ManfredoniaStato news
Socio effettivo dell'Associazione Marinai d'Italia

Manfredonia, addio al maestro d’ascia Michele Castigliego

Domani lo svolgimento dei funerali

Di:

Manfredonia. E’ deceduto stamani all’età di 87 anni, in seguito ad una malattia, Michele Castigliego, “uomo di mare”, uno degli ultimi maestri d’ascia che, nel corso delle proprie attività, hanno varato centinaia di imbarcazioni da pesca del compartimento marittimo di Manfredonia. Castigliego era socio effettivo dell’Associazione Marinai d’Italia.

(from wikipedia). Il maestro d’ascia (anche mastro d’ascia) era una professione di spicco dei vecchi cantieri navali, quando le imbarcazioni venivano ancora costruite prevalentemente in legno. Esperti dei vari tipi di legname ne riconoscevano l’essenza, l’uso, e, infine, la collocazione all’interno dell’imbarcazione. La loro bravura consisteva nel sagomare e adattare il ceppo di legno a quella che poi sarebbe stata la sua definitiva funzione (ordinate, madieri…). Tale operazione di sagomatura era appunto fatta con un attrezzo chiamato ascia.

Grande tradizione portano ancora oggi i grandi maestri d’ascia della città di Molfetta in provincia di Bari, di Manfredonia, nei pressi di Foggia, e all’Argentario, in provincia di Grosseto, dove sono ancora attivi diversi artigiani. Ad Acitrezza (provincia di Catania) da cinque generazioni la famiglia Rodolico continua a costruire barche secondo antiche tecniche tramandate nei secoli.

Redazione Stato Quotidiano.it – Riproduzione riservata



Vota questo articolo:
5

Commenti


  • Pasquale ciuffreda

    Grande persona,grande perdita ad Ernesto e famiglia le mie rispettose condoglianze


  • Salvatore

    Dovrebbero dedicargli una via “la stradina del cantiere” Addio zio starai sempre nel mio cuore


  • Loredana

    Persona Onesta Bravissima e Rispettabilissima… la cosa bella è che sarai acconto alla tua Amata Dolce Cara moglie Carilina. 🙁


  • Gatta Ciro

    Ciao Michele, abbiamo trascorso momenti indimenticabili, ore e ore a parlare del vissuto, della famiglia e poi, della tua Signora che tanto hai amato, onorato fino all’ultimo giorno e che ora hai raggiunto sicuro che il vostro ricongiungimento è da te condiviso. Sappi che rimarrai sempre nei miei pensieri. Cav. Ciro Gatta


  • gino

    condoglianze al figlio ernesto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati