Cronaca
Dopo il successo degli anni passati, anche quest’anno si ripropone la rappresentazione religiosa della Passione di Cristo

Anzano di Puglia, torna la suggestione della Via Crucis vivente

Una manifestazione degna di un colossal cinematografico per impiego di mezzi; 25 attori, di cui 12 apostoli 9 componenti del sinedrio

Di:

Anzano di Puglia. Dopo il successo degli anni passati, anche quest’anno si ripropone la rappresentazione religiosa della Passione di Cristo, motivo di vanto e uno degli appuntamenti religiosi e culturali più importanti per il paese, che, con entusiasmo un gruppo di giovani “capeggiati” dal Parroco Don Michele hanno deciso di portare in scena anche quest’anno.
Quindi è tutto pronto per il 20 Marzo, giorno delle Palme, in cui si ritroveranno direttamente coinvolti la maggior parte degli abitanti di Anzano, e invitati ad assistere tutte le genti dei paesi limitrofi, la manifestazione che prevede la partenza nelle prime ore del pomeriggio (ore 16.00) si muoverà a partire dal monumento a S. Pio, per le strade del paese per raggiungere le varie location scenografate, dove si reciteranno le tappe più importanti della passione di Cristo, si comincerà con l’entrata a Gerusalemme, si proseguirà con l’ultima cena, ci si muoverà, quindi, in processione verso il getsemani, dove si assisterà alla cattura, poi il processo con le varie tappe, Caifa, Pilato, Erode. La condanna, la flagellazione, la via dolorosa con il Cristo con la croce in spalla che si dirige verso il luogo della crocifissione, e infine all’imbrunire la crocifissione. Una manifestazione degna di un colossal cinematografico per impiego di mezzi; 25 attori, di cui 12 apostoli 9 componenti del sinedrio, 21 soldati romani 12 sgherri, 125 figuranti in costume, per un totale di 170 costumi prodotti artigianalmente e gratuitamente da una sarta di Anzano per 6 diversi set.

ufficio stampa Parrocchia SM di Anzano.

Anzano di Puglia, torna la suggestione della Via Crucis vivente ultima modifica: 2016-03-11T20:11:22+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi