Musica

Suoni in Cava, Potenza; da consigliere Provincia favorevole

Di:

Antonio Potenza, già consigliere Pdl, neo sindaco di Apricena (STATO-sportnet)

Foggia – “SONO un grande estimatore della manifestazione ‘Suonincava’ in favore della quale mi sono sempre battuto anche da consigliere provinciale”. Con queste parole il Sindaco di Apricena Antonio Potenza ha aperto l’incontro che si è tenuto a Palazzo Dogana, sede della Provincia di Foggia, alla presenza dell’Assessore comunale alla Cultura Anna Maria Torelli e della Vicepresidente provinciale Billa Consiglio. Una conferenza nella quale l’Amministrazione ha illustrato la propria posizione sullo svolgimento della manifestazione.

“Le polemiche sorte in questi giorni – spiega Potenza – derivano da un difetto di comunicazione del quale mi ritengo anche responsabile e per cui mi scuso”. “Nonostante sia passato un messaggio distorto che mi vuole contrario alla manifestazione – prosegue il Primo Cittadino – ritengo ‘Suonincava’ un fiore all’occhiello per Apricena e per la Provincia; ho partecipato a diverse serate e, come può confermare la Vicepresidente Billa Consiglio, ho votato più volte in bilancio l’erogazione di fondi al circuito dei ‘Five Festival Sud System’, nel quale rientra la kermesse Apricenese”.

“Chiariamo che l’Amministrazione non può decidere se ‘Suonincava’ si può svolgere o meno, perché le autorizzazioni le rilasciano gli uffici tecnici dopo la valutazione del singolo progetto, che tra l’altro l’associazione “Suonincava” non ha mai presentato”, spiega il Sindaco. “Per quanto riguarda i finanziamenti – sottolinea Potenza – in passato il Comune ha erogato fondi totali per circa 40mila euro, di cui, 18mila di contributo diretto e il resto derivanti da costi del personale e altre spese”. “Quest’anno – puntualizza – questi soldi non li abbiamo, in virtù delle ristrettezze in bilancio, dovute dal buco ereditato e dai tagli governativi agli enti locali”.

“Inoltre sono disponibili agli atti i documenti – sostiene Potenza – che testimoniano che già a fine anno scorso erano stati posti dei veti sulla sicurezza, in primis dai Vigili del Fuoco, per realizzare nelle cave questo genere di manifestazioni”. “In particolare in data 28 dicembre 2011 i Vigili del Fuoco avevano rigettato la richiesta di deroga presentata dal Comune di Apricena per lo svolgimento, cito testualmente, ‘di attività di pubblico spettacolo in località Montaguto’, sostenendo che ‘le motivazioni che non hanno permesso il favorevole accoglimento dell’istanza – prosegue Potenza leggendo il documento – fanno preciso riferimento alla mancata proposizione, da parte del richiedente, di misure di sicurezza alternative finalizzate a compensare il rischio aggiuntivo connesso con la non osservanza delle norme tecniche’”.

“Già per quanto riguarda l’ultima edizione – fa notare il Sindaco – l’ex Primo Cittadino Vito Zuccarino, in data 16 agosto 2011, aveva emesso un’ordinanza per far svolgere ‘Suonincava’, ‘anche in assenza del regolare parere della commissione’ composta dai rappresentanti di Asl e Vigili del Fuoco”. “Anzi, il Sindaco Zuccarino, in premessa, riteneva ‘comunque necessario ai fini di meglio garantire la pubblica sicurezza e incolumità pubblica, far svolgere la manifestazione in questione presso l’arena Garibaldi”. “Se gli uffici tecnici, al momento della presentazione del progetto, daranno l’autorizzazione – annuncia il Sindaco – saremo ben lieti di fare il possibile per organizzare ‘Suonincava’. Anzi se l’Associazione dovesse presentare un progetto mi impegno sin da ora a convocare la Commissione Spettacolo per accelerare l’iter autorizzativo”. “Vogliamo che la manifestazione si faccia nel rispetto delle regole. D’altronde l’Associazione ha accesso a finanziamenti provenienti da diversi enti pubblici. Riteniamo che anche senza il contributo diretto del Comune l’evento si possa realizzare”.

Poi il Sindaco torna sulle polemiche riguardanti la concessione della sala consiliare richiesta dalle opposizioni. “Non abbiamo mai negato l’utilizzo degli spazi pubblici a nessuno; il problema è che la domanda di utilizzo della sala è pervenuta il 5 luglio, meno di 12 ore prima della conferenza, per usare un locale in cui si svolge anche la distribuzione delle buste della raccolta differenziata”. “Ad oggi – rivela Potenza – non esiste un regolamento per la concessione della sala consiliare. Questa Amministrazione sta già provvedendo a realizzarne uno che sarà discusso in Consiglio Comunale”.

“Mi dispiace che anche questa questione sia stata strumentalizzata – dice il Sindaco – e che anche importanti rappresentanti regionali, come l’Assessore Elena Gentile, abbiano dato seguito alle polemiche”. “Tra l’altro ho ricevuto telefonate da chi si è lamentato del fatto che l’assessore Gentile non sia andata a Lucera per sostenere l’ospedale Lastaria, a rischio chiusura, mentre è venuta ad Apricena per difendere ‘Suonincava’”. “La posizione della Provincia – spiega Billa Consiglio – è ben nota e la questione dei finanziamenti al circuito del ‘Five festival’ è al vaglio del Consiglio”. “Mi preme smentire – prosegue – le illazioni circolate in merito a una frattura tra la Provincia di Foggia e il Comune di Apricena.

La mia presenza oggi testimonia che non è assolutamente vero”. Si è discusso anche di “Apricena E’State”, con l’Assessore Torelli che ha fatto il punto di queste prime serate. “In soli due mesi abbiamo messo in piedi un cartellone di eventi che tiene conto delle esigenze di tutti e va incontro alle richieste di commercianti, associazioni e tutti i soggetti interessati”. “Nonostante il budget ridotto, grazie a un lavoro duro e costante, siamo riusciti ad organizzare per Apricena un evento al giorno, portando vitalità a tutto il Paese e, in particolare, ad alcune aree in passato non considerate”.

“In conclusione – riprende il Sindaco – invito ancora una volta l’associazione ‘Suonincava’ a presentare un progetto concreto per pensare alla messa in piedi della manifestazione che per primi noi appoggiamo e vogliamo”. “Perché – chiede il Sindaco – non si prende in considerazione anche l’idea di spostare la location, se le cave non dovessero essere utilizzabili?”. “Dopo la presentazione del progetto, passeremo le carte al vaglio degli uffici competenti e – conclude – se sarà tutto conforme alle norme e la manifestazione si farà, sarò io il primo a comprare i biglietti e a partecipare alle serate”.


Redazione Stato



Vota questo articolo:
0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nota. Si informano i lettori che la testata giornalistica Statoquotidiano (www.statoquotidiano.it) è responsabile solo dei contenuti multimediali (video, foto etc) e dei testi presenti nella sezione "Articoli" e "Documenti". Non è in alcun modo responsabile dei contenuti e dei commenti presenti in tutte le sezioni del sito.

Articoli correlati

Pin It on Pinterest

Condividi