AttualitàStato prima
Punibilità, sul modello francese, di colui che si “auto-addestra” alle tecniche terroristiche

CdM, terroristi come i mafiosi, stretta su web e privacy

"Operazione contro l'Isis, impegnati oltre 500 militari italiani"

Di:

Roma – IL Consiglio dei Ministri ha approvato le nuove norme di contrasto al terrorismo. Palazzo Chigi spiega in una nota il provvedimento, che prevede: “l’introduzione di una nuova figura di reato destinata a punire chi organizza, finanzia e propaganda viaggi per commettere condotte terroristiche; la punibilità del soggetto reclutato con finalità di terrorismo anche fuori dai casi di partecipazione ad associazioni criminali operanti con le medesime finalità; la punibilità, sul modello francese, di colui che si “auto-addestra” alle tecniche terroristiche; l’introduzione di specifiche sanzioni, di ordine penale ed amministrativo, destinate a punire le violazioni degli obblighi in materia di controllo della circolazione delle sostanze che possono essere impiegate per costruire ordigni con materiali di uso comune.

Sul piano degli strumenti di prevenzione, le misure contemplate comprendono: la possibilità di applicare la misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza ai potenziali “foreign fighters”;
la facoltà del Questore di ritirare il passaporto ai soggetti indiziati di terrorismo.

Inoltre, lo schema di decreto si incarica di aggiornare gli strumenti di contrasto all’utilizzazione della rete internet per fini di proselitismo e agevolazione di gruppi terroristici. In particolare, vengono previsti:
aggravamenti delle pene stabilite per i delitti di apologia e di istigazione al terrorismo commessi attraverso strumenti telematici;
la possibilità per l’Autorità Giudiziaria di ordinare agli internet provider di inibire l’accesso ai siti utilizzati per commettere reati con finalità di terrorismo”.

L’Italia ha procure distrettuali che da tempo indagano sul terrorismo internazionale, non aveva una struttura di coordinamento centrale: la avrà con riferimento della Procura nazionale antimafia”. Lo ha detto il ministro della Giustizia Andrea Orlando sulle misure antiterrorismo varate in Cdm. Annunciando l’approvazione del disegno di legge delega sul processo civile, il Guardasigilli ha spiegato che con il processo civile telematico “ad oggi sono stati depositate 12mln 615mila comunicazioni, abbiamo raggiunto un risparmio di 44mln di euro da quando il processo civile telematico è entrato in funzione con un miglioramento dei decreti ingiuntivi significativo, una tendenza di meno 60% a Roma e del 43% a Milano”.

“Basta con le sentenze enciclopediche e gli atti enciclopedici: il processo civile telematico richiede una tipizzazione degli atti e sentenze piu’ snelle”. Così il ministro della Giustizia Andrea Orlando, illustrando i contenuti chiave della delega sul processo civile.

Nel decreto missioni approvato oggi c’e’ la nuova operazione contro l’Isis, che vedra’ impegnati oltre 500 militari italiani, tra addestratori, consiglieri e personale dell’Aeronautica. Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, in conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri. “Abbiamo deciso – ha spiegato Pinotti – di dare un segnale significativo, visto che l’Isis e’ uno dei maggiori pericoli per il mondo”.

A proposito della presenza italiana in Afghanistan, Pinotti ha precisato che “la missione si riduce sensibilmente, avremo 500 militari di media da 632 che sono. E’ previsto un rientro in particolare da agosto, siamo ancora ad Herat ma ora ci siamo solo per un lavoro di formazione delle forze armate afgane”.

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi