FoggiaManfredonia
"Il Partito Democratico ha scelto con chiarezza da che parte stare"

Unioni civili. Mongiello: “Le unioni si fondano sull’amore”

"Proseguiremo, dal più piccolo al più grande, nell’impegno quotidiano contro le discriminazioni e per l’allargamento del perimetro dei diritti"

Di:

Foggia. “Oggi, finalmente, è sancito che le unioni tra persone adulte si fondano sull’amore, la so-lidarietà, la condivisione”. Lo afferma l’on. Colomba Mongiello, componente della Com-missione Agricoltura della Camera, dopo il voto con cui è stata approvata la legge sulle unioni civili. “Il Partito Democratico ha scelto con chiarezza da che parte stare durante questi mesi di confronto e dibattito – continua Mongiello – Con il voto di fiducia al Governo, che ho e-spresso orgogliosamente, ha portato a termine la missione politica di ampliare la sfera dei diritti civili. Grazie al voto di oggi – conclude Colomba Mongiello – gli italiani riacquistano la piena di-gnità di cittadini europei e il Governo Renzi conferma la propria vocazione al cambiamen-to effettivo del Paese”.

ALTAMURA (CHANGES): “Un grande giorno” . “La definitiva approvazione della legge sulle unioni civili da parte del Parlamento fa di questo giorno una data storica per l’Italia e per gli Italiani” lo dichiara Nanni Altamura, esponente dell’associazione foggiana Changes “E’ un provvedimento che, ben al di là delle vicende e delle contrapposizioni della politica, cambia in concreto la vita di milioni di persone, riconosce e fa emergere situazioni affettive fino ad oggi negate e nascoste, o al più tollerate, restituisce cittadinanza e diritti a chi ne era irragionevolmente privo.” “Va dato merito a quanti” prosegue l’esponente di Changes “istituzioni, esponenti politici, semplici cittadini hanno lavorato anni al raggiungimento di questo obiettivo. Per me e per noi di Changes è di grande importanza che un foggiano come Ivan Scalfarotto abbia avuto un ruolo determinante, anche assumendosi il rischio personale e politico di un atto clamoroso come lo sciopero della fame, nello smuovere le coscienze e riportare nell’agenda politica un tema scomodo come questo. La dimostrazione che la nostra non è terra di ignoranza e di oscurantismo. “Il cammino non è finito, ma appena incominciato” conclude Altamura “Proseguiremo, dal più piccolo al più grande, nell’impegno quotidiano contro le discriminazioni e per l’allargamento del perimetro dei diritti. Ma oggi è un giorno di gioia per l’Italia!”.



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi questo articolo!