Manfredonia
"La Commissione ha terminato il proprio operato con l'ascolto del dg Piazzolla"

C.Romani: “Sanità, Vendola e Gentile hanno ‘mortificato’ nostro ospedale. No nuovi tagli”

"Il capogruppo di FI Avv. Cristiano Romani condanna in via principale lo scempio perpetrato nei confronti della nostra sanità territoriale che viene da lontano"

Di:

Manfredonia. ”VOLTI al termine i lavori della Commissione comunale speciale Sanità del Comune di Manfredonia dopo la convocazione ed ascolto delle parti sociali, dei dirigenti medici e dei sindacati della varie categorie. La Commissione ha terminato il proprio operato con l’ascolto del dg Piazzolla. Il capogruppo di FI Avv. Cristiano Romani condanna in via principale lo scempio perpetrato nei confronti della nostra sanità territoriale che viene da lontano: non dobbiamo dimenticare ciò che negli ultimi dieci anni, in maniera chirurgica, la Giunta Vendola ha fatto anche attraverso il suo ‘braccio armato’, l’ex assessore alla sanità Elena Gentile. Dopo i 3 piani che sono falliti, l’allora Governatore Vendola ha ‘giustamente’ cominciato ad indebitare la sanità pugliese con l’introduzione del ticket, previa concessione a destra e manca di nomine politicizzate di dirigenti all’interno della sanità; dirigenti che con il loro dilettantismo hanno creato il debito più alto nel settore, se rapportato alle altre regioni d’Italia. Nonostante questo, Manfredonia ha contribuito con i propri voti – in passato – a premiare l’allora assessore Elena Gentile che, con tutta risposta, ha determinato nei fatti quanto oggi sta avvenendo.

Fatta questa precisazione, ritornando sui lavori della Commissione, abbiamo dovuto fronteggiare innanzitutto 3 elementi fondamentali in relazione al piano di riordino regionale: 1) il decreto ministeriale 70/2015, 2) i pareggi di bilancio tra uscite ed ricavi. 3) il patto di stabilità. Questi 3 elementi in via principale sono fortamente ostativi per il rilancio della nopstra struttura ospedaliera. Tuttavia, la Commissione comunale speciale Sanità ha inteso potenziare e mantenere la posizione riferita ai servizi e all’ospedale di base rispetto alle due strutture di eccellenza: gli Ospedali Riuniti di Foggia e Casa Sollievo della Sofferenza, dandoci quello che da sempre ci spetta: il servizio di riabilitazione e la lungodegenza. Ancora non si comprendono le motivazioni alla base della dismissione del punto nascita e del reparto di ostetricia, considerando che hanno tenuto conto delle diminuizione delle nascite rispetto ai parametri dettati dal D.M.70 prendendo in considerazione l’anno in cui lo stesso reparto era ‘depotenziato’ a causa dei lavori in corso. Non si è considerata infatti la performance dell’anno successivo, con superamento del limite dei 500 parti. Ovviamente questo significa che c’è stata la spinta per la chiusa della nostra struttura. E’ grave il fatto che per la riabilitazione (cardiaca) – con un bacino di utenza di più di 80mila persone – il San Camillo debba elomosinare e sperare in una riattivazione del reparto, anche se si comprende benissimo che San Giovanni Rotondo una cosa del genere non la consentirebbe mai, attesa l’appetibilità del servizio. E’ bene portare al centro di ogni interesse il malato e non la statistica che un ospedale deve raggiungere. Da qui la necessità di una buona rete ospedaliera di servizi di base rispetto ai due punti d’eccellenza. Per esempio: Casa Sollievo non dovrà occuparsi di casa di appendicite, menischi, ma si potrà benissimamente affidare agli ospedali di base così’ garantendo la copertuera territoriale della Capitranata. A giorni la Commissione comunale speciale sanità varerà la propria proposta che sarà illustrata nel corso di un Consiglio monotematico, che sarà convocato nella prossima settimana. E’ stato invitato a presiedere lo stesso Dg dell’Asl Foggia dr. Vito Piazzolla”.

(A cura dell’Avv. Cristiano Romani, capogruppo consiliare Forza Italia di Manfredonia)

Redazione Stato Quotidiano.it – RIPRODUZIONE RISERVATA



Vota questo articolo:
4

Commenti


  • delusa e schifata

    Cristiaaaaaaa vatta a durm


  • Noi con Salvini

    Le scelte scellerate dei cittadini hanno portato all’impoverimento della nostra regione con ripercursioni sulla nostra città, dove l’ignoranza e il mal affare ne fa da padrone.
    Confido nella nuova generazione che non commetta gli orrori del passato.


  • io

    Romani va pinz a ze Peppe e i Ball p ches….


  • Antonio

    Dopo l’ennesimo disastro della sinistra in città diventa difficile che le cose cambino ma onore a ROMANI che ci mette sempre la faccia bravo continua così ti seguiremo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi