Manfredonia

Manfredonia, Lucio Cascavilla: “perchè Punk Road in Cina”

Di:

Locandina presentazione PUNK ROAD IN CINA (st)

Manfredonia – GIOVEDI’ 13 febbraio alle 21 verrà presentato presso il LUC di Manfredonia il libro “Punk road in Cina” di Lucio Cascavilla, edito da Robin Edizioni.

Sarà presente l’autore e verrà proiettato in anteprima il documentario “Smegma Riot – La punk band degli stalloni italiani”. Il trailer: http://www.youtube.com/watch?v=XE3qgsHI3kI

“Punk Road in Cina”, scritto da uno dei due cantanti degli “Smegma Riot”, narra le vicende di un gruppo di ragazzi italiani, più un canadese, stanziati a Kunming, chi per studio chi per lavoro, che senza un vero motivo, a parte l’idea di diventare famosi, senza un CD, senza una vera line-up, decidono di andare in giro per la Cina suonando musica punk. Il libro descrive il tour che nel 2007 porterà la band a fare 15.000 km toccando circa dieci città, dal nord al sud della Cina. Un tour nel sogno cinese. Il tour definitivo.

“Punk Road in Cina” è un diario di bordo, una testimonianza di vita nel paese del socialismo reale e una riflessione sui vari aspetti della natura umana ed inumana. Confucio, il maestro, disse: “Per natura gli uomini sono tutti uguali, col tempo diventano molto diversi l’uno dall’altro”.

Gli “Smegma Riot”, che sembrano una band come tante altre, rivelano durante il corso degli eventi narrati la loro vera natura di “homo ludens”, macchine da avanspettacolo panico, tragicomiche figure che viaggiano in una Cina che non li “caca” di striscio. Ai margini della comunità economica nazionale ed internazionale i nostri eroi, protagonisti sgangherati del nuovo sogno cinese, durante il loro percorso scoprono il vero significato della vita… ma non fanno in tempo a memorizzarlo…

2004, anno della Scimmia secondo il calendario lunare cinese, il sinologo L, appena laureato presso l’Istituto Orientale di Napoli, imbevuto di classici della letteratura e della filosofia cinese, si trasferisce in Cina, più confuso che persuaso, alla ricerca del successo. Queste le premesse che preludono ad una rocambolesca avventura dove l’amicizia e la voglia di vivere rappresentano il leitmotiv dell’intero racconto.

Lucio Cascavilla è nato a Manfredonia nel 1979. Laureato all’Orientale di Napoli, si trasferisce in Cina nel 2004 dove ancora vive, lavora e suona. Ha collaborato alle realizzazione di cartoni animati, cortometraggi e molto altro.

Dal febbraio 2008 scrive su:
www.impresentabile.net/blog
www.smegmariot.org

Redazione Stato

Manfredonia, Lucio Cascavilla: “perchè Punk Road in Cina” ultima modifica: 2014-02-11T15:00:05+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi