Manfredonia
"Visti armeggiare vicino ad alcune lapidi interrompendo il sacro silenzio del luogo"

Manfredonia, furti notturni nel cimitero, 2 arresti (VIDEO – II)

"I poliziotti sono così intervenuti in massa, bloccando l’auto in fase di allontanamento a fari spenti"

Di:

Manfredonia – Immediata risposta della Polizia di Stato al fenomeno dei furti che stanno interessando il territorio sipontino ed in particolare il Cimitero cittadino. Nell serata di ieri, personale della Squadra di P.G. del Commissariato P.S. di Manfredonia ha infatti arrestato due giovani del posto, Matteo Falcone, di anni 39 e Mauro Gatta, di anni 27, sorpresi a rubare all’interno del camposanto.

Nei giorni scorsi il Cimitero di Manfredonia è stato fatto oggetto di ripetuti furti ad opera di ignoti che, senza nessuno scrupolo e rispetto per i defunti, nottetempo asportavano importanti pezzi in antimonio da diversi loculi; alla luce del crescente allarme sociale derivato da tale spregevole reato, il Dirigente del Commissariato ha predisposto un idoneo servizio di appostamento sia all’interno del Cimitero che nel perimetro circostante.

Nella prima serata i Poliziotti appostati nel Cimitero hanno notato la presenza, nella cosiddetta Tomba del Carmine, di alcuni uomini, visti armeggiare vicino ad alcune lapidi interrompendo il sacro silenzio del luogo; gli stessi agenti hanno avuto modo di notare distintamente che due malviventi, usciti dalla citata tomba, trasportavano la refurtiva nei pressi dell’uscita secondaria posta su via Generale Azzarone, pedinati a vista dai poliziotti nascosti fra le tombe presenti.

I due sono stati visti ad “ammucchiare il bottino” per poi caricarlo sulla loro autovettura; i poliziotti sono così intervenuti in massa, bloccando l’auto in fase di allontanamento a fari spenti ed i due occupanti, uno dei quali cercava di darsi alla fuga, non riuscita solo grazie al tempestivo intervento degli operanti; tutta la scena è stata ripresa da una telecamera di video-sorveglianza installata ad hoc per l’occasione.

I due malfattori sono stati identificati in Mauro Gatta, conducente del veicolo, e Matteo Falcone, passeggero dello stesso, arrestati per concorso in furto aggravato dalla violenza sulle cose nonché per vilipendio alla pietà dei defunti. Nel bagagliaio del veicolo è stata rinvenuta tutta la refurtiva e, nel corso della perquisizione, anche alcuni oggetti utilizzati per commettere il reato, quali chiavi per lo smontaggio dei vasi portafiori ed un coltello.

Un successivo sopralluogo all’interno del Cimitero ha fatto rilevare come dalla Tomba del Carmine e da altre due tombe adiacenti sono stati effettivamente asportati dei portafiori corrispondenti a quelli rinvenuti nell’auto dei due arrestati. Tutta la refurtiva è stata affidata in custodia giudiziale al responsabile del Cimitero per una celere restituzione ai familiari dei defunti. Sono in corso ulteriori indagini per recuperare ulteriori pezzi asportati nelle recenti incursioni notturne nel Cimitero.

(teato ripubblicato per sovraccaricamento precedente pagina)

FOTOGALLERY

Redazione Stato@riproduzioneriservata



Vota questo articolo:
13

Commenti


  • az

    SEPPELLITELI …….


  • gino

    come siamo caduti in basso, che pezzi di energumeni, alla forcaaaaaaaaaaaaa vergogna.

  • Scavateli una fossa fuori dal ..e lasciateli …, perché non sono neanche degni di essere ….


  • schifata

    Bast..pezzi di … a rubare ai morti vergognatevi a mia nonna per tre volte e a mia zia hanno sradicato tutto pezzi di ..se vi vedevo ci dovevo indossare io stessa fate schifo ai giudici un appello ora buttate la chiave tra cui il più piccolo …. insegnamento ha dato …… i defunti devono riposare in faccia vergognatevi vi sputerei io in faccia


  • Wu Ming 189°

    sono proprio contento, anni fa dissi ad uno dei due: tu non farai una bella fine, perchè non hai rispetto di nessuno e di niente. Ed infatti.
    #JeSuisIsaia il profeta


  • U Guardapass

    Che schifo di bestie


  • Bogotà

    Un grande encomio per l’operazione e tempestività della Polizia di Stato…..bravi..davvero bravi….
    Peccato che in Italia abbiamo leggi di Mer….altrimenti se alle forze dell’ordine fosse data più libertà di movimento nell’esercizio delle loro funzioni….forse si sarebbe potuti vivere meglio senza preoccuparsi di gentaglia che purtroppo succede solo in Italia commettono reati di qualunque tipo e va a finire che per un omicidio di primo grado si fanno al massimo 7 anni. Ricordate i vecchi tempi dove solo il rumore dell’alfetta della polizia faceva trrremare….erano bei tempi…Oggi la magistratura è tutta di parte…peccato che non hanno tolto i pezzi ad un giudice defunto….forse gli avrebbero dato una pena esemplare.


  • luciox

    Spero che il Giudice gli dia gli arresti domiciliari, anche se per loro e’ meglio l’ Hotel Ristorante ” LE CASERMETTE “, luogo piu’ sicuro da eventuali aggressioni, in piu’ avranno tre pasti al giorno e alloggio gratis, in attesa del riposo eterno di l’imur…. ka.. tenn… Ci mancavano questi due esemplari di paras….e verm… di terra-


  • linus

    questo lo vogliono anche i nostri amministratori, politici e forze di polizia, proprio perchè già io, circa due anni fà vidi dal mio balcone ladri che saltavano il muretto del cimitero. chiamai polizia municipale, carabinieri, siv, ma nessuno intervenne, deposi anche una denuncia di questo sia alla direzione cimiteriale, che ai carabinieri ed al comandi di polizia municipale………non hanno fatto ……..quindi a sto punto …..


  • piripicchio

    …. per un cog… come te ….vergognati,buttati nel gabinetto


  • keepthefaith

    sono solo due ..che hanno bisogno di aiuto…


  • Alchimista

    Keep ma con quale coraggio li difendi? hanno bisogno di aiuto… avrebbero potuto fare come tanti ragazzi della stessa età.. studiato fatto un concorso e se proprio proprio come hanno fatto i nostri genitori… valigia e via al nord a cercare fortuna. I bravi ragazzi che non hanno trovato lavoro qui non fanno tutti i ladri ringraziando il signore. Chiamiamoli con il loro nome, sciacalli ladri pendagli da forca… miserabili nulla facenti immondizia della società.


  • ted

    sta facc d ..!la feccia della società

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi