Capitanata

Patto territoriale Ascoli Satriano, danno erariale per 1,9 milioni


Di:

Finanzieri, controlli (image by AdnKronos.it)

Foggia – I finanzieri del Comando provinciale di Foggia hanno riscontrato che una società di Nocera Inferiore (Salerno) ma operante in Ascoli Satriano per adesione ad un “patto territoriale” non ha correttamente impiegato i finanziamenti pubblici ottenuti arrecando così un danno all’Erario per oltre 1,9 milioni di euro.

Come scoperto dai finanzieri, l’azienda, attraverso artifici contabili, ha reso infatti inaffidabile la rendicontazione dei contributi pubblici, impedendone nella sostanza il controllo da parte delle autorità preposte. L’amministrazione dell’azienda operante nell’ambito della fabbricazione di materiali dell’azienda, operante nell’ambito della fabbricazione di materiali plastici è stato deferito alla Corte dei Conti nella sua qualità di “agente contabile” con la proposta di recupero de predetti fondi pubblici.


Redazione Stato

Patto territoriale Ascoli Satriano, danno erariale per 1,9 milioni ultima modifica: 2011-05-11T09:58:29+00:00 da Redazione



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • Redazione

    Truffa ai danni del Patto Territoriale di Ascoli Satriano, Candela, Sant’Agata di Puglia

    Nota di RETTIFICA

    Con riferimento agli articoli di stampa comparsi su alcuni quotidiani locali in data 12/05/2011 che riferiscono di truffa ai danni del Patto Territoriale di Ascoli Satriano, Candela, Sant’Agata di Puglia e quindi ai danni dell’erario, per circa 1,9 milioni di euro, effettuata da una azienda “Maggi Srl” con sede legale a Nocera Inferiore, questo Soggetto Responsabile dello stesso Patto precisa che, ove risultino esatti i riferimenti ad imprese indagate:
    non ci risulta aver mai finanziato nessuna impresa che risponda al nome di “Maggi Srl”;
    non ci risulta aver mai finanziato nessuna impresa che abbia sede legale a “Nocera Inferiore”.
    Pertanto la notizia riguardante l’adesione di tale impresa al Patto Territoriale di Ascoli-Candela è destituita di fondamento.
    Invero, Pattodifoggia scpa, in qualità di Soggetto Responsabile, al fine di tutelare l’interesse pubblico e il corretto impiego delle risorse dello Stato, per il solo Patto Territoriale di Ascoli Satriano, Candela, Sant’Agata di P. ha proceduto per diverse imprese alla revoca dei finanziamenti. Tutte le revoche effettuate sono avvenute per fondati motivi, nel rispetto delle competenze assegnate al Soggetto Responsabile, e nei limiti degli strumenti di cui dispone.
    Il Patto territoriale ha proposto infatti revoche di finanziamento al Ministero che hanno riguardato n. 6 imprese, le quali, secondo il piano, avrebbero dovuto realizzare investimenti pari a € 15,4 milioni di euro di cui € 10,9 milioni con contributo pubblico in conto capitale.
    Essendo stati erogati a tali imprese circa 6,3 milioni di Euro, i provvedimenti di revoca hanno consentito al Ministero dello Sviluppo Economico di evitare l’erogazione dei saldi spettanti ed avviare l’iter di recupero dei 6,3 milioni di euro già erogati.

    Essendo già trascorsi alcuni anni dalla’avvio delle procedure di revoca, si ritiene che le somme siano già ritornate nelle casse dello Stato.
    In ogni caso, i controlli ed indagini della Guardia di Finanza costituiscono a ns. avviso un utile e necessario riscontro per garantire la qualità della spesa pubblica ed il rispetto della legalità.

    Ferma restando la doverosa pubblicità di stampa a notizie riguardanti il cattivo uso di risorse pubbliche, si prega di dare adeguato riscontro alla presente replica, al solo fine di evitare impropri accostamenti all’attività di questo soggetto responsabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Share This