Cronaca

Festa Patronale a Barletta, ambulanti: vermi, insetti, manca l’igiene

Di:

Il direttore di Unimpresa BAT S.Montaruli (Fonte image: traniviva)

Andria – FESTA Patronale a Barletta: lamentele degli ambulanti – “regolarmente autorizzati ad occupare un posteggio” – per gli aspetti igienico-sanitari dell’area. La segnalazione è del presidente di Unimpresa BAT Savino Montaruli.

“Al di la degli impressionanti cali delle vendite che hanno superato anche il 60% si è verificata un’incresciosa situazione con una letterale invasione di vermi ed insetti che si sono intrufolati dappertutto, finanche sui banchi di vendita dei prodotti alimentari, dolciumi, torroni e frutta secca, così come ci è stato riferito. Questi animali di ignota provenienza probabilmente venivano giù dagli alberi che circondano l’area fieristica, cadendo anche sui corpi dei passanti e degli operatori ambulanti nonché dei loro dipendenti e collaboratori. Dalla esternazione di quanto accaduto, la cosa è apparsa essere particolarmente inquietante, al punto che al termine delle operazioni di vendita gli operatori ambulanti hanno dovuto usare i compressori di aria compressa per allontanare gli indesiderati avendo formato un tappeto indecente”.

“A questa situazione che nessuno si sarebbe mai aspettato si aggiungano le condizione dell’area lasciata in uno stato di sporcizia diffusa, al punto che questo è stato anche l’argomento più chiacchierato durante lo svolgimento della Festa perché tutti hanno potuto notare lo scempio. Anche in relazione alle condizioni di vendita c’è da registrare come non mai una presenza diffusa ed incontrollata di abusivi che non erano autorizzati ad occupare l’area pubblica, di venditori di merci contraffatte e di soggetti che hanno occupato l’area mercatale pur non essendo personalmente titolari di concessioni”.

“L’area periferica sulla quale è stata trasferita da circa cinque anni la Festa Patronale, allontanandola dal centro urbano con gravi perdite economiche per le Imprese aventi diritto e ove oggi essa si svolge, cioè quella prospiciente il Comando della Guardia di Finanza, mostra grandissimi problemi, anche logistici. Inoltre permangono tutte le nostre perplessità circa la legittimità della destinazione di tale area e il conseguente trasferimento su di essa della Festa Patronale e attività collaterali in quanto nessun tipo di operazione di trasferimento avrebbe potuto compiersi poiché il Comune di Barletta non si è ancora dotato, dopo oltre un decennio dalla scadenza del termine ultimo imposto dalla vigente legge regionale, del Piano Comunale del Commercio su Aree Pubbliche, continuando ad operare completamente fuori da qualsiasi contesto normativo e in condizioni di assoluto abuso, anche in materia di garanzia della rappresentanza sindacale e datoriale”.

“Per quanto sommariamente esposto riteniamo opportuna una verifica della esistenza o meno di fondamentali ed imprescindibili condizioni e titoli autorizzatori, soprattutto in materia igienico-sanitaria dell’area utilizzata per lo svolgimento della Festa Patronale e per la vendita di prodotti alimentari, principalmente le certificazioni rilasciate dalla competente ASL Bat, cui la presente viene altresì inviata per l’adozione dei provvedimenti e per le verifiche del caso. Al fine di ottenere gli opportuni chiarimenti su quanto accaduto siamo a chiedere un urgente incontro con le SS.LL. in indirizzo, alla presenza anche dei responsabili della ASL Bat e delle altre Autorità coinvolte anche nel Servizio di Vigilanza”.

“In assenza di un sollecito ed immediato riscontro e della convocazione dell’incontro con la presente formalmente richiesto, saremo costretti a dare seguito agli intendimenti manifestati dagli Operatori nostri associati che ci sollecitano la presentazione di un esposto formale alla Magistratura non solo per l’accertamento di quanto lamentato ma anche per verificare la natura della contaminazione per avere la certezza che non possano esserci state trasmissioni infettive o di altra natura”, termina Montaruli.


Redazione Stato@riproduzione riservata



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi