Cronaca

TPL.MInervini: da due anni le Regioni dicono ciò di cui Moretti si accorge ora

Di:

L'assessore ai Trasporti, Guglielmo Minervini (giornaledipuglia.com)

Bari – “MORETTI ha ragione ma si accorge ora di quello che come Regioni stiamo denunciando almeno da due anni: senza risorse e senza certezza di risorse, il tpl in Italia rischia di fermarsi”. L’assessore alle infrastrutture e mobilità della Regione Puglia Guglielmo Minervini commenta così le allarmanti dichiarazioni rilasciate questa mattina dall’a.d. di Trenitalia sull’erogazione dei servizi regionali il prossimo anno.

“Il governo – aggiunge Minervini – scantona le sue responsabilità eludendo ogni risposta persino sulle risorse disponibili per l’anno in corso. Mentre avvia un processo profondo di riforma del sistema con la creazione dell’Authority, tace sui fondi: forse significa che si chiamano i privati per tagliare i servizi pubblici?”. La Puglia è stata negli ultimi anni regione capofila nel braccio di ferro con il governo sul taglio delle risorse sul capitolo del trasporto pubblico locale, ed è riuscita a chiudere il 2011 senza ricorrere all’aumento delle tariffe per i pendolari o a una pesante contrazione dei servizi.

“Per il 2012 – spiega Minervini – abbiamo spuntato per ora solo un fondo nazionale di 1,2 milioni che non sappiamo ancora con quali criteri e in quali proporzioni verrà trasferito alle regioni. Tuttavia sarebbe ancora insufficiente per pagare i contratti di servizio in corso con Trenitalia, mancando ancora circa 400 milioni. Per non parlare del prossimo anno in cui il servizio dovrebbe essere fiscalizzato, ovvero interamente autofinanziato dalle regioni nell’ambito del federalismo fiscale. Ma tutto tace”. Le regioni allora stanno provando a rilanciare il dialogo con il governo e il 6 giugno in sede di Conferenza unificata hanno ribadito la necessità di avere un immediato riscontro alle loro richieste e la convocazione di un tavolo con il governo sul tema del Patto per l’efficientamento e la razionalizzazione del TPL, previsto dall’Accordo Governo-Regioni-Comuni del 21 dicembre 2011.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi