Politica

Corte Conti, Zullo a Pentassuglia: “Devi essere di rottura”

Di:

Bari – “Caro Assessore Pentassuglia, ti abbiamo molto apprezzato nel tuo ruolo di presidente di Commissione e per come hai svolto in Consiglio regionale l’esercizio della tua attività. Per questo, abbiamo sperato che la tua nomina potesse segnare una svolta non di discontinuità, ma di rottura con un sistema incancrenito, clientelare, legato ai poteri forti che ruotano attorno a Sel e al Pd. Oggi, però, non basta da parte tua gridare allo scandalo, all’indomani della bocciatura della Corte dei Conti: così non sei credibile e te lo dico in amicizia. Noi crediamo in te, ma devi essere, te lo ripeto, di rottura”. Lo dichiara il presidente del Consiglio regionale di Forza Italia, Ignazio Zullo.

Speravamo – aggiunge – che sotto la tua guida, l’assessorato potesse tagliare ogni rapporto con quei poteri che, in questi dieci anni, sono stati solo funzionali all’acquisizione del consenso a scapito dei cittadini tassati e tartassati. Quella rottura necessaria non è arrivata con la nomina dei direttori generali, considerato che tra direttore generale, sanitario ed amministrativo, non c’è stato alcun cambio di rotta significativo e sono sempre gli stessi. In assessorato, poi, non c’è un solo dirigente che stia pagando o abbia pagato per lo sfascio. La tua limpidezza non è in discussione, ma rischia di appannarsi non per opera nostra, ma per opera tua: fino a quando non indirizzerai la sanità verso una rottura drastica con il passato e con i poteri forti che ruotano attorno alla vostra maggioranza, per la povera gente non ci sarà mai buona sanità e sgravio di tasse”.

“Coraggio – conclude Zullo – in politica bisogna lasciare il segno e hai tutta la possibilità, sia pure a pochi mesi dal termine della legislatura, di lasciare il ‘segno Pentassuglia’”.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi