Manfredonia

Manfredonia, intesa associazioni/Comune: “una rete contro la solitudine”

Di:

In primo piano l'assessore alle politiche sociali del Comune Paolo Cascavilla (stato@)

Manfredonia – L’ESTATE è un momento particolare, più numerose sono le occasioni di socializzazione per la maggioranza della popolazione, ma più a rischio sono le persone fragili quali gli anziani soli ed i disabili. Per discutere di questo problema si è tenuto, come negli anni precedenti, un incontro tra tutti i soggetti che si occupano di sostegno alla salute e benessere delle persone. All’incontro, promosso dall’Assessorato alle Politiche Sociali, sono intervenuti: Cooperativa Servizi Multipli (gestore dell’ADI e Telesoccorso), Associazione P.A.S.E.R., Associazione U.A.L. (Unione Amici di Lourdes), Associazione A.V.I. (Amici del Volontariato), Comando Polizia Municipale, Consulta Comunale Anziani, A.N.T.E.A.S. (Associazione Nazionale Tutte le Età Attiva per la Solidarietà), Casa di riposo “Stella Maris”, A.S.P. “Smar” (Azienda pubblica di Servizi alla Persona), Centro Sociale Anziani, Associazione “SS. Redentore”, Coordinamento parrocchiale.

In tale occasione è stata illustrata la mappa dei servizi sociali comunali, presenti sul territorio, rivolti all’assistenza di soggetti che vivono in condizioni di difficoltà, solitudine e fragilità:
• assistenza domiciliare integrata (ADI);
• Telesoccorso anziani e disabili;
• Servizio Assistenza Domiciliare (SAD);
• Servizio “Pasti caldi a domicilio”.

“Questi servizi – spiegano le assistenti sociali – sono integrati da una serie di prestazioni fornite dalla Casa di Riposo “A. Rizzi” (A.S.P. Smar) che, in virtù di una convenzione con il Comune, ha aperto la propria struttura al territorio e viene incontro alle esigenze di utenti fragili e persone momentaneamente in difficoltà, fornendo loro un servizio doccia, un servizio semiresidenziale (persone esterne sono ospitate, in ore diurne, presso la struttura), un servizio di centro d’ascolto”.

Anche le associazioni di volontariato presenti sul territorio contribuiscono attivamente a potenziare la rete degli interventi a favore dei soggetti fragili. Difatti, l’Associazione “SS. Redentore”, fra l’altro, garantisce quotidianamente il servizio mensa (pranzo) che durante la stagione estiva vede aumentare, da 35 a 45, il numero degli utenti giornalieri; l’Associazione “Paolo VI” fornisce il servizio mensa serale fino al 31 luglio per poi riprendere il 1 settembre.

Nell’incontro che si è tenuto i soggetti presenti hanno offerto numerose disponibilità ed hanno accolto l’invito a collaborare ed a mettere in campo le loro risorse umane e strutturali per fronteggiare l’emergenza caldo e per contrastare la condizione di solitudine che si accentua durante l’estate. Nello specifico: la P.A.S.E.R. intende proseguire come centro di ascolto e di intervento e distribuzione di beni di prima necessità ed è disponibile ad effettuare consegne a domicilio di beni e farmaci. La Casa di riposo “Stella Maris” di Siponto apre gli spazi interni climatizzati e gli esterni (ampio giardino) della propria struttura per accogliere singoli soggetti fragili e/o gruppi di anziani e disabili, con pranzo e una camera per un riposo pomeridiano. L’A.V.I. si mette a disposizione per visite guidate nel territorio per anziani e disabili. L’Associazione “Arcobaleno” svolge attività di animazione ed è disponibile a effettuarle anche presso le case di riposo. Il Centro Sociale Anziani mette a disposizione la sede nelle ore antimeridiane; la medesima cosa fanno l’U.A.L. e l’A.N.T.E.A.S. La cooperativa “Servizi Multipli” mette a disposizione un numero verde per raccogliere esigenze e bisogni e comunicare informazioni utili. La rete, così attivatasi, rappresenta un valido strumento di osservazione che consente il monitoraggio continuo della situazione, a garanzia dei bisogni socio assistenziali.

“Dall’incontro – afferma l’Assessore alla Solidarietà, Cultura e Politiche Giovanili, Paolo Cascavilla – è emersa anche la necessità di un coordinamento tra le associazioni e di uno scambio di informazioni più continue; è stata, inoltre, sottolineata l’azione efficace che svolgono i gruppi parrocchiali e le associazioni che operano nei quartieri e che conoscono direttamente le persone e i loro bisogni espressi ed inespressi. Forse è questa la via per entrare nelle case e nella fiducia di tante persone che la solitudine e la povertà hanno reso diffidenti e poco inclini a manifestare, all’esterno, le proprie situazioni di disagio e di difficoltà”.

Di seguito una serie di numeri telefonici di pubblica utilità.

Servizi Sociali Comunali e Terzo Settore
Operatori sociali
(dal lunedì al venerdì, ore 08.00/14.00)
Tel. 0884/5196629 – 0884/519627 – 0884/519643 – 0884/519618
A.D.I. e Telesoccorso
(dal lunedì al venerdì, ore 08.30/13.30)
Tel. 0884/515098– 0884/536070
Casa di riposo “Anna Rizzi”
(dal lunedì al venerdì, ore 08.00/14.00; il martedì e il giovedì anche ore 17.00/20.00)
Tel. 0884/581427
Casa di riposo “Stella Maris”
(tutti i giorni, ore 09.00/13.00 e ore 17.00/20.00)
Tel. 0884/541561
Cell. 338/3560978
Associazione di volontariato “P.A.S.E.R.”
(tutti i giorni, ore 07.00/21.00)
Tel. 0884/542913
Associazione di volontariato “A.V.I.”
(dal lunedì al sabato, ore 10.00/12.00)
Tel. 0884/534177
Associazione “Arcobaleno”
0884/662260
Polizia Municipale
Tel. (Centralino) 0884/581014


Redazione Stato



Vota questo articolo:
4

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi