ManfredoniaStato news
Nota stampa

Manfredonia, Civilis: incentivi e premi a chi pratica la differenziata

Manfredonia, Civilis: incentivi e premi a chi pratica la differenziata

Di:

Manfredonia. Incentivi e premi a chi pratica la raccolta differenziata di vetro, carta, plastica e altro. La frazione umida si potrà tenerla in casa o in orti pubblici per realizzare il compost. Una tariffa differenziata a seconda dell’utente. È la proposta al COMUNE di Manfredonia sulla gestione differenziata, dell’ente nazionale CIVILIS Confederazione europea onlus e del Corpo nazionale Civilis Engea Guardie Eco Ambientali – Ittiche Zoofile. Si prevede di instaurare «un meccanismo combinato finora mai utilizzato in Italia». Si tratta di assegnare un «premio» “ sconto sulla tariffa” per ogni sacchetto di materiale differenziato consegnato ai centri di raccolta: carta, vetro, plastica, metalli ed altro. Viceversa, resta fisso il costo per la «indifferenziata». Questo per evitare che l’utente, allo scopo di evitare un aggravio della tassazione, si sbarazzi del pattume indifferenziato, lasciandolo in campagna. Una parte centrale della proposta è riservata alla produzione del compost “fertilizzante derivante dal trattamento della frazione organica”. È il punto su cui l’attuale sistema è deficitario, a causa della grave carenza di impianti di trattamento.

L’idea nella proposta della CIVILIS è di fare in modo di allestire vari punti di compostaggio , diversi tra loro per dimensione e dislocazione. Le norme prevedono incentivi e sconti per chi pratica il compostaggio nella propria abitazione, oppure in spazi collettivi messi a disposizione dal Comune sulla base di apposito regolamento. In questo caso, si tratta di istituire “uno o più impianti “a servizio “Un impianto — spiega gen.Giuseppe Marasco Presidente Nazionale CIVILIS — con piccoli problemi. Per questo è importante ridurne la dimensione. Inoltre è indispensabile evitare che i rifiuti viaggino da un punto all’altro alla ricerca di grandi stabilimenti in cui conferire la frazione organica dei rifiuti”.

La proposta prevede di incentivare forme di riuso come il «vuoto a rendere» (affinché le bottiglie di vetro vengano restituite al negoziante dietro compenso); uso di stoviglie e vassoi biodegradabili nelle mense; pannolini lavabili eccetera, infine chi non soggiace a leggi e regolamenti, avranno la giusta punizione dagli Ispettori Ambientali Comunali Volontari che il COMUNE nominerà a breve dopo il Corso di formazione, perfezionamento e aggiornamento.

(L’UFFICIO STAMPA CIVILIS)



Vota questo articolo:
1

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi