FoggiaManfredonia
A cura del Comitato per le salvaguardia degli Alberi e del Verde Urbano

Foggia, “Incendi nei campi – a rischio la salubrità della nostra aria”

Il Comitato invita inoltre i cittadini che vedano fumo nero provenire dai campi a segnalarlo tempestivamente ai Vigili del Fuoco e alla Forestale

Di:

Foggia. Già da qualche giorno, nelle campagne foggiane, si osservano fumi neri salire in cielo. E’ facile intuire che questi siano dovuti alla bruciatura dei contenitori di polistirolo delle piantine di pomodoro, recentemente trapiantate nei campi. Si tratta di una pratica, che provoca inquinamento dell’aria e del suolo, che rischia di protrarsi sino a ottobre, quando a bruciare saranno i residui della coltivazione del pomodoro, misti ai tubicini di plastica utilizzati per l’irrigazione. Come si e’ osservato negli anni passati, la coltura del pomodoro da industria rischia di metter a repentaglio la qualità dell’aria e la salute degli abitanti tutti della Daunia. Il Comitato per la salvaguardia del Verde Urbano sollecita il Corpo Forestale, e tutti gli altri enti competenti, a vigilare su questa condotta intollerabile, adottata da pochi dissennati agricoltori a danno della categoria e dell’intera collettività. Il Comitato invita inoltre i cittadini che vedano fumo nero provenire dai campi a segnalarlo tempestivamente ai Vigili del Fuoco ed alla Forestale per favorire l’immediato spegnimento dei fuochi e la ricerca dei responsabili.

Il Comitato per le salvaguardia degli Alberi e del Verde Urbano

https://www.facebook.com/comitato.alberi.vrdepubblico.foggia/?fref=nf



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi