un ritardo nell’approvazione del piano del Parco e il bando per i direttori risale solo a due mesi fa”.

Ritrovato: “A nome di chi parla questa sigla?”

Il Pd di San Giovani Rotondo commenta le “riunioni” per voce del dirigente Maria Elena Ritrovato: “Da chi è composto questo ‘Pd Città Gargano’? Da chi viene convocato? Non è un organo statutario. E’ un’associazione? E’ un comitato? Io non sono mai stata invitata ed è una cosa molto strana, visto che faccio parte di organismi del partito dal livello cittadino a quello regionale. Cerchiamo su google, risultano tre comunicati in tre anni: due su elezioni provinciali ed uno oggi sul rinnovo della presidenza del Parco nazionale del Gargano. E’ legittimo dedurre, quindi, che esprimendosi solo in determinate occasioni e tralasciando tutte le questioni di rilevanza prioritaria per il promontorio, questo ‘Pd Città Gargano’ presenti la natura di ‘comitato elettorale’”.

Circa l’utilizzo della formula per identificare l’area di riferimento, Ritrovato aggiunge: “Allora, tutti sono liberi di esprimere proposte ed idee, ma ognuno deve metterci la propria faccia, apporre la firma con proprio nome e cognome, mancando una reale rappresentanza e legittimazione da parte di un’intera comunità. Nel caso specifico, poi, l’utilizzo di un’espressione, “Città Gargano”, è particolarmente fastidioso, in quanto allusivo di una nobile visione del territorio, condivisa da diversi studiosi, il prof. Fiorentino di Vico in primis, ed il compianto giornalista Donato Torraco, che con Michele Gemma su “Jano” ne ripresero il concetto. Una suggestione che non può essere strumentalizzata per fini meramente elettorali”.

Elena Gentile (st@)

Elena Gentile (st@)

La discussione del Pd su facebook

A un commento da lei postato su fb ha risposto l’europarlamentare Elena Gentile: “Se non ricordo male questa era una trovata di iscritti che non militano più nel partito, vorrei capirne il senso. Riorganizzare la partecipazione su alcuni territori, lo sviluppo delle aree interne, le tracce di rilettura del Gargano e della sua storia in un’idea di crescita sostenibile ed inclusiva dentro la suggestione della Macroegione Ionico-Adriatica…Perché se non parlano di questo di grazia…di cosa discutono..ah ora ci penso, delle elezioni provinciali”. Anche il sindaco di Manfredonia è rimasto sorpreso perché nel comunicato fra i Comuni elencato mancasse il suo. Il commento al post di Gianluca Ruotolo, della minoranza del Pd, che così commentava l’iniziativa: “Condivido, il confronto largo e partecipato è un metodo che aiuta sempre ad arricchire il merito delle decisioni da assumere. Proviamoci”.

E Riccardi: “Scopro con piacere che Manfredonia non fa parte del Parco Nazionale del Gargano”. “Si è trattato di una riunione fra circoli del Gargano, non quelli del Parco (poiché l’argomento Parco non è stato il solo).

Il confronto è aperto: meno pregiudizi e arroccamenti possono solo far bene, al Pd e al territorio”, risponde Matteo Vocale. Chiude Vergura: “Anche Monte ne fa parte, noi nel partito non abbiamo mai affrontato questa tematica”. Stesse perplessità le esprime Luigi Labombarda di Peschici, che conferma: “Non è stata fatta nessuna riunione degli iscritti per partecipare”.

Enzo Cripezzi (a destra - fonteimage: giornaledelcilento)

Enzo Cripezzi (a destra – fonteimage: giornaledelcilento)

Enzo Cripezzi (Lipu): “Il piano del parco è cartina di tornasole”

Nomi candidati alla successione di Pecorella per ora non ne circolano, la rete del presidente è vasta, dalla vicinanza al segretario provinciale del Pd Raffaele Piemontese a Leo di Gioia al sindaco Riccardi cui ultimamente, dicono, si sarebbe riavvicinato. Oltre alle sponde delle segreterie romane in modo trasversale. Del resto, dicono alcuni amici che preferiscono restare anonimi, “quando Emiliano ha fatto le nomine in alcuni istituti della Capitanata non è che ha sentito qualcuno..”.

Circa il giudizio sul suo operato, un ambientalista come Enzo Cripezzi, responsabile provinciale e coordinatore regionale della Lipu, dice: “A Pecorella do’ una quasi sufficienza, non ha brillato ma certi ritardi sono dipesi anche dalla Regione e da un modo un po’ particolaristico di concepire il territorio da parte di alcuni Comuni, come se ognuno fosse l’ombelico del Gargano. E dovrebbero far sistema con altri parchi”. In ogni caso la cartina di tornasole per Cripezzi sarà il piano del parco: “Servono tempi certi per la Vas, la valutazione ambientale strategica che fa la Regione, dopo questo passaggio entro 60 giorni i cittadini e le associazioni possono esprimere un giudizi. Mi auguro che il peso dei portatori di interessi particolari valga di meno di quello di chi porta avanti interessi collettivi. La legislazione in materia di parchi va sempre più verso l’aziendalizzazione, non mi fido che il dibattito nei partiti per piazzare qualche loro personaggio serva all’interesse del Parco”.

(A cura di Paola Lucino, Foggia 11.01.2017)

REDAZIONE STATO QUOTIDIANO.IT – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
9

Commenti


  • vai a casa

    adesso e gli danno un altro posto politico. Al parco ha lavorato male e sperperato i soldi pubblici. Alle prossime elezioni comunali perchè non si candida a sindaco?


  • w la Lipu

    Tutti incarichi di nomina politica assegnati a :
    Consulente legale e giuridico:
    Consiglio di Giurisdizione della Camera dei Deputati;
    Commissione per la Tutela Giurisdizionale del Personale della Camera dei Deputati;
    Associazione degli Industriali di Capitanata;
    SE.R.I. S.r.l. Servizi Reali alle Imprese, con compiti d’assistenza agli associati dell’AssIndustria di Capitanata;
    società consortile Ambiente e Territorio S.C.P.A., operante nel settore dell’energia;
    ConEnergia S.P.A società operante nel settore della vendita e distribuzione del gas.;
    consorzio “Margherita Sviluppo”, operante nel settore della lavorazione del sale;
    Manfredonia Vetro S.p.A. e Sangalli Vetro S.p.A.;
    Consigliere d’Amministrazione di ATI SALE s.p.a. (saline di Stato) dei Monoploli.
    Commissario Liquidatore del Consorzio Agrario Provinciale di Foggia.
    Commissario Governativo del Consorzio Agrario Provinciale di Foggia
    Assessore Provinciale Provincia di Foggia – Risorse Ambientali

  • Ci vorrebbe il Commissario anche all’Ente Parco


  • Il nipote del geometra

    tutt’appost, stefano non ti preoccupare che la guerra è finta…..pecorella al parco, mazzone sindaco e bordo e ricadrai a roma e campo alla regione….tutt’appost


  • Enzo

    se non era per la politica oggi –


  • Zuzzurellone Sipontino

    Chi di centralismo democratico ferisce di centralismo democratico ( si fa per dire ) perisce (è una battuta). Vogliamo scommettere che sarà il presidente uscente? Bisogna assicurare la continuità del lavoro fin qui svolto, l’azione svolta. Bla, bla, bla, ………Questi sono i risultati, le classifiche. Vogliamo scommettere? Le convergenze parallele, la nostra mano è sempre tesa…… Per il bene e l’unità del partito……..Poi una volta nominato…..Ma noi non eravamo contrari abbiamo e stimimiamo l’azione svolta dal presidente……….Bla, bla, bla,………


  • luca

    deve andare a casa e trovarsi un altro lavoro, ha dimostrato di non essere all’altezza del ruolo assegnato.
    Il resoconto della VIII commissione della Camera per il parere sulla nomina – “Dalla lettura del curriculum del designato non emergono quelle specifiche competenze in campo ambientale che dovrebbero caratterizzare i candidati alla carica di presidente dei parchi nazionali. Richiama per questo il Governo ad una più attenta valutazione dei requisiti di tali candidati ed ad attenersi alla massima trasparenza nella loro designazione”. Così nell’atto della Camera di martedì 31 gennaio 2012, relativamente alla Proposta di nomina dell’avvocato Stefano Francesco Sabino Pecorella a presidente dell’Ente parco del Gargano

  • Il governo deve mettere il commissario anche al parco concordo anche io!


  • vergogna

    se ha fatto carriera politica non è certo merito suo, la gente è costretta a sopportarlo perchè imposto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!