Cultura
Torna il commissario Balistreri, tra i personaggi più amati dai lettori

Roberto Costantini, “La moglie perfetta”

L’autore presenta il suo nuovo romanzo. L’indomani, ore 11.15, al Liceo Lanza

Di:

Foggia. La sua Trilogia del Male ha conquistato tutti, dai lettori italiani ed europei sino agli americani, aggiudicandosi una menzione speciale al Premio Scerbanenco come “Migliore opera noir degli anni 2000”. Chiuso quel capitolo però, se ne apre un altro, ancora una volta con protagonista il controverso commissario Balistreri, eroe oscuro nato dalla penna di uno dei più importanti giallisti italiani. Roberto Costantini torna nello spazio live della libreria Ubik di Foggia, lunedì 14 marzo, alle ore 19, con il suo nuovo thriller, La moglie perfetta (Marsilio, 2015). A conversare con lo scrittore romano, insieme con Michele Trecca, anche alcuni membri del gruppo di lettura A qualcuno piace…Giallo, sodalizio di lettori ormai consolidato che da circa due anni si incontra mensilmente nella libreria di Piazza U. Giordano. L’indomani poi, martedì 15 marzo, ore 11.15, Roberto Costantini incontra gli studenti del Liceo classico V. Lanza di Foggia, Ritorno Extravagante degli incontri curati dalla docente Mariolina Cicerale e aperti a tutta la città.

La moglie perfetta (Marsilio, 2015; 450 pagine). Nel maggio del 2001, a Roma, due coppie, il professore italoamericano Victor Bonocore e la moglie Nicole Steele, il pubblico ministero Bianca Benigni e il marito Nanni. Due matrimoni come tanti, a volte felici, a volte meno. Tra loro una ventenne pericolosa, Scarlett, sorella di Nicole. Intorno, la terra di mezzo del Sordomuto e del Puncicone, gli appalti pubblici, il gioco d’azzardo, l’usura, e la morte atroce di una ragazza, Donatella. Sembra essere l’ennesimo atto di violenza patito da una donna per mano di un uomo violento, l’assassino viene scoperto e giustizia è fatta. O forse no? Quando viene ucciso Victor Bonocore, Michele Balistreri dirige la terza sezione della squadra Mobile e indaga insieme al pm Bianca Benigni. La miscela è esplosiva, le modalità di conduzione dell’indagine contro le sorelle Steele sono fuori dai confini della legge e l’esito è disastroso. L’arresto di Scarlett e Nicole incrina le relazioni tra Italia e Stati Uniti. Tutto finisce male. Nel 2011 una rivelazione inattesa spinge Balistreri a riaprire quel caso rimasto senza colpevoli. Ma se non è tardi per la giustizia, forse lo è per l’amore e per la vita. O forse no.

Roberto Costantini (Tripoli, 1952). Ingegnere, consulente aziendale, oggi dirigente della Luiss. È autore per Marsilio della Trilogia del Male – Tu sei il male, Il male non dimentica e Alle radici del male – con protagonista il commissario Michele Balistreri, bestseller in Italia e già pubblicata negli Stati Uniti e nei maggiori paesi europei, premio speciale Giorgio Scerbanenco 2014 quale “migliore opera noir degli anni 2000”. Il primo capitolo della sua trilogia inoltre, Tu sei il male, ha vinto anche il Premio Scerbanenco Opera Prima.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi