GarganoManfredonia
"Siamo d’accordo con il Presidente Michele Emiliano, quando evidenzia l’urgenza di bonificare i siti inquinati sui quali fino ad oggi non sembra si sia inciso in modo rilevante"

Taranto: “Si faccia chiarezza sul futuro degli ATO rifiuti”

"Ci auguriamo – spiega il sindacalista - che si faccia presto luce sulla programmazione relativa al piano rifiuti"

Di:

Taranto. “Siamo d’accordo con il Presidente Michele Emiliano, quando evidenzia l’urgenza di bonificare i siti inquinati sui quali fino ad oggi non sembra si sia inciso in modo rilevante. Ma chiediamo che si faccia ulteriore chiarezza sul futuro degli ATO rifiuti, sia in vista dell’imminente commissariamento degli Oga, che in virtù del numero insufficiente di impianti per il trattamento dei rifiuti presenti nei vari distretti provinciali”. Lo afferma il Segretario provinciale dell’Ugl Foggia, Gabriele Taranto, al termine dei sopralluoghi effettuati in Puglia, dal 7 all’11 marzo, da parte dei membri della Commissione bicamerale d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti, e in visita oggi a Manfredonia presso il sito dell’ex Enichem.

“Ci auguriamo – spiega il sindacalista – che si faccia presto luce sulla programmazione relativa al piano rifiuti, la cui gestione non è ben chiaro se sarà a controllo pubblico, privato, o a partecipazione mista”.

“L’Ugl – sottolinea Taranto – si batte da anni affinché si acceleri sulla riforma degli ATO rifiuti, perché si vada verso modelli sempre più efficienti di gestione e sempre meno fondati sulle emergenze. Tutti rischi che si possono sconfiggere intervenendo prima di tutto su una programmazione dai tempi certi, riconoscendo anche il ruolo rivestito dalla concertazione con le parti sociali nell’ambito del processo decisionale. L’auspicio è quello di poterci presto confrontare con le Autorità su questi temi”.

Gabriele Taranto, Segretario provinciale Ugl Foggia



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!