Cronaca

Attentato Brindisi, sospeso cautelativamente preside Rampino

Di:

Il preside dell'istituto Morvillo Falcone Angelo Rampino (ST)

Brindisi – IL preside dell’istituto Morvillo Falcone, Angelo Rampini, è stato sospeso “per ragioni di opportunità” dall’ufficio scolastico regionale; il provvedimento per il dirigente dell’istituto – dove il 19 maggio scorso si è consumata la morte di Melissa Bassi e il ferimento di 5 persone – è di tipo cautelativo; Rampino sarebbe dovuto rientrare oggi dalle ferie, che aveva preso subito dopo l’attentato, per presiedere alle attività di scrutinio. Il provvedimento non disciplinare è stato preso in attesa che si concludano accertamenti su interviste rilasciate dal preside dopo l’attentato.


Indagini, Vantaggiato aiutato da complici.
La presenza di altre persone sul luogo del delitto, almeno nelle fasi preparatorie, che avrebbero aiutato Giovanni Vantaggiato nell’attentato a Brindisi, sarebbe confermata dalle dichiarazioni dello stesso indagato e da testimoni“. Con queste righe, contenute nell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Lecce Ines Casciaro, la procura riconosce la presenza di complici. A portare gli inquirenti su questa strada, due punti. Il primo: Vantaggiato, durante l’interrogatorio, avrebbe più volte usato il “noi” descrivendo la dinamica dell’attentato. Il secondo: un testimone avrebbe visto, intorno all’1.30 del 19 maggio, un uomo che trascinava un cassonetto. La sua descrizione però, non coinciderebbe con quella del commerciante già arrestato.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
2

Commenti


  • Ulderico Nisticò

    si è dato ai più prevedibili luoghi comuni, trinciando giudizi senza avere il benché minimo argomento, e scatenando allarmismo generico. Un funzionario dello Stato dovrebbe essere responsabile, quando parla in veste ufficiale. Questi sono gli effetti della pseudocultura antimafia di professione!


  • nica

    Ma come possiamo esprimere solidarietà a un preside che si è fatto installare nelle sue stanze presidenziali una porta blindata? E perchè?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi