Manfredonia
Controlli in una masseria posta in località Fontanarosa

Manfredonia, ‘Santa Barbara’ in casa e in masseria, 3 denunce (II)

Operazione del personale della locale Squadra di Polizia Giudiziaria, coadiuvato da personale del Reparto Prevenzione Crimine di Bari

Di:

Manfredonia – PERSONALE dipendente della locale Squadra di Polizia Giudiziaria, coadiuvato da personale del Reparto Prevenzione Crimine di Bari, ha denunciato in stato di libertà 3 sipontini resisi responsabili di reati inerenti la detenzione di armi ed esplosivo.

In occasione del Carnevale Dauno è stata, infatti, intensificata l’attività di prevenzione e repressione dei reati in genere, mediante l’utilizzo di numerose pattuglie automontate. A seguito di attività info-investigativa gli agenti hanno accertato che in una masseria posta in località Fontanarosa, agro del Comune di Manfredonia, vi era un’officina adibita alla lavorazione di un ingente quantitativo di esplosivo, di elevata pericolosità.

In considerazione di più attentati dinamitardi verificatosi in ambito provinciale ed avendo appreso che nella masseria erano altresì illecitamente detenuti alcuni fucili e numeroso munizionamento, nella prima mattinata di ieri gli agenti hanno predispostof un lungo appostamento, essendo la masseria al momento disabitata. Solo nel pomeriggio sul posto è sopraggiunta una persona, per cui i poliziotti del Commissariato P.S. di Manfredonia con l’ausilio del Reparto Prevenzione Crimine di Bari procedevano alla perquisizione all’interno della tenuta dove vi erano alcuni appartamenti autonomi nell’esclusiva disponibilità di alcuni personaggi.

La perquisizione ha dato esito positivo in quanto, nella camera da letto, gli agenti hanno rinvenuto una carabina automatica calibro 22 marca Beretta completa di caricatore innestato rifornito con cinque cartucce, pronta all’uso, ed un calcio di fucile calibro 12; sono state rinvenute ulteriori duecento munizioni, una cinquantina aventi calibro 22, la rimanenza avente calibro 12. Nel frattempo sono giunte sul posto altre due persone che, a vario titolo, avevano accesso alla masseria, fra le quali una già conosciuta agli investigatori poichè con numerosi pregiudizi di Polizia in materia di esplosivi e munizionamento, fra i quali un divieto di detenere armi ed esplosivi emesso dalla Prefettura di Foggia nel 2005.

Nell’abitazione in uso al pregiudicato gli agenti hanno rinvenuto pericolosi ordigni pirotecnici artigianali e, sempre all’interno della masseria, un’officina ben attrezzata dove però non sono state rilevate tracce riconducibili alla manifattura artigianale dei grossi petardi.

La perquisizione è stata estesa all’abitazione di residenza del perquisito, sita a Manfredonia . Sul posto i Poliziotti hanno ritrovato una vera e propria “Santa Barbara”: nella camera da letto e nello sgabuzzino vi era numeroso materiale della medesima specie per un peso complessivo di circa duecento chilogrammi, in maggioranza composto da micidiali fuochi pirotecnici artigianali illecitamente detenuti.

Le tre persone sono state indagate in stato di libertà, mentre successivi accertamenti hanno consentito di accertare che la carabina calibro 22 era stata denunciata al Commissariato di Manfredonia circa cinquant’anni orsono da una persona nel frattempo deceduta. Entrambi i fucili e relativo munizionamento sono stati sottoposti a sequestro e, per la messa in sicurezza del materiale esplodente sequestrato, si è fatto intervenire sul posto personale del Nucleo Artificieri di Bari che provvedeva alla catalogazione dei micidiali manufatti pirotecnici ed alla messa in sicurezza degli stessi per i quali è stata richiesta autorizzazione alla distruzione alla competente A.G..

FOTOGALLERY

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
3

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi