Manfredonia

Gli addobbi del Carnevale nel tempo a Manfredonia

Di:

Manfredonia – DAL dopo guerra, nel secolo scorso, stimolati dal grande successo del Carnevale Dauno, c’era l’usanza di allestire, prima di carnevale, e non solo in corso Manfredi vetrine di negozi e balconi di palazzi. Tra le più belle vetrine approntate negli anni ’50, quelle del negozio di Giovanni (Giuannine) Bisceglia al secolo “Menechine” (uno dei pionieri del carnevale moderno); le vetrinette della farmacia Murgo allestite dal presidente del primo Carnevale Dauno Tonino Murgo; la vetrina nel grande negozio di elettrodomestici ed altra merce di “Barbone” in piazza del Popolo.

Dagli anni 60‘- ‘70 le vetrine delle boutique di moda di Matteo Ciociola e di Matteo Arena; le vetrine del negozio di giocattoli “a Castagnère” nei pressi della Farmacia Murgo e quella del negozio di elettrodomestici di “Mattoje Kennedy’”. Dagli anni ’80-‘90 le vetrine allestite sempre in corso Manfredi da Dino Clemente nel negozio di dolciumi del padre Lorenzo Clemente; la vetrina del negozio di giocattoli di Gigetto Prato; la vetrina della pasticceria “Totaro” in via Tribuna (tuttora allestita in grande stile dalla figlia Rosa del compianto pasticciere Totaro); la vetrinetta preparata nel bar Aulisa; la vetrinetta del maestro barbiere-parrucchiere Arturo De Rienzo in via Antiche Mura; l’originale allestimento carnascialesco del negozio di frutta secca (tuttora allestito) di “Nosci”, ed infine la bellissima vetrina con esposizione delle opere in ceramica (maschere, mascheroni, Zepèppe) di Tonino Robustella in corso Manfredi. Le vetrine di Gigi Foglia nel suo negozio di abbigliamento in Piazza del Popolo.

Sempre in occasione del Carnevale, molti balconi in corso Manfredi venivano (lo si fa tuttora) addobbati con festoni, stelle filanti, drappi colorati, mascheroni, maschere e pupazzi riempiti di paglia “Zepèppe de pagghje”. Da pochi anni, va evidenziata la bellissima vetrina del negozio di oggettistica, allestita con maschere veneziane di pregevole fattura artistica.

(A cura di Franco Rinaldi, cultore di storia e tradizioni popolari di Manfredonia)

Fotogallery

FOTOGALLERY

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Salvatore Imperato

    Mi manca molto Manfredonia dove da bambino trascorrevo le vacanze estive. Vorrei anche poter incontrare do nuovo il mio grande amico Dino Clemene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi