Cronaca

V commissione: audizione per Aeroporti di Puglia

Di:

Roma – AEROPORTI di Puglia ha ottemperato agli “obblighi di pubblicità e trasparenza “ imposti dal D.Lgs. n. 33/2013 che interessa anche le società partecipate e quelle controllate. E’ quanto emerso nel corso delle seduta odierna della V commissione, presieduta da Arnaldo Sala, in cui sono stati auditi, su richiesta di Nino Marmo (FI), l’amministratore unico di Adp Giuseppe Acierno e il direttore amministrativo Patrizio Summa.

Marmo contestava in particolare la mancata pubblicazione sul sito internet aziendale delle informazioni relative ai titolari di incarichi amministrativi di vertice e di incarichi dirigenziali, a qualsiasi titolo conferiti, nonché di collaborazione o consulenza. L’amministratore unico Acierno ha fatto presente che l’azienda ha ottemperato a questi obblighi di trasparenza, nonostante un ricorso presentato al TAR delle società di gestione degli aeroporti italiani che non ritengono, per la loro configurazione giuridica oltre che per una normativa complessiva non sufficientemente organica al riguardo, di essere soggetti alla legislazione in questione. Nelle more della definizione del contenzioso, Adp ha dato esecuzione comunque agli adempimenti richiesti, anche con riferimento, per quel che riguarda la manutenzione, ai criteri di scelta delle aziende per gli appalti in economia e alle modalità di definizione degli albi fiduciari dei professionisti di cui l’azienda si può avvalere per gli affidamenti fino a 100.000 euro.

Acierno ha specificato che nel 2013 (anno del suo insediamento) ha trovato alcune consulenze e collaborazioni che sono venute meno mentre ha proceduto all’assunzione di 2 nuove unità di personale: un appartenente alle categorie protette a Bari e un responsabile di scalo a Brindisi. Nel frattempo l’azienda ha proceduto alla stabilizzazione di 70 unità di personale, mentre 10 unità sono in procinto di passare alla società di handling HG in virtù del principio della clausola sociale . L’amministratore unito ha contestato il calo nel movimenti dei passeggeri lamentato da Marmo ( + 7,9% a gennaio 2015 rispetto al corrispondente mese del 2014). Rispetto all’altra richiesta di informazione sull’ammontare e sulle modalità di utilizzo dei fondi europei impiegati Acierno si è riservato di far pervenire una nota scritta alla commissione.

Piuttosto critico l’intervento di Tommy Attanasio che ha definito Adp (di cui la Regione è socia al 98%) come “la società a maggiore opacità” tra quelle controllate dalla Regione, chiedendo l’elenco delle assunzioni effettuate negli ultimi 5 anni. Il consigliere ha chiesto la convocazione del consiglio di amministrazione di Adp per mettere a punto indirizzi precisi da assegnare al management.

Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi