Cronaca

L.elettorale percorso condiviso: in Aula dal 23 al 27 febbraio

Di:

Bari – In Aula da lunedì 23 a venerdì 27 febbraio per la legge elettorale regionale. La Conferenza dei capigruppo ha approvato all’unanimità la proposta dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale pugliese, illustra dal presidente Onofrio Introna.

La prima giornata, il 23 febbraio, sarà dedicata alla discussione generale e alla presentazione degli emendamenti al testo base. Si tratta della proposta di legge elaborata dal gruppo tecnico Consiglio-Prefettura di Bari, fatta propria dall’Ufficio di Presidenza e consegnata ai gruppi consiliari nel luglio 2014. Il Consiglio sarà sospeso per i due giorni successivi, dedicati all’approfondimento degli emendamenti, che l’Ufficio di Presidenza esaminerà insieme ai presidenti dei gruppi, con la collaborazione dei tecnici. I lavori in Aula riprenderanno giovedì 26 e venerdì 27, per l’approvazione della legge.

“Siamo ad uno snodo importante – dichiara il presidente Onofrio Introna – e registro con soddisfazione che tutti i gruppi hanno confermato nei fatti la volontà concorde di offrire una soluzione urgente all’importante adempimento legislativo, che ci porterà a definire le modifiche essenziali e necessarie all’impianto della legge regionale elettorale 2/2005, da adeguare ai rilievi della Corte costituzionale sul premio di maggioranza e al nuovo plenum dell’Assemblea (da 70 a 50 componenti più il presidente eletto)”. “Ringrazio i presidenti dei gruppi consiliari, che con uno spirito unitario e costruttivo hanno condiviso l’impostazione e il calendario che abbiamo indicato. Sono le proposte scaturite dal lavoro intenso dell’Ufficio di Presidenza e dalla sostanziale unità espressa con i colleghi, i vicepresidenti Antonio Maniglio e Nino Marmo, i segretari Andrea Caroppo e Peppino Longo”, conclude Introna.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi