Cronaca

Concordia, 57mila euro per intervista Schettino. Rienzi: sequestro compensi

Di:

Il comandante F.Schettino dopo il precedente fermo di Pg (fonte image: style.it)

Roma – DOPO l’intervista esclusiva rilasciata da Francesco Schettino a “Quinta Colonna” e il “giallo” sul maxi-compenso del comandante, il Codacons ha deciso di presentare una istanza alla Procura della Repubblica di Grosseto, affinché sia disposto il sequestro cautelativo delle somme percepite da Schettino.

“Le indiscrezioni di queste ore parlano di una cifra compresa tra i 50 e i 57mila euro, ma riteniamo che qualsiasi somma anche di entità inferiore percepita da Schettino per le interviste con i mass media, debba essere sequestrata dalla magistratura a scopo cautelativo. Ciò – spiega il presidente Carlo Rienzi – come forma di tutela dei parenti delle vittime del naufragio, ai quali devono essere destinati tutti i compensi che la stampa elargirà in questi giorni al comandante”. A tal fine il Codacons presenterà a breve una istanza alla Procura di Grosseto, chiedendo di procedere al sequestro cautelativo dei compensi che reti televisive, settimanali, quotidiani, radio e altre testate nazionali e internazionali dovessero elargire a Francesco Schettino per interviste, esclusive e altri servizi giornalistici.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
1

Commenti


  • laura

    Mi Vergogno di essere “napoletana” in questo momento, c’era da aspettarselo, un essere che abbandona uomini donne bambini (e ne è morta anche una)non è da considerare uomo.
    Una Napoletana disgustata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi