Manfredonia

Basilica San Michele Patrimonio Unesco: 17 scopritura targa (FOCUS)

Di:

Santuario San Michele Arcangelo (ST)

Monte Sant’Angelo – BASILICA Santuario di San Michele Arcangelo Patrimonio dell’Unesco (25.06.2011): si svolgerà il prossimo 17 luglio, a Monte Sant’Angelo, la cerimonia per la scopri tura della targa attestante l’iscrizione del monumento nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Alle 17 e 30 incontro aperto alla cittadinanza, nell’Auditorium del Santuario, previsti gli interventi dell’ingegnere Antonio Di Iasio, sindaco di Monte Sant’Angelo, del professor Lorenzo Ornaghi, Ministro per i beni e le attività culturali, del Governatore pugliese Nichi Vendola, del presidente della Provincia Pepe, del presidente dell’Ente Parco avv. Stefano Pecorella, di Mons. Michele Castoro, dell’onorevole Antonio Leone; introduce gli ospiti Sergio De Nicola, giornalista del tgr Rai. Alle 20 esibizione di gruppi musicali; alle 22 Augmented reality, spettacolo di luci e colori sulla facciata della Basilica Santuario di San Michele Arcangelo; correlato l’evento Musei Aperti, con apertura gratuita dalle 9 alle 22 del Museo Tancredi, Museo devozionale della Basilica, del Castello Medioevale e del Museo lapidario Galleria Longobarda. Accesso su prenotazione.

Così Vendola.– “E’ con grandissima gioia che apprendiamo la notizia dell’inserimento di Monte Sant’Angelo nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità da parte dell’Unesco”, aveva detto il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola commentando l’inserimento della città di Monte Sant’Angelo nel patrimonio Unesco. Dal 25 giugno 2011, il Santuario di San Michele Arcangelo è stato inserito, insieme ad altri centri micaelici, nel circuito seriale ‘Italia Langobardorum’, della schiera dei più autorevoli Beni Culturali del mondo e cioè la ‘World Heritage List’. “Monte Sant’Angelo è uno dei luoghi più belli dell’intero Mediterraneo – aveva aggiunto il Presidente Vendola – un angolo di Gargano che è insieme simbolo e sigillo della storia di questa straordinaria terra di Puglia in cui devozione e spiritualità si fondono in una dimensione profonda e coinvolgente. Il riconoscimento giunto da Parigi – ha continuato Vendola – premia un lavoro serio e puntuale svolto per oltre quattro anni a sostegno della candidatura Unesco e celebra il valore del culto di San Michele che, sostenuto da una passione non solo religiosa ma anche profondamente culturale, si respira nell’intero territorio pugliese e che fa parte della nostra identità popolare”.

“Questo straordinario successo – concluse Vendola – gratifica peraltro le importanti e attente azioni compiute dalla Regione per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali e per il consolidamento del segmento turistico religioso. Da Monte Sant’Angelo deve ora stringersi un’alleanza che pervada l’intero territorio verso un sistema turistico-culturale che offra opportunità di sviluppo e contemporaneamente esalti la ricchezza delle differenze, delle specificità e del fascino di ciascuno dei nostri multipli, bellissimi territori”.


Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi