FoggiaManfredonia
Svolgimento del tirocinio in concomitanza con il percorso formativo

Foggia, Università-Ordine Commercialisti: snellito l’accesso alla professione

Esonero dalla prima prova scritta nell'esame di Stato

Di:

Foggia. Sottoscritta nei giorni scorsi a Palazzo Ateneo una convenzione tra l’Università di Foggia e gli Ordini dei dottori Commercialisti e degli esperti Contabili (sedi di Foggia, Lucera e Trani), un accordo di programma già operativo il cui obiettivo principale è snellire, sempre salvaguardando qualità e assoluta regolarità delle procedure, il percorso per l’accesso alla professione da parte degli studenti e non solo. In particolare, la convenzione prevede la possibilità di svolgere il tirocinio di apprendistato specialistico in concomitanza con il percorso formativo e l’esonero dalla prima prova scritta nell’esame di Stato: così, l’Università di Foggia – ovvero la qualità degli insegna – menti impartiti agli studenti che intendono intraprendere la professione dei cd. professionisti della contabilità – assorbe a monte le fasi dottrinali e sperimentali con cui gli aspiranti commercialisti ed esperti contabili devono necessariamente cimentarsi, garantendo all’Ordine una sorta di matrice certificata per tutti gli studenti che intendano entrare a far parte della grande famiglia O.D.C.E.C. (Ordine dei Dottori commercialisti ed Esperti contabili). «Possono svolgere un tirocinio semestrale – recita uno degli articoli della convenzione – con un numero di ore pari a 225 (cioè 9 CFU) nel corso dell’ultimo anno del corso di studio per il conseguimento della laurea triennale, presso uno studio professionale o comunque sotto la supervisione ed il controllo diretto di un professionista (tutor professionale) e con l’indicazione di un docente (tutor accademico) del Dipartimento con cui è stata sottoscritta la convenzione, coloro che sono in possesso di tutti i seguenti requisiti:

a) sono iscritti al corso di laurea triennale della classe L18 – Scienza dell’economia e della gestione aziendale5 denominato “EconomiaAziendale” o della classe L33 – Scienze economiche6 denominato “Economia”, attuati nell’ambito della convenzione siglata tra l’Ordine e l’Università ai sensi degli articoli 9, comma 6, DL 1/2012; 6, comma 4, DPR;

b) abbiano acquisito nel percorso formativo triennale, almeno i seguenti crediti formativi: SECS-P/07 Economia aziendale Almeno 24 crediti; SECS-P/08 Economia e gestione delle imprese, SECS-P/09 Finanza aziendale, SECS-P/10 Organizzazione aziendale, SECS-P/11 Economia degli intermediari finanziari almeno 15 crediti».

E in merito all’esonero dalla prima prova scritta del”esame di Stato, il testo della convenzione – che qui si allega – recita: «Hanno diritto ad ottenere l’esonero dalla prima prova dell’esame di Stato per l’accesso alla sezione B dell’Albo coloro che hanno conseguito la laurea triennale nella classe L18 – Scienza dell’economia e della gestione aziendale7 all’esito del corso di studi denominato “Economia Aziendale” o nella classe L33 – Scienze economiche8 all’esito del corso di studi denominato “Economia” realizzati sulla base della convenzione fra il Consiglio dell’Ordine e l’Università che soddisfano i requisiti di cui al precedente articolo 1, commi da 1 a 7».

L’accordo va inteso come un primo importante step che schiude gli orizzonti a una serie di altre convenzioni, il cui obiettivo è semplificare l’ingresso nel mondo del lavoro. Per questo il Rettore dell’Università di Foggia, prof. Maurizio Ricci, auspica che «insieme con agli altri Ordini professionali del territorio si prendano in esame forme analoghe di collaborazione, affinché i nostri studenti possano accedere più fluidamente e serenamente a tutte le procedure previste dalla legge prima dell’ingresso effettivo nel mondo del lavoro». Constatazione a cui si aggiunge il Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed esperti Contabili della sezione di Foggia, dott. Giuseppe Laurino, che commenta la stipula della convenzione come un processo indispensabile per «sentirsi
parte attiva con l’Università di Foggia nel percorso che agevola e forma, nel contempo, i giovani nelle loro scelte future è fondamentale. La formazione dei Commercialisti sia per gli studi universitari compiuti, che per le esperienze professionali è molto ampia. Si spazia da conoscenze economiche-aziendali a quelle giuridiche, passando dalla revisione della contabilità».



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi